Tweet

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Partita a Scacchi

Il Caleidoscopio:
...ovvero riflessioni
di un barman

Si fa presto a dire Martini
prima puntata
seconda puntata

Una simpatica Canaglia

La Corte dei Miracoli

Bluesman

Un Ricordo Speciale

Frasi d’amore

L’enciclopedia del gusto…

Quattro chiacchiere
con il Presidente

Te la do io l’America
prima puntata
seconda puntata
terza puntata

Due Filetti di Baccalà

Un Barman per amico

Stiamo uniti!!!

Speakeasy

L’occasione perduta

I nuovi carbonari

Vado in Messico

prima puntata
seconda puntata

La solitudine dei numeri primi

Ciao, tenente Colombo

V.E.sP.er n°2

Giorgia On my mind

Vacanze romane

Altre vacanze romane

"I can’t get satisfaction!"

Dedica ad un caro amico

Un ricordo di felicità

Signori ci si nasce…

La Roma dell’Est
seconda puntata

Il comune senso…
del doppio senso!

L’apparenza inganna

L’abc del gusto

Illusioni o realtà
prima puntata
seconda puntata

Bollicine

 

 

Due popolari cantanti nel racconto
dell’Assistant Bar Manager dell’Hotel de Russie

di Sergio Trisolino

I Belong To You Eros, duetto interpretato da Anastacia e Ramazzotti, etichetta Sony BMG Ariola 2006. Quando sento girare per radio una canzone della cantante Anastacia, mi vengono in mente questi tre aggettivi: bella, brava e simpatica! E mi viene anche il ricordo di qualche anno fa quando venne in Italia per presentare il brano I belong to you insieme a Eros Ramazzotti e che divenne poi un grande successo. I Fantastici Due soggiornarono in albergo per tre giorni ( ma no!!!... non nella stessa camera, maliziosi che altro non siete!) e furono ovviamente giorni molto intensi tra interviste, passaggi in radio e in televisione e ospitate nei vari programmi principali.

Not that Kind, primo album di Anastacia che le valse il triplo disco di platino nel 2001 in Australia, etichetta Sony BMG. In realtà insieme li ho visti solo una volta, in un tardo pomeriggio, giusto il tempo di prendere un leggero aperitivo. Grande feeling tra di loro. Il nostro Ramazzotti si dimostrò accorto a rendere gli onori di casa alla sua collega di oltre oceano e con il suo caratteristico “fare” romano a farla sentire a proprio agio con battute e piccoli scherzi e, perché no, anche con un leggero, discreto corteggiamento tipico di noi italiani, tanto apprezzato dalle donne straniere. A dire il vero, il buon Eros si impegnava a corteggiare un po’ tutte quelle che gli capitavano a tiro, comprese un paio di mie colleghe, tanto per fare onore al suo nome, ma questa è un’altra storia.

Freak in Nature ossia Scherzo della natura, dieci milioni di copie vendute solamente nell'anno di uscita di questo secondo album, etichetta Sony BMG 2001. Anastacia…che dire di Anastacia. Intanto che è una donna bellissima. Sguardo e sorriso che ti inchiodano e poi questo fascino di una bellezza rara, composta da incroci di razze diverse dalle quali spicca il tratto pellerossa e che fa decisamente la differenza. E poi la simpatia e la disponibilità. Mi ha sempre colpito questo fatto. Ho conosciuto nella mia carriera tanti grandi nomi del cinema e della musica internazionale e sembra di stare a parlare con il vicino della porta accanto, poi ti arriva l’ultima comparsa della più sfigata soap-opera italiana e se la tira manco avesse vinto il premio Oscar, precedendo Robert de Niro o Al Pacino!

Il singolo Boom, colonna sonora dei Mondiali di Calcio FIFA 2002 Corea-Giappone. Insomma, arriva l’ultima sera del soggiorno italiano di Anastacia. La cantante con il suo staff, circa una ventina di persone, torna da una cena fatta in un noto ristorante romano e si ferma al bar per terminare in relax la lunga giornata. Nella grande sala del bar ci sono alcuni tavoli occupati dagli ospiti dell’hotel, c’è anche qualche cliente romano, nostro habitué, ma soprattutto c’è in un angolo un invitante pianoforte a mezzacoda che aspetta solo di essere un po’ strapazzato. Che fantastica magia sta per accendersi!!! Un ragazzo di colore del gruppo di Anastacia mi chiede se può suonare qualche nota…”why not?”…rispondo, togliendo la musica di sottofondo. Comincia a suonare un po’ in sordina quasi non volesse disturbare le persone presenti, la sala è praticamente piena, quasi una trentina di persone. Le sue mani cominciano a “volare” sulla tastiera e Anastacia si accorge di lui. Si avvicina e si appoggia al pianoforte, qualche sguardo d’intesa tra il giovane fenomeno che sta suonando e parte la sua voce.

Anastacia, album di maggior successo fino ad oggi, etichetta Sony BMG 2004. Che meraviglia!!! Anastacia non canta le sue canzoni ma i grandi classici della discografia americana, un po’ come noi quando ci ritroviamo in un gruppo di amici con la chitarra e attacchiamo Battisti o Baglioni o Gino Paoli o De Andrè. Che spettacolo!!! La Grande ci regala in sequenza nove brani, praticamente un mini concerto spaziando nei vari generi musicali, ma la cosa che colpisce è la voce. Cantare in una sala piena di gente senza microfono e “farsi sentire” non è da tutti e lei ha una tale potenza e estensione vocale che le consente di fare ciò che vuole. Ma soprattutto ti rendi conto che non è solo la sua voce, quella che senti. Senti anche un’Energia che le parte da dentro e ti prende, ti investe e ti conquista…e quasi, quasi t’innamori…e io quella sera, quasi, quasi m’innamorai…

Pieces of Dreams, raccolta di tutti i singoli e quattro inediti, etichetta Sony BMG 2005. Heavy Rotation, etichetta Mercury Records 2008. La paperella Diva Charity Duck, importante iniziativa dell' Anastacia Fund 2011 per la raccolta di fondi a favore della ricerca contro il cancro al seno.