Tweet

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Il Teatro Massimo. (foto  Gandolfo Cannatella/Dreamstime.com)

La sala interna del ristorante Il Cambusone. (foto Il Cambusone)

Cioccolato su biscotto al cacao della cioccolateria Il Rintocco. (foto Il Rintocco)

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica

Santorini, il più bel tramonto della Grecia

Kos, Terra di Ippocrate
tra Mare e Arte

Il Relais Rome
a Campo Marzio

Un Little Cottage a Berlino

Fabritious, una residenza
sul Singel di Amsterdam

Stoccolma, una vacanza
su 14 isole

Parigi, una città tra Storia
e Romanticismo

La primavera madrilena

Nizza, una città di confine

Valencia vale una visita
a qualunque stagione

Riccione tra mare
e divertimento

Atene, città antica
e sempre nuova

Lanzarote,
isola tra mare e oceano

Firenze, quintessenza
del Rinascimento

I ritmi tranquilli di Dublino

Dicembre a Milano

Malta, un tesoro
del Mediterraneo

Il Carnevale di Venezia:
la vita è teatro!

Cannes, capitale europea
del cinema

Bologna, la Bella

 

 

Una casa-vacanza per gustare…

di Irene Zandel

Il Palazzo dei Normanni oggi sede dell'Assemblea Regionale Siciliana e dell'Osservatorio Astronomico di Palermo. “Palermo è come una persona per bene, ci si può fidare sempre”, risuona un famoso proverbio siciliano. Ed è vero…Palermo è una città bella e immensa, ornata di tante eleganze, ricca di bellezze naturali e artistiche.

È una città greca per le sue origini, per la luminosità del suo cielo e per le mètopi del suo museo, di bellezza non inferiore a quelle di Olimpia. È città romana per il ricordo delle sue lotte contro Cartagine e per i mosaici della villa Bonanno. È città araba per le piccole cupole di alcune sue chiese, eredi delle moschee. È città francese per la dinastia degli Altavilla che l'abbellirono. È città tedesca per le tombe degli Hohenstaufen. È città spagnola per Carlo Quinto, inglese per Nelson e Lady Hamilton, come scrive Roger Peyrefitte.

L'ingresso della Cattedrale di Santa Maria dell'Ammiraglio. (foto Federico Labranca) Per chi volesse visitarla in qualsiasi periodo dell’anno (e ancor di più in questo mese, a maggio, vista la rassegna "Cortili Aperti" a Palermo: suggestivi spazi nel cuore del centro storico cittadino aprono le loro porte al pubblico) consigliamo Casa Serpotta nel centro di Palermo, in via Giacomo Serpotta 94 (per info e prenotazioni tel. 380-5034228), a pochi passi dal famoso “Mercato dell’Antiquariato delle Pulci”, dallo storico mercato del “Capo”, nonché in una posizione strategica che consente di raggiungere facilmente a piedi i luoghi di maggior interesse storico-architettonico della città: Cattedrale, Teatro Massimo, Palazzo dei Normanni, Piazza Politeama, Corso Vittorio Emanuele, Via Libertà.

Il salone. La camera matrimoniale. L'angolo cottura. La zona pranzo.


L'appartamento, che si caratterizza per la sua ampiezza (circa 75 mq ), la silenziosità, la luminosità degli spazi e per i suoi pavimenti decorati secondo lo stile dell’epoca, si compone di cucina completamente attrezzata, sala da pranzo, ampio soggiorno, camera matrimoniale e bagno. E’ dotato di TV con DVD, musica hi-fi, aria condizionata/riscaldamento autonomo inclusi nel prezzo.
Questo grazioso appartamento è la soluzione ideale per una coppia. La proprietaria, la signora Terrana, vi farà trovare dei buoni biscotti, frutta, latte, caffè, thè e marmellate per una buona colazione siciliana che preparerete tranquillamente, in piena intimità familiare.

L'interno della Chiesa di San Cataldo. (foto Michele Mondello/Dreamstime.com) Nelle vicinanze dell'appartamento si trova la trattoria “Ai Cascinari”, rinomata per la sua cucina tipica e il suo ottimo rapporto qualità-prezzo (Via D'Ossuna 43-45, tel. 091-6519804). Assolutamente da assaggiare i dolci, le delicatissime polpettine di melanzane e la pasta al nero di seppia.

A piazza Verdi, in pieno centro alle spalle del celeberrimo Teatro Massimo, si trova il ristorante "Il Cambusone", cucina tipica siciliana a base di pesce.Buona qualità di pesce per un prezzo imbattibile, Le cupole rosse di San Giovanni degli Eremiti. (foto Quanthem/Dreamstime.com) circa 25 euro: tra le specialità del menù,pasta con i ricci, risotto alla marinara, fettuccine con gamberetti e pesto e mandorle.
Di fronte al Teatro Massimo, a circa 800 metri da casa Serpotta, si trovalazona di locali definita dai palermitani, della Champagneria, in onore al primo locale che fece da apripista a tutti gli altri. Oggi conta innumerevoli locali in stile movida madrilena, uno accanto all'altro e di dimensioni medio piccole; tra questi vi segnaliamo il Pub "il Siciliano", in via dell'Orologio 37, e appena pochi metri avanti la Cioccolateria "Il Rintocco", in Via dell'Orologio 14, per una dolce sosta a base di cioccolata calda pomeridiana nel tour monumentale palermitano.


L'esterno della Chiesa di Santa Maria della Catena. (foto Hszeee) La barocca Fontana Pretoria. (foto Pava) Il Teatro Politeama. (foto Tupungato/Dreamstime.com)