| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Frank Sinatra

Ava Gardner

Ava Gardner e Gregory Peck

Frank Sinatra insieme a Eleanor Roosvelt

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Scarica l'articolo in PDF

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Lo Scienziato
e il suo incontro
con gli astri

La Vergine e il Leone

Un Leone e un Sagittario

The King and the Queen

Gli scrittori preferiscono
le bionde...

Da quali stelle
siamo caduti? ...

Aurore e George


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La storia d’amore tra Ava Gardner e Frank Sinatra

dell’Astrologa Martina


“Oh, eccoti, finalmente...ma dove sei stata fin’ora?” chiese Bappie, curiosa e anche un po’ contrariata, mentre, sulla veranda di casa, ultimava il rito della colazione. Ava, scarmigliata, il bel volto segnato da una notte insonne, sorrise alla sorella: “Sono stata in giro, e mi sono divertita da pazzi. Con Frank Sinatra”.

Iniziò a raccontare. Lei e Frank si erano incontrati a una delle solite feste rutilanti di un produttore hollywoodiano a Palm Beach, e ne erano scappati insieme a un paio di bottiglie. Avevano parlato a lungo delle rispettive situazioni sentimentali, avevano bevuto parecchio, avevano fatto il tiro a segno con i lampioni stradali, usando un paio di pistole che Frank teneva nel cruscotto della sua auto; Ava, abituata alle armi da vera country girl americana, non si era fatta pregare per svuotare un caricatore mirando a una stella, che forse, per la sua lucentezza, le ricordava quanto lei stessa fosse divenuta un simbolo dello stardom. La scintilla tra loro due era scoccata ma la bravata era finita, come da copione, nella cella di una stazioncina di polizia, dalla quale entrambi erano stati tirati fuori da un abile press-agent inviato dalla casa cinematografica, che seppe usare argomenti molto persuasivi per convincere gli agenti a trattare con un occhio di riguardo le celebrità.

Ed entrambi, ormai, erano delle celebrità. Se Frank era già “the Voice”, inimitabile come cantante ma noto anche per le sue qualità recitative, Ava, definita “the Shape” per le sue forme perfette, era recentemente assurta a stella di prima grandezza, con alcune interpretazioni che ne avevano valorizzato il fascino e la sensualità. Hollywood si era impadronita di lei trasformandola in una vera diva, una femme fatale il cui ruolo le si sarebbe legato sia sullo schermo che nella vita. Frank abbandonò moglie e figli per lei, e la loro relazione divenne una sorta di scandalo permanente, che influenzò pesantemente le carriere di entrambi, accrescendo la fama di rovinafamiglie di Ava e quella di dongiovanni di Frank. Gli eccessi erano la loro caratteristica, anche nella vita privata: passionali, irrequieti, infedeli e dediti all’alcool, vissero una relazione tormentata, fatta di continue separazioni e riconciliazioni che logorarono progressivamente la loro unione, portando persino Frank a un tentativo di suicidio. La separazione, inevitabile, avvenne dopo sei travagliati anni di matrimonio; Ava, all’apice del successo finché la sua bellezza ebbe la freschezza abbagliante della gioventù, assistette nel tempo al declinare della propria carriera; negli ultimi anni, quelli della malattia, Frank le sarebbe rimasto comunque vicino con la sua premurosa amicizia.

L’irrequietezza e l’instabilità, caratteristiche peculiari della coppia Gardner - Sinatra, ben rappresentano alcuni tratti distintivi del Sagittario, segno al quale apparteneva Frank, che era nato il 12 dicembre 1915. Eclettico, avventuroso, volubile, capace di affascinare il pubblico e le donne, avrebbe avuto forse bisogno di una compagna capace di mitigare il suo eccesso di vitalità e di porre un freno al suo “vagabondare”. Il pianeta Giove, dominante del segno, porta il Sagittario all’espansione e alla ricerca di grandiosità, ma se non controllati i suoi influssi possono condurre a comportamenti smodati e stravaganti. Segno di Fuoco, Frank ne incarnava la bruciante ed esplosiva energia; la sua indole di Sagittario si manifestava nell’impazienza, nella permalosità, nell’estroversione, che erano la cifra del suo carattere. La duplicità del segno, che nell’iconografia è il centauro, un essere per metà uomo e per metà cavallo, dona ai nativi del Sagittario una natura spirituale e una materiale; razionalità e istinto, espresse attraverso la compresenza di conformismo e spirito di ribellione, inducono nei nati nel segno una conflittualità interiore non facilmente risolvibile.

Più complessa è l’influenza astrologica che possiamo riconoscere in Ava, nata il 24 dicembre 1922. Dal Capricorno, segno di Terra governato da Saturno, traeva la praticità, il realismo e una certa tendenza autoritaria a determinare le scelte altrui, mentre la data di nascita vicina alla cuspide con il Sagittario spiega la mutevolezza del carattere di Ava e il suo bisogno di vivere le esperienze della vita fino in fondo, esattamente come Frank. Dietro l’apparenza di donna indipendente e trasgressiva, Ava nascondeva la propria, drammatica fragilità; sebbene si fosse sposata tre volte, la paura di amare e di soffrire per le delusioni sentimentali le faceva rifuggire i legami stabili.

Riguardando al suo passato e alla sua vita affettiva, Ava avrebbe scritto nella sua biografia “Ho amato molto, ma forse senza saggezza”, e “Non rimpiango nulla della mia vita. La verità è che mi sono divertita moltissimo”. Visse fino a 67 anni, e Frank non si allontanò mai completamente da lei, fino alla sua morte nel 1990, quando lui era ancora “the Voice”. A dispetto dei molti matrimoni e delle reciproche infedeltà, furono, l’uno per l’altra, il grande amore di tutta una vita.