| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Andy Lau nel ruolo del detective Dee.

Il detective Dee in azione.

L’attrice Li Bingbing nel ruolo di Shangguan Jing’er.

Carina Lau interpreta la Regina Wu Tang.

Carina Lau con Li Bingbing.

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica

Mammuth, l’Uomo-Elefante

Passione, il suono di Napoli

The Tourist un Turista
poco Convincente

The King’s speech,
il Discorso di una Vita

Un inquietante cigno nero

Sorelle Mai

Habemus Papam

The tree of life

Cars 2


Un colossal alla cinese

di Enrico Cerulli


La locandina originale. Va subito premesso che chi scrive questa recensione è un profano del genere “film d’azione con arti marziali”, assolutamente all’oscuro della fama e dell’importanza degli altri film diretti dal maestro Tsui Hark. Cercherò soltanto di darne un onesto e sincero giudizio, basato sulla mia seppur piccola esperienza e sensibilità.

Fin dai titoli di testa della pellicola, ideogrammi cubitali in oro, con sullo sfondo finissimi drappi ricamati con disegni orientali, si capisce che i cinesi hanno voluto fare le cose in grande…

E infatti le prime immagini sono quelle di una gigantesca statua in costruzione (nel film si dice di 220 metri d’altezza!), e di uno sbalordito e barbuto generale romano, portato in visita ad ammirare questa meraviglia, voluta dalla regina Wu Tang per festeggiare la sua prossima incoronazione a imperatrice. Seguono panoramiche di una città gigantesca, brulicante di gente, distesa attorno ad una baia con centinaia di navi ancorate. Come a dire: guardate già nel 689 d.C. (anno in cui si svolge la storia) come era la Cina!

La locandina italiana. Tutto il film ruota attorno al cantiere di questa enorme statua e alle trame che si svolgono tra i vari funzionari imperiali, che a vario titolo cospirano affinché la regina Wu non diventi la prima (e in seguito anche l’unica) imperatrice della Cina. Addirittura alcuni di loro sono vittime di un misterioso sortilegio che causa una tremenda morte per autocombustione. Per indagare su questi fatti la regina Wu chiama il dissidente Di Renjie, mettendogli però alle costole l’affascinante e fedele servitrice Shangguan Jing’er.

La storia è interessante, ben strutturata e con colpi di scena e soluzioni narrative originali. Gli attori sono sicuramente molto capaci: il tutto rende questa pellicola molto godibile, la sua visione un’esperienza divertente. Il ricorso massiccio alla grafica digitale, per quanto riguarda paesaggi e sfondi, e agli affetti speciali, nei numerosi e inverosimili duelli volanti, però offusca il resto della fotografia, che nelle scene statiche, nei primi piani, dona il meglio di sé. Bella è senz’altro la scenografia: lo spettatore occidentale infatti resta affascinato dal tripudio di mobilio, pannelli, arredi da giardino, strani utensili, tutti di gusto prettamente orientale, presenti in gran copia in molte scene.

Una scena del film. E non manca nel film un messaggio costruttivo: una richiesta rivolta a chi governa di maggiore moralità, onestà e giustizia, a fronte di governati che, nonostante i comportamenti di chi li comanda, continuano ugualmente ad obbedirgli con fedeltà e senso del dovere. Un riferimento forse alla attuale classe dirigente cinese, ma valido sicuramente anche per la nostra…

Il regista Hark Tsui durante la lavorazione del film. Da sapere:
Fino al 10 settembre avrà luogo a Venezia la 68° edizione della Mostra internazionale del cinema. Alcune delle pellicole più interessanti saranno nelle sale già a partire da questo mese: Terraferma di Emanuele Crialese e L’ultimo terrestre, film d’esordio di Gian Paolo Pacinotti. Sono da vedere anche This is England, di Shane Meadows, un film prodotto nel 2006 che, forse “grazie” all’eco delle recenti rivolte urbane inglesi, ha trovato interesse presso un distributore nazionale e Singolarità di una ragazza bionda, del 2009, dell’ormai centenario regista portoghese Manoel de Oliveira.

 

 

CUCINARE É FACILE...?

6 lezioni
1 lezione a settimana
di 4 ore

Impariamo a cucinare
utilizzando al meglio
le materie prime e le tecniche
di base per acquisire
sicurezza in cucina.
Lo chef Antonio Chiappini,
con la sua grande capacità
didattica, vi insegnerà
ad affrontare le preparazioni
di base senza difficoltà.

Corso pratico. Degustazione dei piatti preparati.

Inizio del corso:
martedì 13 settembre
dalle ore 10:00 alle ore 14:00
oppure
dalle ore 18:00 alle 22:00

sabato 17 settembre
dalle ore 10:00 alle ore 14:00


costo: € 600,00

LA CUCINA
VEGETARIANA

2 lezioni
1 lezione a settimana
di 4 ore


Non più la solita zuppa...
né le verdure grigliate!
Quando si incontrano gusto, leggerezza e creatività i piatti realizzati saranno una sorpresa e stupire con un menù vegetariano sarà un gioco da ragazzi!
Lo chef Marco De Vita
insegnerà e preparerà
insieme a voi
piatti sani e saporiti.

Corso pratico.

lunedì 26 e
mercoledì 28 settembre

dalle ore 17:00 alle ore 21:00

costo: € 200,00

Scuola di cucina
A TAVOLA
CON LO CHEF

La segreteria è aperta
dalle 9:00 alle 19:00
dal lunedì al venerdì
nella sede di
via dei Gracchi 60
tel. e fax 06.3203402
tel. 06.3222096
www.atavolaconlochef.it
E-mail:
info@atavolaconlochef.it