| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


A tu per tu con Ashkenazy

Intervista a Luis Bacalov

Antonio Pappano
Globetrotter della Musica

Intervista esclusiva
a Daniel Harding

Leo Nucci a Parma
per il Festival Verdi

Bologna Jazz Festival:
Grandi Nomi, Grande Musica

Daniel Barenboim alla Scala
e la musica risveglia il tempo

Con il 2011 Concerti
e Lezioni tornano
al Parco della Musica

Paolo Fresu
tra progetti e passioni

Alberto Martini
e i Virtuosi Italiani,
intervista tra passato e futuro

La nuova stagione
dell’Orchestra Mozart

La tournée europea
della New York Philharmonic

Jazz Fest e Festival
di Pentecoste, grande musica
a Vienna e Salisburgo

Armando Trovajoli,
una sera d’agosto del ‘53

 

 


 

di Eugenia Sciorilli

 

Il direttore Giampiero Piscaglia. Arrivata alla sua 62sima edizione, la Sagra Musicale Malatestiana di Rimini è uno dei festival musicali più longevi e apprezzati che siano ospitati in Italia. Commenta Giampiero Piscaglia, che ne è il direttore dal 1993: “Si potrebbe dire che è anche un’anomalia, in quanto proprio mentre Rimini sviluppava nell’immediato dopoguerra la sua vocazione di località turistica estremamente popolare, l’Azienda di Soggiorno della città si faceva promotrice di un festival, la Sagra Malatestiana appunto, i cui connotati sono sempre stati di alto rigore qualitativo nell’ambito della musica classica”. Il fil rouge di una simile longevità è stata la rispondenza del pubblico: nella scorsa edizione sono stati 1400 gli spettatori paganti in media, e la cifra è davvero ragguardevole.

Quali sono oggi le caratteristiche fondamentali di questo festival che è riuscito ad arginare le sempre più incombenti difficoltà di una pesante crisi economica? A rispondere è sempre Giampiero Piscaglia: “C’è una presenza molto significativa di giovani, e per coinvolgerli stiamo lavorando con passione, soprattutto con il Progetto Mentore, che consiste nell’adozione musicale da parte di imprese o singoli cittadini di giovani presi a caso, cui viene offerto l’abbonamento al ciclo di concerti sinfonici”. In questo progetto, chi fa da mentore si assume per tre anni l’obbligo di un contributo minimo annuo di 100 euro, e i risultati sono “di enorme soddisfazione”, sottolinea Piscaglia.

Ma veniamo ai protagonisti dei concerti previsti all’Auditorium Palacongressi di Rimini dal 5 al 24 settembre:


Gianandrea Noseda (5 settembre)

Gianandrea Noseda. Il Coro di voci bianche del Teatro Regio di Torino. In programma musiche di Mahler tra cui la monumentale Sinfonia n. 8 “dei Mille”, con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra, Coro e coro di voci bianche del Teatro Regio di Torino e con il Coro del Maggio Musicale Fiorentino. Noseda ha compiuto gli studi musicali a Milano, sua città natale, e dirige le più importanti orchestre del mondo; recente il suo trionfale debutto con la Philadelphia Orchestra. Sotto la sua direzione, la soprano Anna Netrebko ha esordito in campo discografico (Deutsche Grammophon).


Yuri Temirkanov (11 settembre)

Yuri Temirkanov. L’Orchestra Filarmonica di S.Pietroburgo. In programma musiche di Čajkovskij e di Rachmaninov, con l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo. Nato nel Caucaso ma allievo del Conservatorio di Leningrado, Temirkanov è stato il primo artista russo a ottenere il permesso d’ingresso negli Stati Uniti, nel 1988. Da allora, numerose le sue tournée in Europa, Asia, Sudamerica e Stati Uniti. Il suo impegno musicale gli ha fatto meritare prestigiosi riconoscimenti, e tra i suoi incarichi artistici c’è quello di direttore musicale del Teatro Regio di Parma. Incide in esclusiva con l’etichetta Bmg/Rca.


Juraj Valčuha (15 settembre)

L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Juraj Valcuha. In programma di von Weber, Chopin e R. Strauss, con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Nato in Slovacchia, Valčuha ha esordito artisticamente in Francia per poi collaborare con numerose orchestre di tutto il mondo. Dal 2009 è Direttore principale dell’Orchestra Sinfonica della Rai (che ha sede a Torino) e nella stagione 2012-13 debutterà con la New York Philharmonic e la Filarmonica della Scala.


Antonio Pappano (18 settembre)

Antonio Pappano. L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia. In programma musiche di Brahms (Hélène Grimaud al pianoforte) e di Rimskij-Korsakov, con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Cresciuto musicalmente in Inghilterra, Pappano è una delle personalità più carismatiche tra le giovani generazioni di musicisti. I suoi successi sul podio non si contano: da Roma (Orchestra di Santa Cecilia) a Londra (Covent Garden), dalla Staatsoper di Vienna al Metropolitan di New York. Brillante interprete in campo discografico (con la Emi), Pappano è anche un apprezzato divulgatore grazie alla sua conduzione di programmi musicali televisivi.


Zubin Mehta (24 settembre)

Zubin Mehta. L’Israel Philarmonic Orchestra. In programma musiche di Liszt e di Mahler, con la Israel Philharmonic Orchestra. Il curriculum artistico di Mehta è quasi interminabile, ma vale la pena di ricordare che ha studiato al Conservatorio di Vienna insieme a Claudio Abbado e ha diretto le più importanti orchestre nei teatri e nelle sale da concerto di tutto il mondo. Nato a Bombay, ha mietuto spettacolari successi sia in Europa che negli Stati Uniti. In Italia, si è rivelata di alto livello artistico la sua collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino. Significativa anche la sua attività discografica con la Sony.

www.sagramusicalemalatestiana.it

 

 

 

CUCINARE É FACILE...?

6 lezioni

1 lezione a settimana
di 4 ore

Impariamo a cucinare
utilizzando al meglio
le materie prime e le tecniche
di base per acquisire
sicurezza in cucina.
Lo chef Antonio Chiappini,
con la sua grande capacità
didattica, vi insegnerà
ad affrontare le preparazioni
di base senza difficoltà.

Corso pratico. Degustazione dei piatti preparati.

Inizio del corso:
martedì 13 settembre
dalle ore 10:00 alle ore 14:00
oppure
dalle ore 18:00 alle 22:00

sabato 17 settembre
dalle ore 10:00 alle ore 14:00

costo: € 600,00

LA CUCINA
VEGETARIANA

2 lezioni
1 lezione a settimana
di 4 ore


Non più la solita zuppa...
né le verdure grigliate!
Quando si incontrano gusto, leggerezza e creatività i piatti realizzati saranno una sorpresa e stupire con un menù vegetariano sarà un gioco da ragazzi!
Lo chef Marco De Vita
insegnerà e preparerà
insieme a voi
piatti sani e saporiti.

Corso pratico.

lunedì 26 e
mercoledì 28 settembre

dalle ore 17:00 alle ore 21:00

costo: € 200,00

Scuola di cucina
A TAVOLA
CON LO CHEF

La segreteria è aperta
dalle 9:00 alle 19:00
dal lunedì al venerdì
nella sede di
via dei Gracchi 60
tel. e fax 06.3203402
tel. 06.3222096
www.atavolaconlochef.it
E-mail:
info@atavolaconlochef.it