| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Laura sulla copertina del singolo Io canto, 2006.

Raccolta di inediti dal titolo Primavera in anticipo, 2008.

Quattordici canzoni per il cd Laura Live World Tour 2009.

Decimo album di Laura Pausini dal titolo Inedito, in uscita a novembre.

Il manifesto che pubblicizza il grande ritorno live di Laura Pausini, a Milano a dicembre di quest’anno e a Roma a gennaio 2012.

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Partita a Scacchi

Il Caleidoscopio:
...ovvero riflessioni
di un barman

Si fa presto a dire Martini
prima puntata
seconda puntata

Una simpatica Canaglia

La Corte dei Miracoli

Bluesman

Un Ricordo Speciale

Frasi d’amore

L’enciclopedia del gusto…

Quattro chiacchiere
con il Presidente

Te la do io l’America
prima puntata

Te la do io l’America
seconda puntata

Te la do io l’America
terza puntata

Due Filetti di Baccalà

Un Barman per amico

Stiamo uniti!!!

Speakeasy

L’occasione perduta

I nuovi carbonari

Vado in Messico

Vado in Messico
seconda puntata

La solitudine dei numeri primi

Ciao, tenente Colombo

V.E.sP.er n°2

Giorgia On my mind

Vacanze romane

 

 

Un nuovo ricordo dell’Assistant Bar Manager del de Russie

Incontro ravvicinato con una diva della canzone “in incognito”

di Sergio Trisolino

 

L’album che include la canzone La solitudine, vincitrice del Festival di Sanremo 1993. Sabato pomeriggio di una primavera inoltrata di qualche anno fa, forse il 2003. Giornata splendida a Roma, una di quelle che questa magica città sa regalare. Giornata ideale per una passeggiata, una piccola vacanza, una scappatella o chissà, magari la somma di tutte e tre le cose. Arrivano due ragazze, carine e soprattutto molto allegre e si siedono all’interno del bar dell’Hotel de Russie.

Le guardo e le squadro mentre mi avvicino per accoglierle e prendere l’ordine. Hanno tutte e due dei lunghi capelli scuri, bei volti, nascosti, se pur parzialmente, da grandi occhiali scuri. Pantaloni e giubbetto jeans come se portassero una divisa, sembrano due “paninare” degli anni ’80. Soprattutto sembrano due sorelle, ma scopro dalle prime battute che sono grandi amiche e che hanno una voglia sfrenata di divertirsi e di fare marachelle, anzi il fatto di stare lì è già di per sé una grossa trasgressione. Ma sono tutte mie congetture, sensazioni. A volte mi diverto a lasciar libera la fantasia.

La copertina del singolo in lingua spagnola pubblicato nel 1998. “Due club sandwich, con tante patatine fritte, ma senza salse che sono a dieta!”- mi dice la più scatenata delle due. Scoppio a ridere. – “ Dimmi un po’, chi è il tuo dietologo che ci vado anch’io?”- le rispondo divertito, deciso a stare al gioco.- “No, è che non potrei, ma è tanta la voglia di fare qualcosa di proibito…pensa che siamo scappate a Roma per un giorno e mezzo e nessuno sa che siamo qui!” Annuisco benevolo e sorrido compiaciuto che ancora una volta, il mio fiuto non mi ha tradito. Trasmetto l’ordine ai miei colleghi e torno al loro tavolo.

 

Faccio qualche passo e a quel punto, nonostante gli occhiali scuri, riconosco la ragazza della dieta. Non ci posso credere, è proprio lei! “Senti, ma lo sai che non ti avevo riconosciuta, eppure son famoso per avere un occhio da cecchino!”- “ Eh infatti sei il primo e spero l’ultimo ad esserci riuscito, che ti credi che vada in giro conciata così, tutti i giorni?”-“Beh, sono abituato a vederti in tv con altri abiti, qui davanti a me ho due simpatiche pischelle, difficile che ti riconoscano, anche perché se dovesse succedere saresti assediata dai fans e allora chiamami che ti vengo a salvare con una macchina!”.

The best of Laura Pausini, album uscito nel 2001. Le diedi il mio biglietto e la lasciai lì a godersi il suo momento di libertà. La scortai fino all’ingresso dell’hotel, suggerendo dei percorsi per raggiungere i vari luoghi turistici della città. Mi salutò con un bacio affettuoso sulla guancia e la guardai sparire tra la folla di quel sabato pomeriggio così assolato. Tornai al bar, ricco di quell’incontro che un giorno avrei, forse, raccontato. Una ragazza veramente simpatica, veramente speciale… Ah ragazzi, ho dimenticato di dirvelo, era… Laura Pausini!