| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

L’uomo di Alcatraz, film del 1962, dvd distribuito dalla 20th Century Fox Home Entertainment.

Burt Lancaster è Fabrizio Principe di Salina nel film di Luchino Visconti il Gattopardo.

Lancaster con Claudia Cardinale nella famosa scena del ballo, Il Gattopardo 1963.

Airport, film del 1970, dvd prodotto dalla Universal Pictures.

Lancaster sul set di Gruppo di famiglia in un interno, film diretto da Luchino Visconti nel 1974.

Local Hero, film britannico del 1983, dvd di produzione Sony Pictures Home Entertainment.

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Lo Scienziato
e il suo incontro
con gli astri

La Vergine e il Leone

Un Leone e un Sagittario

The King and the Queen

Gli scrittori preferiscono
le bionde...

Da quali stelle
siamo caduti? ...

Aurore e George

The Voice and the Shape

La persistenza dell’amore

Un anno da Re

Il Vagabondo

La Regina di Hollywood

Frank Lloyd Wright,
l’architetto della natura

Il valore dell’altro

Una stella del mattino

99 anni dopo...


 

 

 

 

 

 

 

di Maria Rita Porfiri *


Burt Lancaster con Ava Gardner in The Killers, film del 1946. La prima immagine di Burt Lancaster che viene alla mente è certo quella del film Da qui all’eternità, una delle scene d’amore più celebri e “scandalose” del cinema americano degli anni Cinquanta, quel bacio con Deborah Kerr sulla spiaggia, tra le onde che travolgono i due amanti in preda a una passione che, si verrà a sapere, non apparteneva forse completamente alla dimensione della finzione.

Lancaster con Deborah Kerr in una scena di passione  tratta dal film Da qui all’eternità, 1953. Eppure, per quanto lo statuario Lancaster sia stato un’autentica icona di virilità e prestanza fisica, la sua figura di attore e la sua personalità appaiono in realtà molto più articolate e complesse. Burt Lancaster era di carattere chiuso e riservato, ma aveva un’idea molto chiara delle sue qualità di attore, e seppe accrescerle nel tempo grazie a una grande determinazione e perseveranza nel realizzare le sue aspirazioni. Queste virtù, caratteristiche dello Scorpione, sotto il cui segno era nato il 2 novembre 1913, lo accompagnarono lungo tutta l’esistenza, in cui ebbe tre mogli e cinque figli, ma senza che la vita personale prendesse mai il sopravvento su quella lavorativa. Lo Scorpione, governato da Plutone e Marte, è tradizionalmente segno di carattere profondo e ricco di sfaccettature non espresse e dalla volontà ferrea. Anche la presenza di Giove in Capricorno nel tema natale di Burt Lancaster indica l’inclinazione a un rigoroso senso della disciplina e una buona dose di ambizione.

Burt Lancaster, Gina Lollobrigida e Tony Curtis interpreti di Trapezio, 1956. Questo perfezionismo e la ricerca di un continuo miglioramento professionale lo condussero, da atletico interprete di ruoli d’azione e da “duro”, a recitare in film di grandi autori americani ed europei, come Visconti, Malle, Altman, Bertolucci, Peckimpah, e a fondare una propria casa di produzione, per poter arricchire il proprio bagaglio di attore senza rischiare di cristallizzarsi in ruoli ripetitivi, come accadeva a molti suoi colleghi. Tra i ruoli drammatici che lo videro impegnato, è del 1955 l’interpretazione de La rosa tatuata, film che valse l’Oscar di migliore attrice protagonista ad una superlativa Anna Magnani. «Cerco sempre di migliorare, di trovare nuovi modi di esprimermi, cercando sempre verità e originalità», ebbe modo di dire, e non si trattava di una dichiarazione convenzionale; Claudia Cardinale, sua partner nella splendida versione viscontiana del “Gattopardo”, diceva di aver imparato da lui cosa fosse la serietà sul lavoro, e che Burt, nato in una modesta famiglia del Bronx, aveva saputo diventare un raffinato conoscitore d’arte e di letteratura. Coltivò a lungo questi interessi, suscitati anche dall’influenza di Venere in Bilancia nel suo tema natale, e trascorse molto tempo in Europa e in particolare in Italia. La presenza di Mercurio in Sagittario nel tema stesso indica peraltro interessi poliedrici e una buona predisposizione alla ricerca di novità e ai viaggi.

