| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Cours Saleya.

Bancarella lungo Cours Saleya.

Negozio del centro storico.

Place Massena.

La Chiesa Russa.

Gastronomia nizzarda.

Prodotti tipici provenzali.

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica

Santorini, il più bel tramonto della Grecia

Kos, Terra di Ippocrate
tra Mare e Arte

Il Relais Rome
a Campo Marzio

Un Little Cottage a Berlino

Fabritious, una residenza
sul Singel di Amsterdam

Stoccolma, una vacanza
su 14 isole

Parigi, una città tra Storia
e Romanticismo

La primavera madrilena

 

 

 


Una casa-vacanza a pochi minuti dal mare della Costa Azzurra

di Irene Zandel


Angolo di Costa Azzurra. "Al nostro concittadino Giuseppe Garibaldi, eroe dei 2 mondi", la scritta, scolpita alla base della statua di colui che è uno dei maggiori artefici del nostro Risorgimento, la leggerete non in una qualunque piazza italiana, bensì oltre confine, in Francia, per la precisione nella centralissima piazza del Plebiscito di Nizza. La città (in francese Nice, Niça o Nissa in nizzardo), affacciata sulla Costa Azzurra, è attualmente il quinto comune della Francia e spicca per la sua assoluta vocazione turistica.
A renderla in qualche modo "italiana" non è solo l'aver dato nel 1807 i natali a Giuseppe Garibaldi ma tutta una serie di motivi, dall'antica appartenenza a Casa Savoia al centro vecchio, principalmente nella zona adiacente la "Piazza del Tribunale", dove si trovano ancora alcune tavole che mostrano la contea di Nizza prima della annessione alla Francia, oltre alle chiese secentesche e settecentesche che esprimono il medesimo stile che ritroviamo a Torino. Non a caso giornali come “La Voce di Nizza” prima e “Il Corriere della Costa Azzurra” poi, venivano interamente redatti a Nizza in lingua italiana; ancora oggi parte della popolazione autoctona porta un cognome italiano o "italianeggiante", cosa ancor più evidente per chi osservi le lapidi commemorative più vecchie (ad esempio quella che ricorda i caduti della Prima guerra mondiale).
A chiudere il cerchio, oggi, è il continuo confluire nella città di cittadini italiani, per ragioni sia di lavoro sia di turismo raggiungibile com'è dall'Italia via mare o via cielo (in questo caso, con diverse compagnie anche a basso costo Il soggiorno dell’appartamento. L’angolo cottura dell’appartamento. La stanza da letto dell’appartamento. come Blu Express o Easyjet). Per chi decide di andarci, la sistemazione migliore è a 500 metri dal mare e al centro della città, in Boulevard Victor Hugo, dove il proprietario, il sig. Craig Erskine (di lingua inglese) mette a disposizione dei suoi ospiti un grazioso appartamento di 60 metri quadri, completamente ristrutturato ed arredato per ospitare 4/6 persone. La cucina, a vista sul soggiorno, è completa di elettrodomestici e di lavatrice, la camera da letto ospita 4 persone ed è arredata con un letto matrimoniale e 2 divani letto, il bagno è dotato di box doccia.
Panorama del lungomare di Nizza. La posizione dell’appartamento permette di raggiungere a piedi molte delle bellezze di Nizza: la Promenade des Anglais, ossia la strada lungomare di Nizza, luogo di manifestazioni, esibizioni musicali, bancarelle nonché eventi quali il Carnevale di Nizza e la Battaglia dei fiori. Al civico 1 della Promenade, si erge il famoso Casinò Ruhl, tappa obbligata non solo per gli amanti del gioco. Se volete trascorrere una serata all’insegna dell’intrattenimento, semmai sorseggiando un calice di champagne, il Cabaret Ruhl è un’ottima alternativa a discoteche, locali notturni e ristoranti. Infatti all’interno del Casinò Ruhl è anche presente un ristorante decisamente di buon livello e gli spettacoli soddisfano sempre le aspettative anche del pubblico più esigente abbracciando atmosfere nostalgiche con le canzoni della Francia di inizio secolo, ballerine, acrobati e saltimbanchi.
Spostandosi dal Lungomare verso l’ interno, si arriva a Place de Massena, ove si innalzano le straordinarie opere d'arte moderna dell'artista Jaume Plensa: su piedistalli metallici sono posizionate figure umane dalle grandi dimensioni che al calar del sole si illuminano di colori vivaci. Sullo sfondo della piazza, la Galleria Lafayette. Stupenda anche la fontana dai flutti altissimi e il monumento dedicato alla Costa Azzurra.
Panorama della Vecchia Nizza. Assolutamente da vistare la città vecchia, percorsa da stradine tortuose che sfociano in vivaci piazze barocche. Il suo cuore è Cours Saleya, nel '700 la passeggiata dell’alta società e oggi sede del mercato dei fiori, sicuramente il più noto dei vari mercati di antiquariato e chincaglierie o di alimentari che animano questa zona di Nizza. Nella città vecchia, assolutamente da provare la cucina de “La Merenda”, piccolo ristorante di proprietà del signor Dominique Le Stanc, in Rue de la Terrace, ad appena 100 metri dal palazzo di Giustizia, dove è possibile assaporare una delle più buone cucine di Nizza: da non perdere il brasato alla provenzale, ossia uno spezzatino di carne in salsa con carote e farinata di ceci e per concludere l’ ottima torta alle barbabietole tipica del luogo.
Per un pranzo o una cena veloce e a portar via, o anche solo per fare colazione, il posto giusto è il panificio/pasticceria J. Multari, in Boulevard Gambetta, all’altezza del civico 26, dove è possibile trovare, con orario continuato dalle ore 7 alle 20, pane sempre caldo, dell’ottima pasticceria, panini, pizze farcite e naturalmente cappuccino e caffé quasi “all’italiana”.

Per info e prenotazioni della casa-vacanza di Nizza: www.homeaway.com.