| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE |
| GALLERIA DEL GUSTO | RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | NEWSLETTER | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Faro di Virginia

Marguerite Yourcenar
Grande Dame della letteratura

 

 

 

 

 

 

 

 

... e l'intera città diventa un palcoscenico

di Eugenia Sciorilli

 

Qualcuno sostiene che Salisburgo sia uno di quei campi magnetici nel nostro pianeta dove i flussi di energia permettono eventi eccezionali, non facilmente ripetibili. Di certo c’è un incontro tra grandi artisti avvenuto nel 1920 che ha dato vita a un celebre festival musicale.
Quegli artisti erano lo scrittore Hugo von Hofmannsthal, il musicista Richard Strauss e il regista Max Reinhardt, mentre il festival estivo di Salisburgo, da loro creato, festeggia proprio quest’anno i suoi novanta anni, e da molti viene considerato il più prestigioso appuntamento musicale non solo d’Europa, ma del mondo.
Attorniata da uno scenario naturale incantevole, il Salzkammergut (prati, laghi e alture a profusione), Salisburgo – letteralmente “città del sale” per le miniere saline che si trovano nelle vicinanze – già aveva legato, ben prima della nascita del festival, la sua fama a un genio assoluto della musica, Wolfgang Amadeus Mozart, che proprio in questa città nacque e visse. A ulteriore conferma di questo invidiabile patrimonio culturale, il Festival di Salisburgo ha alimentato con il passare dei decenni un flusso costante di artisti eccezionali e di spettatori entusiasti, che soltanto la seconda guerra mondiale è riuscita a interrompere.
Anche se le aspettative per un importante anniversario erano alte, l’edizione 2010 del festival di Salisburgo è riuscita a non smentirle, e presenta un carnet di appuntamenti di particolare qualità: viene offerta una rassegna musicale dedicata a Brahms, tornano le rappresentazioni “en plein air” del capolavoro teatrale di Hofmannsthal, “Jedermann”, ospitato come sempre sulla Piazza del Duomo, tornano due straordinarie orchestre come la Filarmonica di Vienna e quella di Berlino, tornano interpreti come Maurizio Pollini, Martha Argerich, Misha Maisky, Gidon Kremer, tornano le “Mozart-Matinée” nel suggestivo Mozarteum, approda al festival anche un nostro grande nome della cultura, Claudio Magris, per un ciclo di incontri sulla poesia.
Quest’anno, al tradizionale avvicendarsi di spettacoli e concerti, previsti dal 25 luglio al 30 agosto, si aggiunge una speciale esposizione, intitolata “Il grande teatro del mondo”, che si inaugura il 17 luglio per proseguire fino al 26 ottobre. Ma per gli amanti della musica, e non solo a loro, Salisburgo riserva in ogni stagione la cornice fantastica delle sue piazze, delle sue vie più antiche con i gerani alle finestre, del suo lungofiume, in un contesto urbano d’eccezione che ha spinto l’Unesco a nominare il suo centro storico “patrimonio dell’umanità”.

www.90years.salzburgfestival.com
www.salzburgfestival.com
www.salzburg.info

Da sapere: l’associazione “L’Austria per l’Italia” propone cinque hotel di Salisburgo: l’Airporthotel Salzburg, l’Amadehotel Shafffenrath Salzburg, l’Hotel und Villa Auersperg,l’Achat Plaza zum Hirschen Salzburg (tutti a quattro stelle) e l’Hotel Schoene Aussicht, classificato tre stelle.
www.vacanzeinaustria.com