Con
www.ballareviaggiando.it
balli e viaggi sul web


È on line il web magazine www.ballareviaggiando.it che intende focalizzare l’attenzione su tutti gli eventi correlati ai balli dei vari paesi (festival, spettacoli, appuntamenti, raduni, stage, libri, film, mostre) in programmazione in Italia o all’estero, invitando al contempo a viaggiare nei paesi di origine per scoprirne storia, tradizioni e cultura e a ballare in un’atmosfera tutta particolare…

Su BallareViaggiando.it – a cadenza mensile ma con aggiornamento costante delle news – focus tematici sui vari paesi che si esprimono nella danza, Italia compresa: da Cuba e la sua salsa, Santo Domingo e il merengue, la Spagna e il flamenco, Vienna e il valzer, la pizzica del Salento, Buenos Aires e il tango .... Più notizie e informazioni su pacchetti di viaggio a tema, crociere e itinerari legati al ballo, approfondimento degli eventi in programmazione, spettacoli, raduni, stage.

Il web magazine si articola infatti in tre sezioni base – paesindanza - eventiprotagonisti - cui si aggiunge tutta una serie di news su spettacoli, eventi,festival, appuntamenti, scuole di ballo, proposte di viaggio, curiosità, personaggi, emozioni della danza legate al cinema e alla letteratura e quant'altro.

Ballareviaggiando è presente anche su Facebook (Ballare Viaggiando Gruppo )

Una sezione - Cantare Ballando - è riservata agli anni 60/70, ai personaggi
e protagonisti di quegli anni
“ruggenti” con l'obiettivo di organizzare anche eventi musicali (Cantare Ballando Group).

Contatti:
Ester Ippolito Paparozzi (esterippolito@libero.it)
06-5122782
Cell. 333-439314

Livia Rocco
(liviarocco@tin.it
)

Elio Ippolito, responsabile di Cantare Ballando Group (elio.ippolito@libero.it)

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

fotogallery

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Una Loira insolita

Montreal e Quebec City
la Francia in Nordamerica

Da Interlaken a Lucerna, natura e storia

Da Vancouver ai parchi nazionali con i treni
del Rocky Mountainee
r

Da Colmar a Strasburgo
tra i Vini dell’Alsazia

Inverno in Carinzia,
tra i Mercati Natalizi

Un percorso gastronomico
lungo la Corsica

Un Giro d’Europa
in un Boccale di Birra

 

 

 

 

 

 

 

di Franco Martano

 

