| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA| NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Scarica l'articolo in PDF

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Faro di Virginia

Marguerite Yourcenar
Grande Dame della letteratura

Novantanni di Vita
per il Festival di Salisburgo

Il Grand Palais
accoglie Monet

Leonard Bernstein,
la gioia di fare Musica

Alphonse Mucha, l’Artista dell’Art Nouveau

Ricordi di Mahler e della
Secessione in un weekend
d’inverno a Vienna

Un ricordo di Renoir
a San Marino in compagnia
di Monet e Cezanne

Il Teatro Sistina,
anniversari da ricordare

Luchino Visconti, due film
e l’omaggio di un teatro

L’Austria per l’Italia Hotels
festeggia il suo quarto
di secolo

Pellegrino Artusi,
l’arte del mangiar bene

Il sogno della Belle Epoque
e la tavolozza di Boldini

Un uomo, la sua Recherche

La Belle Epoque e la Parigi
di Toulouse-Lautrec

Il grande cinema
di cinquanta anni fa

Rabindranath Tagore,
un giardiniere di versi

I 150 anni di Unità d’Italia
nelle mostre
della Venaria Reale

 

 

A 150 anni dalla nascita del grande artista viennese

di Eugenia Sciorilli

 

Il Palazzo della Secessione. (foto Wien Tourismus/Claudio Alessandri) Il grande critico d’arte Federico Zeri lo ha giustamente definito “interprete del fasto viennese”. Gustav Klimt, sublime pittore della Vienna asburgica che ha regalato al mondo le meraviglie dello Jugendstil, nacque nel 1862, e di lui quest’anno si festeggia il 150simo anniversario della nascita. Per rendergli omaggio, l’Ente per il Turismo di Vienna ha promosso una serie mostre, allestite nei musei più rappresentativi della città.

Particolare del Palazzo del Belvedere. (foto Wien Tourismus/Hertha Hurnaus) Non va dimenticato che, intorno al 1900, nella capitale austriaca si stava verificando una magnifica fioritura delle varie arti, dalla pittura all’architettura, dalla musica alla letteratura. Vienna era una città che ospitava in quell’epoca straordinari personaggi della cultura come Otto Wagner, Adolf Loos, Egon Schiele, Arthur Schnitzler, Hugo von Hoffmansthal, Gustav Mahler, Sigmund Freud, per citarne solo alcuni. Mentre l’Impero austro-ungarico si adagiava sulle tradizioni incamminandosi verso il suo drammatico declino, Klimt e gli altri grandi artisti del suo tempo assurgevano a simboli del Modernismo, che avrebbe rivoluzionato i canoni classici dell’arte ottocentesca.

Judith I, 1901. (foto Belvedere,Wien) Oltre all’elenco completo delle mostre temporanee, ricordo ai lettori di Travel Carnet che il MAK-Museo austriaco di Arti Applicate/Arte Contemporanea (Österreichisches Museum für angewandte Kunst/Gegenwartskunst - MAK) espone complessivamente nove disegni di Gustav Klimt per il Palais Stoclet di Bruxelles. Il MAK, che si affaccia sul Ring (lo splendido viale alberato che avvolge circolarmente il centro storico di Vienna) è inoltre proprietario del lascito delle Wiener Werkstätte comprendente lavori di Josef Hoffmann, Kolo Moser e di molti altri esponenti (www.mak.at).

Inoltre, dalla fine della prossima estate varrà senza dubbio la pena di visitare una Villa Klimt completamente restaurata. Si tratta, infatti, dell’unico studio perfettamente conservato di Gustav Klimt a Wien-Hietzing, che propone una panoramica sulle atmosfere creative e di vita dell'artista (www.klimt.at).

www.klimt2012.info

www.wien.info/it


LE MOSTRE DEDICATE A KLIMT

Attersee, 1901. (foto Leopold Museum) Österreichische Galerie al Castello del Belvedere
Mostra: Gustav Klimt/Josef Hoffmann. Pionieri della modernità
. (Gustav Klimt/Josef Hoffmann. Pioniere der Moderne)
Dal 25 Ottobre 2011 al 4 Marzo 2012
La mostra illustra la collaborazione di Gustav Klimts con Josef Hoffmann, l'architetto e fondatore delle Wiener Werkstätte che con la mostra dedicata a Beethoven al palazzo della Secessione di Vienna e con il Palais Stoclet a Bruxelles, ha imposto i dettami in ambito di opera artistica totale. La mostra si occupa inoltre di sondare l'influsso di Hoffmann sull'opera pittorica di Klimt.
www.belvedere.at

