| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Illegal, film sceneggiato e diretto da Oliver Masset-Depasse, 2010.

Ladri di cadaveri, commedia inglese di John Landis ambientata a Edimburgo nel XIX secolo.

Humpday un mercoledì da sballo, film scritto e diretto da Lynn Shelton, Premio John Cassavetes all’Indipendent Spirit Awards e Gran Prix al Sundance Film Festival.

Kill me please, lavoro di Olias Barco, Premio Marc’Aurelio a Roma per il miglior film 2010.

Cirkus Columbia, film tratto dal romanzo di Ivica Dikic che ne firma la sceneggiatura con il regista Danis Tanovic, 2011.

Una scena de Le Donne del 6° piano, film uscito in Italia nel 2011 per la regia di Philippe Le Guay ambientato a Parigi nel 1960.

Un fotogramma del film russo Faust, soggetto, sceneggiatura e regia di Aleksandr Sokurov.

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Scarica il PDF dell'articolo

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Una Donna tra Vigneti
e Spartiti

Attrice con charme
manager con grinta

Iris Origo e la sua terra

Helene Grimaud

Roberta Guerra,
una scommessa vinta
in terra di Puglia

Francesca Loschiavo,
arredatrice
tra Cinecittà e Hollywood

Gae Aulenti
e il Museo d’Orsay

La Vita di Maria Curie,
una Scia Luminosa

Cristina Bowerman,
estro culinario a Trastever
e

Ottavia Piccolo, intervista
tra ricordi e progetti

Intervista a Mirella Freni,
con Puccini a Modena

Gabriella Belli, il Mart
e altre storie

Donne tra scrittura
e architettura

Viviana Varese, una Chef
innamorata del mediterraneo

 

 

di Eugenia Sciorilli


Vania Protti Traxler titolare della casa distributrice Archibald Enterprise Film. Uno degli ultimi gioiellini della cinematografia francese, “Le donne del sesto piano” di Philippe Le Guay, è arrivato in Italia, riscuotendo un inatteso successo, grazie al fiuto straordinario di una grande protagonista della distribuzione cinematografica: Vania Traxler, titolare di Archibald Film. Intensa ma al tempo stessa leggiadra, la pellicola interpretata da un Fabrice Luchini in stato di grazia alterna momenti ricchi di humour a scene che spingono alla commozione, come quella finale. Un piccolo capolavoro.

Incontro Vania Traxler nel suo studio di Largo Messico a Roma, una strada quieta e alberata che fa quasi da confine naturale ai quartieri Pinciano e Parioli, e subito le chiedo:


Vania Protti con il suo primo marito Teddy Reno. D. – Quali sono state le sue prime soddisfazioni in ambito professionale?

R. – Innanzitutto “Il matrimonio di Maria Braun” di Fassbinder e poi “Mephisto” di Istvan Szabo, e soprattutto la scoperta di autori nuovi, da Emir Kusturica a Spike Lee, da Peter Greenaway a Wim Wenders, da Mira Nair al primo Almodovar. Non dimentichiamoci che erano i primi anni Ottanta, con un pubblico curioso, di grande vivacità intellettuale, un pubblico che purtroppo non c’è più. Le tv commerciali hanno spento l’interesse delle giovani generazioni.

Vania Protti Traxler con il marito Manfredi Traxler. D. – Come ha scoperto “Le donne del sesto piano”?

R. – Contrariamente al solito, non mi era stato possibile recarmi di persona all’ultima edizione del Festival di Berlino, per cui mandai la mia assistente che vide il film e mi raccontò la trama. Ho subito capito che poteva incontrare i gusti di un certo pubblico, per cui ho deciso di distribuirlo. Io mi affido sempre e solo al mio intuito, ma non sempre le scelte coincidono con il successo commerciale: recentemente c’è stato un film straordinario in cui ho creduto molto, “Perdona e dimentica”, ma non ha avuto esiti favorevoli al botteghino.

D. – Quali sono i film da lei scelti e proposti ai quali è particolarmente legata?

R. – Certamente due tra le prime pellicole che ho distribuito insieme a mio marito Manfredi: “Il matrimonio di Maria Braun” e “Mephisto”. E poi anche “I misteri del giardino di Compton House”, “Un cuore in inverno”, “Film Blu”, “Goodbye Lenin”, “Un tocco di zenzero”.

Klaus  Maria Brandauer protagonista del film Mephisto, 1981. D. – Quali sono le nuove pellicole che ci permetterà di vedere prossimamente?

R. – In autunno distribuirò “Faust” del regista russo Aleksandr Sokurov, che è in programma a Venezia, e proporrò anche un film di un regista argentino, Sebastian Borensztein, intitolato “Cosa piove dal cielo”. Per ora mi limito a questi due titoli, ma potrebbe esserci qualche altra sorpresa…

D. – Tra le città del cinema come Berlino, Cannes e Venezia, qual è quella che ama di più?

R. – Non riuscirei a scegliere: ciascuna ha qualcosa che mi spinge ad amarla. Berlino è una città con mille sfaccettature, Cannes mostra tutto il magico fascino della Costa Azzurra, e Venezia è nel mio cuore dagli anni Quaranta, quando ci andai per la prima volta ancora bambina, e di cui amo in modo particolare il Campo Santi Giovanni e Paolo.


www.archibaldfilm.it

CUCINARE É FACILE...?

6 lezioni

1 lezione a settimana
di 4 ore

Impariamo a cucinare
utilizzando al meglio
le materie prime e le tecniche
di base per acquisire
sicurezza in cucina.
Lo chef Antonio Chiappini,
con la sua grande capacità
didattica, vi insegnerà
ad affrontare le preparazioni
di base senza difficoltà.

Corso pratico. Degustazione dei piatti preparati.

Inizio del corso:
martedì 13 settembre
dalle ore 10:00 alle ore 14:00
oppure
dalle ore 18:00 alle 22:00

sabato 17 settembre
dalle ore 10:00 alle ore 14:00

costo: € 600,00

LA CUCINA
VEGETARIANA

2 lezioni
1 lezione a settimana
di 4 ore


Non più la solita zuppa...
né le verdure grigliate!
Quando si incontrano gusto, leggerezza e creatività i piatti realizzati saranno una sorpresa e stupire con un menù vegetariano sarà un gioco da ragazzi!
Lo chef Marco De Vita
insegnerà e preparerà
insieme a voi
piatti sani e saporiti.

Corso pratico.

lunedì 26 e
mercoledì 28 settembre

dalle ore 17:00 alle ore 21:00

costo: € 200,00

Scuola di cucina
A TAVOLA
CON LO CHEF

La segreteria è aperta
dalle 9:00 alle 19:00
dal lunedì al venerdì
nella sede di
via dei Gracchi 60
tel. e fax 06.3203402
tel. 06.3222096
www.atavolaconlochef.it
E-mail:
info@atavolaconlochef.it