Con
www.ballareviaggiando.it
balli e viaggi sul web


È on line il web magazine www.ballareviaggiando.it che intende focalizzare l’attenzione su tutti gli eventi correlati ai balli dei vari paesi (festival, spettacoli, appuntamenti, raduni, stage, libri, film, mostre) in programmazione in Italia o all’estero, invitando al contempo a viaggiare nei paesi di origine per scoprirne storia, tradizioni e cultura e a ballare in un’atmosfera tutta particolare…

Su BallareViaggiando.it – a cadenza mensile ma con aggiornamento costante delle news – focus tematici sui vari paesi che si esprimono nella danza, Italia compresa: da Cuba e la sua salsa, Santo Domingo e il merengue, la Spagna e il flamenco, Vienna e il valzer, la pizzica del Salento, Buenos Aires e il tango .... Più notizie e informazioni su pacchetti di viaggio a tema, crociere e itinerari legati al ballo, approfondimento degli eventi in programmazione, spettacoli, raduni, stage.

Il web magazine si articola infatti in tre sezioni base – paesindanza - eventiprotagonisti - cui si aggiunge tutta una serie di news su spettacoli, eventi,festival, appuntamenti, scuole di ballo, proposte di viaggio, curiosità, personaggi, emozioni della danza legate al cinema e alla letteratura e quant'altro.

Ballareviaggiando è presente anche su Facebook (Ballare Viaggiando Gruppo )

Una sezione - Cantare Ballando - è riservata agli anni 60/70, ai personaggi
e protagonisti di quegli anni
“ruggenti” con l'obiettivo di organizzare anche eventi musicali (Cantare Ballando Group).

Contatti:
Ester Ippolito Paparozzi (esterippolito@libero.it)
06-5122782
Cell. 333-439314

Livia Rocco
(liviarocco@tin.it
)

Elio Ippolito, responsabile di Cantare Ballando Group (elio.ippolito@libero.it)

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Scarica l'articolo in PDF

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Faro di Virginia

Marguerite Yourcenar
Grande Dame della letteratura

Novantanni di Vita
per il Festival di Salisburgo

Il Grand Palais
accoglie Monet

Leonard Bernstein,
la gioia di fare Musica

Alphonse Mucha, l’Artista dell’Art Nouveau

Ricordi di Mahler e della
Secessione in un weekend
d’inverno a Vienna

Un ricordo di Renoir
a San Marino in compagnia
di Monet e Cezanne

 

A cinque anni dalla morte di Pietro Garinei

di Eugenia Sciorilli

Pietro Garinei è stato uno degli ultimi veri gentlemen dello spettacolo italiano. Amatissimo dai divi che si esibivano sul palcoscenico del “suo” Teatro Sistina a Roma, ma anche dagli anonimi commercianti, baristi, passanti e spettatori che lo incrociavano sulla Via Sistina o nel suo teatro: perché a tutti sapeva regalare un sorriso garbato, un cordiale saluto, un gesto elegante. Se ne è andato cinque anni fa, nel maggio 2006, mentre stava organizzando la nuova stagione del Sistina, nel compianto generale. Persino oggi, quando lo ricordano, i dipendenti del teatro hanno gli occhi lucidi.
Anche il 2011 è un anno di anniversari per il Teatro Sistina: da più di 60 anni il teatro a pochi passi da Via del Tritone e Piazza Barberini regala emozioni al suo pubblico grazie a successi indimenticabili nel campo della commedia musicale.
Nel 1951, subito dopo aver inaugurato il Sistina con “La Bisarca”, un Pietro Garinei poco più che trentenne decide di soggiornare per un po’ di tempo a New York: vuole carpire i segreti del grande musical americano. Dopo aver assistito a numerosi spettacoli di Broadway, Garinei comprende che la chiave di volta è la geniale varietà e ricchezza delle coreografie. Da questa esperienza nella Big Apple, la premiata ditta Garinei e Giovannini troverà linfa vitale per i suoi capolavori, e lancerà un’eccezionale ballerina e soubrette: Delia Scala, protagonista insieme a un indimenticabile Domenico Modugno di “Rinaldo in campo”.
Dieci anni dopo, nel 1961, il terreno è pronto per uno degli spettacoli di maggior successo che il teatro italiano ricordi: “Rugantino”. È in quel periodo, infatti, che il compositore Armando Trovajoli comincia a dedicarsi alle musiche di scena per questa fortunatissima commedia musicale che approda al Teatro Sistina l’anno successivo, con un cast straordinario: primo fra tutti Nino Manfredi come protagonista, ma anche Aldo Fabrizi nei panni di Mastro Titta, Lea Massari nel ruolo di Rosetta, Bice Valori che impersonava Eusebia… Il successo di “Rugantino” è stato rinverdito proprio in queste ultime settimane, con un “tutto esaurito” permanente grazie a un Enrico Brignano in forma strepitosa.

Per ricordare Pietro Garinei e il suo teatro, propongo ai lettori di Travel Carnet una ricca galleria fotografica, fornita dall’archivio storico del Sistina, al cui ufficio stampa va un sincero “Grazie!”.

www.ilsistina.com