Tweet

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS |
| ASTERISCHI | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica

Mammuth, l’Uomo-Elefante

Passione, il suono di Napoli

The Tourist un Turista
poco Convincente

The King’s speech,
il Discorso di una Vita

Un inquietante cigno nero

Sorelle Mai

Habemus Papam

The tree of life

Cars 2

Detective Dee e il mistero
della fiamma fantasma

La pelle che abito

This must be the place

Anonymous

Midnight in Paris &
Capodanno a New York

The Iron Lady

Quasi amici

I fantasmi dell’Italia di ieri
e di oggi, veri o inventati

Il primo uomo
e To Rome with love

Dark shadows e Margin call

Estate al cinema
con Marilyn e Chef

Madagascar 3
ricercati in europa

Reality e l’Era glaciale 4

Io e te e Viva l’Italia

Una famiglia perfetta
non si può comprare…

La regola del silenzio
e Storia di Pi

Lincoln e Quartet

Anna Karenina e
Il figlio dell'altra

Benvenuto Presidente!

Viaggio sola

La grande bellezza

 

di Enrico Cerulli

 

Alla fine dell’estate, dal 28 agosto al 7 settembre si terrà la 70° edizione della Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, presieduta quest’anno da un presidente di giuria d’eccezione, Bernardo Bertolucci, che dopo trent’anni torna nuovamente a ricoprire questo ruolo. Al momento in cui scriviamo non è ancora stato divulgato ufficialmente l’elenco dei film in concorso, ma grazie ad un’indiscrezione del settimanale Variety, vi parleremo delle principali pellicole che probabilmente vedremo nella prestigiosa rassegna.

La locandina di The canyons, film di Paul Schrader. Paul Schrader presidente della Giuria della sezione Orizzonti. (foto Canyons, Sodium Fox)

Sicuramente ci sarà The canyons, di Paul Schrader (anche presidente della Giuria della sezione Orizzonti), un thriller erotico che racconta la storia di cinque ventenni alla ricerca di potere, gloria e amore a Hollywood. Protagonisti la giovane attrice Lindsay Lohan e il pornoattore James Deen.

 

 

La locandina del film di fantascienza Gravity, regia di Alfonso Cuaròn. George Clooney in un fotogramma del film Gravity. (foto Warner Bros. Italia) Di tutt’altro genere sarà Gravity, film di fantascienza di Alfonso Cuarón con Sandra Bullock e George Clooney. Qui due astronauti della ISS, la stazione spaziale internazionale, a causa di un incidente rimangono nello spazio soli e isolati, protetti soltanto dalle loro tute spaziali.

 

Chiwetel Ejiofor in una scena del film Twelve Years a Slave. (foto BIM Distribuzione) Il regista afroamericano Steve McQueen firma Twelve Years a Slave.

Il regista afroamericano Steve McQueen presenterà Twelve Years a Slave, basato sull’omonima autobiografia di Solomon Northup, un americano di colore di fine ‘800 che incredibilmente, pur essendo libero, rispondendo ad un annuncio di lavoro fu invece rapito e costretto in schiavitù per vent’anni.

Potrebbero esser presenti anche Captain Phillips di Paul Greengrass, la vera storia del dirottamento di una nave cargo statunitense ad opera di pirati somali, con protagonista Tom Hanks e Under the Skin, film di fantascienza di Jonathan Glazer, con Scarlett Johansson nei panni di un’avvenente aliena a caccia di prede umane.

Altri possibili film in mostra sono il fantascientifico The Zero Theorem di Terry Gilliam, con Christoph Waltz e Matt Damon, nonché i thriller Devil’s Knot di Atom Egoyan e Night Moves di Kelly Reichardt.

Tom Hanks protagonista di Captain Phillips, regia di Paul Greemgrass. (foto Warner Bros.) La bella aliena Scarlett Johansson nel film Under the Skin, regia di Jonathan Glazer. (foto BIM Distribuzione) Terry Gilliam, regista del film di fantascienza The Zero Theorem. (foto terrygilliam.it)

Della serie “potrebbe esser presente ma sarà meglio che non ci sia” il dramma Möbius del coreano Kim Kiduk, spaventosa e morbosa storia di violenza, incesto e autodistruzione in una famiglia. Disgraziatamente il titolo suona come Moebius film di fantascienza piuttosto interessante del 1996, diretto dall’argentino Gustavo Mosquera e girato dagli studenti della Universidad del Cine di Buenos Aires.

Molto meno probabile, ed è un peccato, è la partecipazione alla mostra di altri due film: Her di Spike Jonze, fantascientifica storia d’amore tra un uomo e un sistema informatico (con la voce di Scarlett Johansson), e Diana, film biografico di Olivier Hirschbiegel sugli ultimi anni di vita di Lady Diana d’Inghilterra, interpretata da Naomi Watts.

Da sapere:

Johnny Depp nel poster del personaggio Tonto in Lone Ranger, western di Gore Verbinski. Tre grandi interpreti per la commedia Uomini di parola, regia di Fisher Stevens. Anche quest’anno, come purtroppo d’abitudine in Italia, l’estate si presenta quanto mai arida di valide novità cinematografiche. Tuttavia ci sentiamo di consigliare, in uscita il 3 luglio, The Lone Ranger di Gore Verbinski, un western ricco di azione, umorismo ed avventura basato sull’omonimo e popolarissimo fumetto americano degli anni ’40. Protagonisti sono Armie Hammer e Johnny Depp (rispettivamente nel ruolo dell’eroe mascherato John Reid e del suo fedele alleato, l’indiano Tonto).

Un primo piano di Vincent Cassel, spietato boss in Trance, thriller di Danny Boyle. (foto 20th Century Fox) L’11 luglio esce anche Uomini di parola, commedia di Fisher Stevens, con protagonisti Al Pacino, Christopher Walken e Alan Arkin, nei panni di tre ex galeotti piuttosto irrequieti.

Il 29 agosto avremo nelle sale anche Trance, thriller di Danny Boyle in cui Vincent Cassel spicca nel ruolo del cattivo e spietato boss, alla ricerca di un misterioso e antico quadro di inestimabile valore.

In ultimo come negli anni passati, invitiamo tutti gli appassionati cinefili a frequentare i cinema estivi e le arene all’aperto, numerose nelle nostre principali città, per poter vedere i migliori film della stagione passata o i grandi classici d’autore.

 

www.labiennale.org/.it/cinema/