| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE |
| GALLERIA DEL GUSTO | RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | NEWSLETTER | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Scarica l'articolo in PDF

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Faro di Virginia

Marguerite Yourcenar
Grande Dame della letteratura

Novantanni di Vita
per il Festival di Salisburgo

 

 

 

 

 

 

 

 

di Eugenia Sciorilli

 

Grande, sublime Monet. Artista tra i più amati da più di un secolo, grandissimo nell’esplorare nuove frontiere della pittura, appassionato in tutto quel che ha fatto, anche nel creare un giardino (a Giverny). Quest’anno, a distanza di 170 anni dalla sua nascita, le Galeries Nationales du Grand Palais a Parigi gli rendono omaggio, con un’eccezionale esposizione antologica che intende seguire più il filo di temi e motivi che quello di una semplice cronologia.
Il titolo della mostra, organizzata dalla Réunion des musées nationaux e dal Museo d'Orsay, è semplicissimo: “Claude Monet (1840-1926)”, ed è stato creato anche un sito web: www.monet2010.com. L’inaugurazione è stata fissata per il 22 settembre, e si potrà approfittare di questa eccezionale occasione – circa duecento capolavori esposti! – fino al 24 gennaio 2011.
Le opere accolte nelle sale del Grand Palais sono davvero un’opportunità unica e preziosa di accostarsi a Monet, alla sua evoluzione di artista, al suo sempre più evidente tentativo di privilegiare i giochi di colori e di luci rispetto alla pura e semplice rappresentazione della natura, le sfumature e le atmosfere rispetto alla materialità degli oggetti e dei paesaggi. Va dipinto, insomma, non soltanto quello che ci circonda, ma soprattutto come interagisce con il proprio universo intimo: è questa la lezione di vita e d’arte che ci ha trasmesso uno straordinario poeta della tavolozza.
Ecco, dunque, le grandi tematiche presenti presso la mostra del Grand Palais:
1) la foresta di Fontainebleau; 2) marine in Normandia; 3) Argenteuil; 4) Parigi; 5) Vétheuil; 6) ritorno sulle coste normanne; 7) Belle-Ile-en-Mer e la Creuse; 8) Sulle rive del Mediterraneo; 9) figure e ritratti; 10) dalla natura morta al paesaggio; 11) covoni, pioppi, cattedrali… 12) ricordi, sogno e nostalgia; 13) ritorno a Londra; 14) scoprire infine Venezia; 15) giardini e ninfee: verso le grandi decorazioni.
Alla retrospettiva – cui si potrà accedere tutti i giorni tranne che a Natale - si accompagnerà un ricco calendario di visite guidate, conferenze, proiezioni, per rendere ancora più completo un omaggio quanto mai significativo.

Si ringrazia per il materiale illustrativo il Service Presse della Réunion des Musées Nationaux.

www.monet2010.com