Copertina de Il figlio di Giuda, Premio Oscar 1961 per Burt Lancaster, dvd distribuito dalla Mgm/Ua Home Video. Alla determinazione nel migliorarsi Lancaster univa una nitida consapevolezza del contesto politico in cui viveva. Fu un fiero oppositore del maccartismo e della guerra in Vietnam, e, dopo la morte dell’amico Rock Hudson, si impegnò per i diritti dei gay e per la lotta contro l’AIDS. Questa disponibilità a dedicarsi con passione a una causa giusta trova anch’essa una corrispondenza nelle caratteristiche di personalità dei nati sotto il segno dello Scorpione.

Sebbene avesse lottato molto per raggiungere lo status di attore di prima grandezza, consacrato dal premio Oscar ricevuto nel 1961 per I figli di Giuda, non rinnegò mai le sue origini e la sua vita giovanile, in particolare quella nel circo. A diciannove anni aveva abbandonato l’università per lavorare come acrobata, e volle accanto a sé in molti dei film che girò il suo principale compagno di esibizioni di allora, Nick Cravat. «Il circo è come una madre su cui si può sempre contare», diceva Lancaster, che da parte sua non mancò di interpretare anche ruoli in qualche modo ispirati ai suoi trascorsi di artista viaggiante. Uno dei più riusciti è forse quello di Starbuck, il protagonista de Il Mago della Pioggia, allegro e stravagante vagabondo che giunge in un paesino del Kansas promettendo di interrompere la terribile siccità in corso e cercando di convincere una Katharine Hepburn introversa e poco femminile che può essere una donna affascinante e misteriosa. Agli scettici Starbuck può apparire un ciarlatano, ma quando riparte le sue promesse sono state mantenute, e Lancaster è perfetto nella Il segno zodiacale dello Scorpione. parte del girovago sfrontato e di buon cuore. Come non ricordarlo, inoltre, nel ruolo di Mike Ribble, l’acrobata protagonista di Trapezio, film di ambientazione circense, al fianco di Gina Lollobrigida e Tony Curtis?

L’indiscussa prestanza fisica di Burt Lancaster non gli evitò purtroppo di passare gli ultimi anni della sua vita in condizioni menomate da un ictus e da una situazione cardiaca gravemente compromessa. Alla sua morte non volle fosse celebrato alcun funerale, e sulla sua semplice tomba null’altro è inciso che il nome e le date di nascita e morte, a permanente testimonianza della riservatezza e della discrezione di questo grande attore.

* psicoterapeuta di scuola junghiana

I MENÙ DI CUCINARE
È FACILE

4 lezioni - 1 lezione
a settimana di 4 ore
Approfondimento del corso "Cucinare è facile"...
Quattro golosi menù da proporre in occasione
delle vostre serate...
...e da affrontare con lo stesso entusiasmo e filosofia
che hanno caratterizzato
i nostri precedenti incontri
magistralmente condotti
da Antonio Chiappini.
Corso pratico.
Degustazione
dei piatti preparati.
inizio: sabato 12 novembre
dalle ore 10:00 alle ore 14:00
costo: € 500,00
Chef Antonio CHIAPPINI

PIATTI DI PESCE
3 lezioni - 1 lezione
a settimana di 4 ore
Antonio Chiappini
Vi insegnerà al meglio
come riconoscere il pesce
di mare dal pesce di allevamento, come acquistare,
pulire, sfilettare e cucinare
in modo appropriato le varie
specie di pesce. Il pesce
azzurro, il pesce bianco,
i molluschi, i crostacei e
i pesce d’acqua dolce
non avranno più segreti.
Corso pratico.
martedì 15, 22, 29 novembre
dalle ore 17:00 alle ore 21:00
costo: € 350,00
Chef Antonio CHIAPPINI

IL NATALE SALATO
E DECORATO
DI VALENTINA

1 lezione pratica full-time
Chi l‘ha detto che
Valentina Gigli si dedichi
solo alla decorazione
in pasticceria? In questa
lezione ci dimostrerà tutta
la sua arte, maestria e
passione per il salato con
ricette divertenti
e stuzzicanti come:
Cornucopie di sfoglia
con insalata di gamberi. Alberello di tramezzini.
Paté e mousse salati
decorate.
Albero buffet: Albero rivestito
decorato con antipasti vari.
Segnaposto originali.
Profiterol salato.
mercoledì 30 novembre
dalle ore 9:00 alle ore 15:00
costo: € 120,00
pranzo veloce incluso
Docente: Valentina GIGLI

SCUOLA DI CUCINA
A TAVOLA CON LO CHEF

Tel. 06-3222096
(Via dei Gracchi 60 – Roma) email : info@atavolaconlochef.it www.atavolaconlochef.it