| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

La ricca decorazione a mosaico dell’interno della Chiesa della Martorana a Palermo.

La magnifica Fontana Pretoria a Palermo.

I cannoli della storica Pasticceria Cappello in Via Colonna Rotta a Palermo.

Catania, la Cattedrale barocca di Sant’Agata.

Uno scorcio della pescheria di Catania, uno dei luoghi più caratteristici e vivaci della città.

L’esposizione di frutta di Martorana nell’antica Pasticceria Savia di Catania all’angolo tra Via Etnea e Via Umberto.

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Menu
della Campagna Romana

I Vini della Provenza

La via culinaria
il salisburghese da Gourmet

A tavola con il Nobile tra le Contrade di Montepulciano

Sul solco della Tradizione un giovane Chef e le sue Ricette

Parmigiano Mon Amour!

Prosciutto di Parma,
un Re del gusto

Bere il territorio,
il concorso di Go Wine

Intervista a Beppe Maffioli
nel suo “Carlo Magno”

Tesori gastronomici
tra Rodano e Alpi

La Rocca di Vignola
e i tesori gastronomici
di Modena

Santa Lucia di Cava

 

 

 

 

 

 


Prelibatezze della gastronomia siciliana, che affondano le loro radici nei secoli

di Flavia Biondi

 

Prodotti ortofrutticoli della Sicilia. Poche tradizioni gastronomiche possono vantare una tale varietà di sapori ed origini come la cucina siciliana. Durante le varie epoche storiche, ogni dominazione ha lasciato la sua impronta, dando alla gastronomia siciliana delle caratteristiche uniche. L’argomento è molto vasto ed è purtroppo impossibile poter riassumere in poche righe la varietà dei sapori e dei profumi dell’isola.

Gli Arabi hanno importato in Sicilia molti ingredienti alla base di tantissimi piatti tradizionali : cannella, canna da zucchero, limoni , l’arance amare, mandorle, mandarini….

Gli arancini sferici, specialità di Palermo.  I famosi arancini hanno come origine un piatto arabo a base di riso con spezie e carne, al quale è stata aggiunta l’impanatura, probabilmente durante il regno di Federico II di Svevia e si è quindi trasformato in un cibo facilmente trasportabile. Gli Spagnoli faranno conoscere all’Europa i pomodori, ma bisognerà aspettare il XIX secolo per l’aggiunta di sugo in questa deliziosa pietanza.

Tanti piatti hanno origine araba: la pasta con le sarde, secondo una leggenda, è nata in seguito alla creazione di una ricetta a base di finocchietto selvatico, uva passa, pinoli e sarde da parte del cuoco del generale arabo Eufemio, che trovò cosi il modo per sfamare le truppe. Secondo Edrisi, geografo arabo, la pasta è nata in Sicilia ed il primo « pastificio » si trovava a Trabia in provincia di Palermo. Tra gli altri piatti ricordiamo Il cuscus, piatto trapanese a base di semola, molluschi e pesci di vario tipo, la cubbaita, un torrone tradizionale a base di sesamo, miele e zucchero, le panelle a base di farina di ceci che assieme ai «cazzilli» (crocchette di patate) sono un cibo di strada molto apprezzato dai palermitani.

Pomodori ciliegino di Pachino, paese in provincia di Siracusa. Le prime fabbriche della pasta secca, esportate in paesi cristiani e musulmani, sono anch’esse nate a Trabia. Controversa è invece l’origine dei dolci simbolo dell’isola: i cannoli. Si dice che i cannoli siano stati « inventati » dalle favorite residenti negli harem di Caltanissetta, ma secondo un’altra versione i cannoli venivano preparati dalle suore di un convento di clausura. È possibile che entrambe le versioni siano vere, in quanto con l’arrivo dei Normanni gli harem si svuotarono e molte donne si convertirono al cristianesimo e diventarono suore.

La cassata siciliana nella variante a glassa bianca con decorazioni di frutta candita. La meravigliosa cassata siciliana, nella sua versione moderna, ha diverse radici. All’inizio si trattava di un involucro di pasta al cui interno si trovava della ricotta con miele o zucchero (la cassata al forno), ma la cassata così come la conosciamo è stata creata nel 1878 dal pasticcere Salvatore Gulì. Si tratta di un dolce che ha attraversato i secoli, impreziosendosi di nuovi ingredienti con il passare del tempo, come la pasta di mandorle, il pan di spagna importato in Sicilia dagli spagnoli ed i frutti canditi e la famosa zuccata aggiunti proprio da Salvatore Gulì.

Varietà di frutta di Martorana, dolce tipico a base di farina di mandorle e zucchero. La frutta martorana è un’altra specialità dell’isola, preparata per la prima volta dalle suore benedettine del monastero fondato da Eloisa Martorana durante il periodo normanno. Anche il buccellato, dolce palermitano tipico preparato nel periodo natalizio, affonda le sue radici nella storia. Si tratta infatti di una ciambella ripiena di frutta secca e candita. Sembra che questo dolce sia stato importato dai lucchesi nel medioevo (anche a Lucca infatti esiste un dolce simile). Tuttavia la versione originale è stata modificata come testimonia la presenza di alcuni ingredienti tipici della tradizione mediterranea.

Le scacciate, piatto unico originario di Catania. E per ultimo vorrei citare due piatti di origine più recente, in omaggio alla mia città: Catania. La «scacciata» è un tipico calzone catanese di origine contadina, ripieno di broccoli o cavolfiori affogati, cipolle con aggiunta di tuma (formaggio di pecora fresco) e alcune volte di salsiccia sbriciolata. Una vera delizia presente sulla tavola sopratutto a Natale. La pasta alla norma, invece, è la pasta condita con un sugo di pomodoro fresco al quale si aggiungono cubetti di melanzane fritte e ricotta salata grattugiata. Sembra sia stato Nino Martoglio a dare il nome a questa ricetta molto semplice, composta da ingredienti antichi ma perfettamente in armonia tra loro.


 

 

 

GLI EVENTI
DI BOLGHERI MELODY

9 luglio
SOGNO DI UNA NOTTE
DI MEZZA ESTATE
Corpo di Ballo
del Teatro alla Scala

13 luglio
RAPHAEL GUALAZZI
Reality and Fantasy
Tour 2011

16 luglio
THE GENESIS GRIBUTE
Corpo di Ballo del Maggio
Musicale Fiorentino

21 luglio
MODA'

23 luglio
GIORGIO PANARIELLO

28 luglio
BRYAN FERRY
IN CONCERTO

30 luglio
GIANNA NANNINI

4 agosto
LA VEDOVA ALLEGRA
Compagnia Teatro Musica
Novecento

www.bolgherimelody.com