Tweet

 



 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS |
| ASTERISCHI | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |


clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica

La neve, i vigneti, il teatro

Arte, musica
e una festa romantica



 

 

 

 

A cura della Redazione di Travel Carnet


Gli asterischi del mese di giugno 2013 presentano il nuovo Musiktheater di Linz, il programma di Naturarte in Basilicata, la nuova edizione di “A piedi tra le nuvole” nel Parco Nazionale del Gran Paradiso.

 

L’ANNO DELLA MUSICA A LINZ, CON IL NUOVO MUSIKTHEATER

L'ingresso del nuovo Musiktheater. (foto Landes Theater Linz) A Linz il 2013 è stato proclamato Anno della Musica. E per festeggiare la ricorrenza, è stato appena inaugurato il Musiktheater, un innovativo edificio ecologico firmato dallo studio di architettura londinese Terry Pawson. E’ il teatro dell'opera più moderno in Europa; si sviluppa su cinque piani, di cui due interrati, e sfoggia una torre del palcoscenico che comprende tre ulteriori livelli. La facciata abbraccia l'edificio come un enorme sipario, che a seconda delle necessità può essere rivestito da una scenografica maglia reticolare oppure lasciato completamente vetrato, per far entrare la luce del sole. La metafora architettonica del sipario, poi, prosegue anche all’interno, tanto che nel foyer ritorna la maglia reticolare. Il cuore di tutto il teatro, però è il palcoscenico: è un palco di ben 32 metri, il primo di tutta l’Austria ad essere girevole e multifunzionale, quindi modificabile a seconda delle esigenze dei registi e degli scenografi.

Veduta aerea del Musiktheater. (foto Landes Theater Linz) Ricostruzione grafica dell'intero edificio del Musiktheater. (foto Landes Theater Linz) L'esterno della Brucknerhaus. (foto Brucknerhaus)

Per un nuovo teatro musicale che viene inaugurato, ce n’è un altro che continua, con successo, il suo lavoro. È la Brucknerhaus, il teatro lungo la riva del Danubio che organizza di anno in anno un ricco programma di concerti e spettacoli. Manca poco, tra l’altro, al ritorno della Brucknerfest, che quest'anno si terrà dal 15 settembre al 6 ottobre e sarà all'insegna del motto "Impulsi". Il calendario dei concerti, ricco e innovativo, è stato predisposto dal nuovo direttore della Brucknerhaus, Hans Joachim Frey, già direttore d’opera alla Semperoper di Dresda.

www.linz.at/italiano/



ALLA SCOPERTA DELLA BASILICATA CON NATURARTE

Bellezze e risorse di un territorio ancora poco esplorato, quelle di quattro parchi presenti nel territorio lucano (Murgia, Pollino, Gallipoli Cognato e Appennino Lucano). Un’iniziativa, però, è stata messa a punto, grazie alla collaborazione con l’Apt Basilicata, con l’intento di divulgare al grande pubblico tutto il fascino di questa piccola, incantevole regione del sud. Si tratta di Naturarte: weekend dedicati alla scoperta di una terra generosa e di meravigliosi paesaggi, che si avvicenderanno fino al prossimo 8 settembre. Il cartellone prevede concerti, passeggiate in compagnia di guide esperte, ma anche degustazioni di prodotti tipici a km zero, banditori, attività ricreative e laboratori didattici: un’opportunità davvero irripetibile per vivere la Basilicata più autentica.

Località Palazzo nel comune di Accettura, punto di partenza delle escursioni nel Parco di Gallipoli Cognato. (foto Parco Regionale di Gallipoli Cognato) Paesaggio in Val d'Agri Lagonegrese. (foto Parco Nazionale Appennino Lucano) La cripta di San Vito nell'area del Parco della Murgia Materana. (foto Centro Educazione Ambientale Mario Tommaselli Matera) Masseria Radogna, centro visite nel Parco della Murgia Materana. (foto Centro Educazione Ambientale Mario Tommaselli Matera)

Attraverso questa iniziativa, l’intera terra della Basilicata diventa un unico paesaggio, seppur diviso nella sua biodiversità: una riserva protetta che si protende dai boschi e le attrattive geografiche dell’Appenino lucano, simili al Nord Europa, fino ai percorsi archeologici della Murgia e le sue chiese rupestri, per chiudere in bellezza con i Sassi di Matera, che sono stati inseriti dall’Unesco nell’ambito elenco del Patrimonio dell’Umanità.

Infoline: naturarte@parcomurgia.it

www.naturartebasilicata.it



PASSEGGIATE IN BICI E A PIEDI NEL PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO

Spegni il motore e ascolta la montagna. Questa l’idea alla base del progetto “A piedi tra le nuvole”, promosso all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso e giunto all’undicesima edizione, che si pone l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico alle tematiche della mobilità dolce, a basso impatto ambientale, e del rispetto della natura e dei suoi abitanti. Come ogni anno, i sei chilometri di strada che conducono al Colle del Nivolet saranno chiusi al traffico privato tutte le domeniche dal 7 luglio al 25 agosto e il giorno di Ferragosto: i più sportivi potranno cimentarsi con una bella passeggiata e raggiungere il colle a piedi o in bici, ma, come di consueto, verrà anche messo un servizio di navette, in collaborazione con GTT, che parte da Ceresole Reale e compie diverse fermate lungo il tragitto; sarà possibile arrivare al Nivolet comodamente in bus, oltre che da Ceresole, dalla Frazione Villa e dal parcheggio del Lago Serrù, anche da Pont Canavese, da Ivrea, da Rivarolo, da Castellamonte e da Cuorgnè.

Escursionisti in un prato di eriofori. (foto Enzo Massa Micon/Parco Nazionale Gran Paradiso) Ciclisti verso il Colle del Nivolet. (foto Giulio Zanetti/Parco Nazionale Gran Paradiso) Partenza di biciclette da Ceresole Reale. (foto Parco Nazionale Gran Paradiso) Il Lago Serrù. (foto Parco Nazionale Gran Paradiso)

Torna anche il servizio di bike sharing, potenziato e rinnovato rispetto allo scorso anno: 30 mountain bike da adulto e da ragazzo, con relativi caschi e kit di riparazione e manutenzione, sono pronte per l’affitto al Camping Piccolo Paradiso di Ceresole Reale (cell: 339/3081394 – tel: 0124/800242). Qualora poi la strada che conduce al colle si rivelasse troppo ripida, c’è un’ultima soluzione: caricare la bicicletta sul portabici delle navette alle fermate in frazione Villa e al Lago Serrù e farsi comodamente trasportare al Nivolet, dove, freschi e riposati, potrete fare una pedalata in alta quota, immersi in una cornice da sogno (per informazioni sul servizio navetta con bici è possibile contattare il numero verde 800-019152).

www.pngp.it