Un viaggio in Cambogia è qualcosa che ti segna per il resto della vita. Navigare i suoi fiumi tortuosi, farsi affascinare dalla natura a volte fata, a volte strega, visitare i Templi di Angkor, misteriosi e con un fascino spesso inquietante, parlare con la gente, per lo più giovani al di sotto dei 30 anni, perché il sanguinario regime di Pol Pot ha sterminato oltre il 75% della popolazione. Tutte esperienze umanamente toccanti. Ma c’è una storia che in Italia pochi conoscono e che è una di quelle che, in un mondo di egoismo e prevaricazione come è ormai il nostro, riconcilia con il genere umano.
È l'azione che un uomo, un medico svizzero, sta facendo in favore dei bambini malati e poveri, che rappresentano l'85% dell'infanzia nel paese.
L'uomo si chiama Dott. Beat Richner (www.beat-richner.ch) ed è un medico che oltre 35 anni fa andò in Cambogia a fare volontariato. Ci rimase finché la tragedia della guerra civile glielo permise e poi, nel 1991, su richiesta dell'ex re di Cambogia, Sihanouk, ritornò con un accordo per 2 anni per curare i bambini poveri. Da allora non se ne è più andato. Con la sola forza degli aiuti di privati ha aperto ben 5 ospedali pediatrici a Phnom Penh e Siem Reap. Le case farmaceutiche non lo favoriscono, anzi, lo contrastano, dunque non riesce nemmeno a pagare attrezzature e medicinali a prezzi preferenziali. I suoi ospedali sono comunque all'avanguardia e i bimbi (oltre l'80% sono affetti da tubercolosi) ricevono gratuitamente le cure migliori. Non si dice no a nessuno, tutti vengono curati. Il personale, dal miglior chirurgo fino alle donne delle pulizie, ricevono salari superiori alla media del paese affinché, in un paese dove la corruzione è norma, non facciano favoritismi.
Le spese sono enormi e lui, tra aiuti di qualche Stato (la sua Svizzera prima fra tutti) e un passaparola globale, tira avanti come un questuante perché i suoi bambini possano continuare ad avere le cure necessarie.
In tutto questo sforzo, ha trovato anche una risorsa che, apparentemente insignificante, lo aiuta non solo a racimolare qualcosa, ma anche a farsi conoscere.
Da giovane era un amante del violoncello e allora perché non mettere questa sua passione al servizio della causa?
Ecco che tutti i sabato sera, alle 19.15, sale sul palco della sala conferenze dell'ospedale di Siem Reap con il suo violoncello ed esegue brani di Bach per un pubblico disposto a perdonargli qualche imperfezione.
Il suo "nome d'arte" è Beatocello. Tra un brano ed un altro racconta, con parole ed immagini, la storia della sua avventura e vi assicuro che viene da sorridere, ma più che altro da piangere. Questi concerti sono una forma di auto-sovvenzionamento. Non si paga l'ingresso, ma vorrei vedere chi se la sente di andarsene senza aver lasciato una offerta in denaro o, come lui richiede agli spettatori più giovani, una donazione di sangue.
Purtroppo, la crisi mondiale ha fatto diminuire i turisti che si recano a visitare i resti di Angkor, dunque questa fonte di introito sta diminuendo.
Ma lui non si scoraggia: va avanti con un sorriso che gli arriva direttamente dal cuore  e con il suo “cello” ad ogni concerto conquista il pubblico che, tornando a casa, diventerà il miglior promotore della sua nobile causa.

APPUNTI DI VIAGGIO

VOLO ITALIA/CAMBOGIA:
Non ci sono voli diretti. I più comodi sono quelli con Thai Air via Bangkok o Malaysia Air via Kuala Lumpur.

VISTO:
È necessario il passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di arrivo.
Il visti è ottenibile in aeroporto, consegnando 2 foto e pagando 20 Dollari. Validità 30 giorni.

ITINERARIO:
SIEM REAP (Templi di Angkor Watt)
BATTAMBANG
PHNOM PENH

HOTELS IN CAMBOGIA:
La scelta è ampia e di ottimo livello. Consigliati

SIEM REAP Hotel Tara Angkor 4 stelle www.taraangkor.com Vicino ai templi ed al centro
BATTAMBANG Hotel La Villa 4 stelle www.lavilla-battambang.net
PHNOM PENH Hotel Boutique The Pavillon 4 stelle www.thepavillon.asia.com

I MUST DELL’ITINERARIO:
SIEM REAP: Il sorgere del sole ai templi. Il concerto di Beatocello. I bazar del centro (non perdete il Night Bazar!!)
SIEM REAP – BATTAMBANG: Navigazione lungo il lago Tonle e il fiume Sangkor, tra villaggi galleggianti e una natura incontaminata (durata da 4 a 8 ore, a seconda delle stagioni)
BATTAMBANG: Il mitico, unico viaggio di 7 km sul Bamboo Train: un’esperienza indimenticabile
PHNOM PENH: Il museo, i mercati, le vecchie strade coloniali piene di ristorantini e caffè, i giardini al tramonto, dove la gente si riversa a fare ginnastica.

COSTI:
I prezzi sono in dollari, la moneta locale, il Riel, è poco usata e esiste solo in banconote, non monete. 1 Euro, circa 5300 Riel.
I costi, sia degli alberghi che dei ristoranti sono molto bassi: una camera doppia in un 4 stelle costa tra i 60 e i 100 dollari, un pasto in un ottimo ristorante tra i 10 e i 40 dollari.
Per i taxi, i rishò e tutti gli acquisti, la parola d’ordine è: CONTRATTARE

CONSIGLI PRATICI:
Provate la loro cucina: è ottima e molto varia
Non tentate di resistere ai bambini che vi chiedono qualcosa:dateglielo con un sorriso
Sorridete a grandi e piccini: li farete felici
Evitate l’acqua del rubinetto