| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE |
| LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

vini di provenza

vini di provenza

vini di provenza

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Menu
della Campagna Romana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

i vini di provenza

La Francia produce vini famosi nel mondo: Bordeaux, Bourgogne, Champagne... nomi che evocano nell’immaginario collettivo «l’art de vivre» d’oltralpe.
Ma parlare soltanto di questi vini sarebbe riduttivo. Esempio: la Provenza,
che produce vari tipi di vini di ottima qualità, molti dei quali doc.

di Flavia Biondi

 

Le principali denominazioni regionali sono: Côte de Provence, Coteaux d’Aix, Coteaux des Baux de Provence, Coteaux Varois, Côtes du Luberon e Côtes du Rhône.
Il Côte de Provence è prodotto in una zona che si estende su 20.000 ettari e che copre tre dipartimenti: il Var, le Bocche del Rodano ed una parte delle Alpi Marittime. La zona di produzione è vasta, quindi è possibile affermare che esistono differenti tipi di Côte de Provence dalle diverse caratteristiche, dovute alla diversità climatica e geologica della regione. L’85% della produzione è consacrata al rosé, il 10 % ai rossi e solamente il 3 % ai bianchi.
Un Côte de Provence, che sia rosso, bianco o rosato può sorprenderci come deluderci.
I bianchi sono chiari e profumati, accompagnano perfettamente crostacei, frutti di mare e formaggi. I rosati, ottimi per l’aperitivo, se di ottima qualità possono ugualmente essere serviti a tavola con successo, in particolare durante la bella stagione. I rossi, meno conosciuti, possono sorprendere per il loro aroma e corposità ed accompagnare piatti della cucina più elaborata tenendo testa ad altri vini rossi più famosi.
Il Côte de Provence rosso prodotto dalla proprietà viticola «Les Maurines» annata 2008 ha ottenuto una stella sulla guida Hachette 2010.
I Coteaux d’Aix en Provence sono prodotti nella Provenza occidentale. Il terreno di questa zona è particolarmente calcareo ed il clima è dominato dal mistral. I Coteaux Varois en Provence, da parte loro, provengono principalmente da una zona che include 28 comuni, su 2.500 ettari a nord della città di Tolone; l’85% dei vini prodotti sotto questa denominazione sono rosé.
Les Côtes du Luberon coinvolgono una zona che si estende su 3.500 ettari fra Cavaillon e Apt. Per il 70% rossi, in generale sono particolarmente aromatici e vanno bevuti giovani.
Les Côtes du Rhône sono prodotti nella zona a sud della valle del Rodano. Il 95% della produzione è rappresentata dai rossi, che a seconda dei casi possono essere tanninici e corposi oppure fruttati e leggeri. Cito fra tutti lo «Chateauneuf du Pape», uno dei più famosi Côtes du Rhône, vino corposo il cui bouquet è costituito da aromi di cannella, vaniglia e frutti di bosco.
Grazie allo sviluppo dell’enoturismo, è possibile unire al piacere di una vacanza, la scoperta di differenti vini e le tradizioni gastronomiche delle aree di produzione. Per maggiori informazioni su questi itinerari, consultare i siti:
www.wine-gite.com
www.destination-provence.fr/Provence/oenotourisme-en-provence.html
http://www.sainte-roseline.com/demoiselles/
http://www.caveaucp.fr/