Tweet

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS |
| ASTERISCHI | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Scarica l'articolo in PDF

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Una Loira insolita

Montreal e Quebec City
la Francia in Nordamerica

Da Interlaken a Lucerna,
natura e storia

Da Vancouver ai parchi nazionali con i treni del Rocky Mountaineer

Da Colmar a Strasburgo
tra i Vini dell’Alsazia

Inverno in Carinzia,
tra i Mercati Natalizi

Un percorso gastronomico
lungo la Corsica

Un Giro d’Europa
in un Boccale di Birra

Cambogia: un Violoncellista
molto speciale

Un Tour nelle Langhe,
tra i Terroirs del Barolo

Pasqua nell’isola di Kos,
natura in festa e tradizioni

Un Giappone sconosciuto

Lecce e Salento, magie
di un percorso

Granada: dove il passato
è presente

Se in un bosco d’autunno
un viaggiatore…

Il tesoro verde di Urbania

Da Boston al Vermont

I mercatini di Natale,
tradizione da assaporare

Da Todi a Torgiano

Un percorso in Austria
tra piccole città storiche

Da Tolosa agli Alti Pirenei

Let it boat, una crociera anni ‘60

Un tour nelle terre del Chianti

L’orto botanico,
tesoro verde di Edimburgo

Da Locarno ad Ascona,
angoli di lago Maggiore

Un tour di San Francisco,
la City con “Gentle People”

Banff National Park:
dove la natura è regina

Atmosfere dell’Avvento, un giro
d’Europa pregustando il Natale

Tra vigneti e città storiche
in una Germania insolita

 

 

 

A cura della Redazione di Travel Carnet

In Irlanda del Nord
Surfing sulla costa nord. (foto Gardiner Mitchell/Tourism Ireland Imagery Library) Il Selciato dei Giganti nella Contea di Antrim. (foto Chris Hill/Tourism Ireland Imagery Library) Il gran numero di corsi d’acqua e la presenza del mare svolgono un ruolo cruciale nella gastronomia del territorio nordirlandese; le acque riparate di Strangford e Carlingford Loughs sono ricche di frutti di mare, i laghi e i fiumi traboccano di stupendi pesci d’acqua dolce, basti pensare alle anguille del Lough Neagh, una prelibatezza locale, o ai gamberi dall’incantevole paesino di Portavogie, oppure a un piatto di superbe ostriche di Dundrum.

Altre zone di produzione ittica comprendono le coste rocciose della Penisola di Ards e lo scintillante Carlingford Lough, habitat ideale per ostriche, capesante, cozze e granchi; o la costa di Antrim, dove viene allevato il famoso salmone di Glenarm.

Il Roscommon Castle. (foto Chris Hill/Tourism Ireland Imagery Library) Un tratto delle scogliere di Moher sulla costa ovest. (foto Roger Kinkead/Tourism Ireland Imagery Library) Killarney Lakes nella contea di Kerry. (foto Chris Hill/Tourism Ireland Imagery Library) Una trialberi ottocentesca ancorata a New Ross. (foto Abbie Trayler-Smith/Tourism Ireland Imagery Library)

Sulla Costa ovest dell’Irlanda
I sapori della costa occidentale sono i più disparati, dalle alghe marine commestibili come il carrageen e il dillisk a Sligo, alle ostriche locali, al miele del Burren dal caratteristico sapore di fiori, all’agnello di collina del Connemara, fino ai deliziosi formaggi di fattoria quali i formaggi biologici di capra e di mucca di Oisin, il formaggio di capra St Tola e il formaggio di pecora delle Cratloe Hills.

Le limpide acque dell’Atlantico sono l’habitat di pesci e molluschi freschissimi; e il paesaggio unico del Burren consente di realizzare conserve fatte con prodotti selvatici, come nocciole, prugnole, bacche di sorbo, more. Queste contee rurali producono anche un’immensa varietà di pancetta salata a secco, prosciutto, agnello affumicato con legno di quercia, manzo affumicato con torba e salsicce e salumi stagionati.

Un prato di erica sulle Wicklow Hills. (foto Chris Hill/Tourism Ireland Imagery Library) Motoscafi e barche sulle rive del fiume Shannon. (foto Holger Leue/Tourism Ireland Imagery Library) Una bancarella di ostriche al centro storico di Carlingford. (foto Brian Morrison/Tourism Ireland Imagery Library) Il settecentesco Cork English Market. (foto James Fennell/Tourism Ireland Imagery Library)

Sulla Costa sud dell’Irlanda
Le delizie culinarie della regione comprendono l’agnello di montagna, i formaggi di fattoria e la frutta. Non manca, naturalmente, la tradizione del pesce affumicato e salato, che si può gustare facendo sosta a Wexford, Cork, Kinsale, Dingle e Kenmare, ed è abbondante la presenza di molluschi e crostacei lungo tutto il territorio costiero.

D’estate le fragole di Wexford raggiungono il massimo splendore ed il miele di questa regione – considerato tra i migliori del mondo – è aromatico e intensamente saporito. Da ricordare, inoltre, che l’agnello di montagna del Kerry ha sapori diversi a seconda delle diverse erbe di cui si nutre. Infine, i ricchi pascoli della “Golden Vale” (Tipperary e North Cork) producono carne succulenta.

Misto di crostacei. (foto Jonathan Hession/Tourism Ireland Imagery Library) Esposizione di formaggi al Temple Bar di Dublino. (foto Holger Leue/Tourism Ireland Imagery Library) Le tradizionali focaccine della contea di Antrim. (foto Abbie Trayler-Smith/Tourism Ireland Imagery Library)

Sulla Costa est dell’Irlanda
Questa parte d’Irlanda, che accoglie Dublino, ospita il manzo delle razze Irish Hereford e Irish Angus, ambedue rinomate per il loro eccellente sapore. Anche il maiale ha una grande importanza nella cucina locale: particolarmente apprezzate la saporita pancetta salata a secco e le salsicce che sono gli ingredienti fondamentali del Dublin coddle, un piatto squisito servito con patate e cipolla.

Una nota di merito anche all’agnello delle Cooley Mountains, particolarmente gustoso; alla Guinness, probabilmente la marca di birra scura più popolare nel mondo; ai formaggi di fattoria, come il Wicklow Blue e il Wicklow Bawn; ai gamberi della baia di Dublino.


www.discoverireland.com/it/