Ritratto di signora con cappa e cappello, 1897-1898. (foto Albertina) Kunsthistorisches Museum
Mostra: Gustav Klimt al Kunsthistorisches Museum
(Gustav Klimt im Kunsthistorischen Museum).
Dal 14 Febbraio al 6 Maggio 2012
Tra gli altri saranno esposti 13 dipinti e i bozzetti preparatori per la decorazione della grandiosa scalinata del Kunsthistorisches Museum. In questo modo, al visitatore sarà illustrata in dettaglio la nascita di queste opere che risale alla metà della fase creativa dell'artista.
www.khm.at

Fregio di Beethoven, 1901-1902. (foto Belvedere, Wien) Dettaglio del Fregio di Beethoven, 1901-1902. (foto Belvedere, Wien) Leopold Museum
Mostra:Klimt privato. Immagini – Lettere – Impressioni).
(Klimt Privatleben. Bild - Brief)
Dal 24 Febbraio all'11 Giugno 2012
La mostra presenta, tra gli altri, pezzi del lascito di Emilie Flöge, oltre alle lettere scambiate con Gustav Klimt. Al patrimonio permanente del museo appartengono, in aggiunta ai dipinti di Klimit, anche numerose opere degli artisti della Secessione nonché la collezione di opere di Egon Schiele più importante al mondo.
www.leopoldmuseum.org

Prato, 1906. (foto Belvedere, Wien) Albertina
Mostra: I disegni di Klimt (Klimt-Zeichnungen).
Dal 13 Marzo al 17 Giugno 2012
Accanto ai prestiti, la mostra presenta una sezione rilevante delle circa 170 opere della collezione del museo e offre un'ampia visione sull'opera grafica di Gustav Klimt.
www.albertina.at

Fritza Riedler, 1906. (foto Belvedere, Wien) Museo austriaco del Teatro (Österreichisches Theatermuseum)
Mostra: Contro Klimt. La "Nuda Veritas" e il suo sostenitore Hermann Bahr. (Gegen Klimt. Die „Nuda Veritas" und ihr Verteidiger Hermann Bahr)
Dal 10 Maggio al 29 Ottobre 2012
Il dipinto "Nuda Veritas" realizzato da Gustav Klimt nel 1898 era di proprietà dello scrittore Hermann Bahr che nella sua opera "Contro Klimt" si schierò a favore dell'artista durante le polemiche che interessarono la produzione artistica del pittore. Accanto ai quadri di Klimt, saranno esposte anche opere della produzione di Bahr.
www.theatermuseum.at

Wien Museum
Mostra: La collezione del Wien Museum
(Die Sammlung des Wien Museums Klimt) 
Il Bacio, 1907-1908. (foto Belvedere, Wien)  Dal 16 Maggio al 16 Settembre 2012
Saranno esposte opere del pittore provenienti dalla ricca collezione del museo su Gustav Klimt, tra cui il ritratto di Emilie Flöge, manifesti, stampe, il camice da lavoro dell'artista, la maschera funeraria oltre a un disegno di Gustav Klimt morto realizzato da Egon Schiele. La chicca della mostra è rappresentata comunque dai 400 disegni che costituiscono il patrimonio più grande al modo di questa tecnica artistica utilizzata da Klimt e che viene completamente esposto al pubblico per la prima volta.
www.wienmuseum.at

Avenue, 1912 circa. (foto Belvedere, Wien) Museo di Etnologia (Museum für Volkskunde)
Mostra: Focus sull'oggetto: la collezione di campionature di tessuto di Emilie Flöge. (Objekt im Fokus: Die Textilmustersammlung Emilie Flöges)
Dal 24 Maggio al 14 Ottobre 2012
La mostra esporrà le campionature di tessuto conservate da Emilie Flöge che era molto legata a Gustav Klimt. Nella Vienna della Jahrhundertwende, Emilie gestiva un atelier di moda per il quale creava personalmente i modelli.
www.volkskundemuseum.at

Vita e Morte, 1910-1915. (foto Leopold Museum) Künstlerhaus
Mostra: Klimt e la Künstlerhaus
(Klimt und das Künstlerhaus).
Dal 6 Luglio al 2 Settembre 2012
La mostra documenta l'influsso e la collaborazione di Gustav Klimt per la Künstlerhaus di cui fu membro dal 1891 al 1897.
www.k-haus.at