Tweet

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Una Donna tra Vigneti e Spartiti

Attrice con charme
manager con grinta

Iris Origo e la sua terra

Helene Grimaud

Roberta Guerra,
una scommessa vinta
in terra di Puglia

Francesca Loschiavo,
arredatrice
tra Cinecittà e Hollywood

Gae Aulenti e il Museo d’Orsay

La Vita di Maria Curie,
una Scia Luminosa

Cristina Bowerman,
estro culinario a Trastever
e

Ottavia Piccolo, intervista
tra ricordi e progetti

Intervista a Mirella Freni,
con Puccini a Modena

Gabriella Belli, il Mart
e altre storie

Donne tra scrittura e architettura

Viviana Varese, una Chef
innamorata del mediterraneo

Intervista a Vania Traxler

Il contributo di Giuditta
e Cristina all’Unità d’Italia

Intervista a Francesca Planeta

Intervista
ad Aurora Mazzucchelli

Intervista a Chiara Lungarotti

Un Orso d’oro per Meryl

Marietta Sabatini,
ovvero la cucina di Artusi

Chantal e i suoi giardini

Peggy Guggenheim, quando
la vita coincide con l’arte

Un tris di donne
per la Vancouver Art Gallery

Le donne di jazz Ascona

Due sguardi di donna alla
Mostra del Cinema di Venezia

 

 

Julia Marton-Lefèvre (Iucn) e Kirsti Kovanen (Icomos)

 

A cura della Redazione di Travel Carnet


Il Direttore Generale Julia Marton-Lefevre al CSD, Commission on Sustainable Development. (foto IUCN) Non tutti sanno che dietro le quinte del World Heritage List dell’Unesco, cui è affidato il compito di scegliere i siti del Patrimonio dell’Umanità e di vigilare sulla loro conservazione e tutela, tre organismi internazionali svolgono le funzioni di Comitati consultivi: l’Iccrom, l’Icomos e l’Iucn. In questi ultimi due, rivestono mansioni di responsabilità due donne: Julia Marton-Lefèvre e Kirsti Kovanen.

Julia Marton-Lefevre e Gerard Dock firmano l'accordo quinquennale tra IUCN e WAZA, World Association of Zoos and Aquariums. (foto IUCN) Julia Marton-Lefèvre è dal 2007 Direttore Generale della International Union for Conservation of Nature, con sede a Gland (Svizzera). Prima di ottenere tale carica, è stata rettore della University for Peace, promossa dalle Nazioni Unite. Di nazionalità franco-americana, nata in Ungheria e costretta a esiliare con la famiglia negli Stati Uniti nel 1957, Julia Marton-Lefèvre ha alle spalle un prestigioso curriculum in organizzazioni internazionali, e ha firmato un consistente numero di libri e pubblicazioni. Interrogata sul ruolo dell’Iucn e sulle sfide che deve affrontare, ha dichiarato: “La natura è fondamentale per la nostra sopravvivenza e la nostra prosperità, e ha urgente bisogno del nostro aiuto”.

Julia Marton-Lefevre stringe la partnership con la Repubblica di Corea nello scorso mese di luglio per l'incremento della conservazione della biodiversità. (foto IUCN) Da ricordare che l’Iucn, fondata nel 1948 con l’obiettivo di influenzare e assistere la comunità internazionale in materia ambientale, riconosce nel suo compito primario l’impegno che qualsiasi utilizzo delle risorse naturali “sia equo ed ecologicamente sostenibile”. Tra l’altro, l’Iucn è responsabile dell’elenco delle specie in via di estinzione (“Red List of threatened species) e del sistema di “Classificazione internazionale delle aree protette”.

La Riserva Paesaggistica Nazionale di Nor Yauyos nei pressi di Cochas nelle Ande peruviane, area inclusa nel programma IUCN per l'adattamento al cambio climatico basato sull'ecosistema di montagna. (foto Doris Cordero/IUCN) Venditrice di frutta e verdura in Thailandia. (foto IUCN) Triton Bay, area tutelata della Papua Nuova Guinea Occidentale. (foto IUCN)

Kirsti Kovanen eletta Segretaria Generale alla XVII Assemblea Generale di Icomos tenutasi a Parigi nel 2011. (foto Icomos) Kirsti Kovanen, da parte sua, è stata designata nel 2011 Segretario Generale dell’International Council on Monuments and Sites, con sede a Parigi. Finlandese, dopo essersi laureata in architettura a Helsinki si è specializzata all’Università inglese di York per poi tornare in patria, dove ha svolto un’ intensa attività tesa alla conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e architettonico. Fin dagli anni Ottanta, Kirsti Kovanen si è impegnata all’interno dell’Icomos, fino a ottenere la carica di presidente dell’Icomos Finlandia nel 2006.

Kirsti Kovanen (in prima fila a destra) con gli altri membri del Comitato Esecutivo Icomos  a Pechino nel 2012. (foto Icomos) Ricordiamo che l’Icomos è stato fondato nel 1965 al fine di promuovere la teoria, la metodologia e le tecnologie applicate alla conservazione, alla protezione e alla valorizzazione dei monumenti e dei siti di interesse culturale, in base ai principi sanciti dalla Carta di Venezia del 1964. Ne fanno parte oltre settemila membri, sparsi in tutto il mondo ed esperti di varie discipline: architetti, storici, archeologi, storici dell’arte, geografi, antropologi, ingegneri e urbanisti.

www.iucn.org

www.icomos.org