Tweet

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Faro di Virginia

Marguerite Yourcenar
Grande Dame della letteratura

Novantanni di Vita
per il Festival di Salisburgo

Il Grand Palais accoglie Monet

Leonard Bernstein,
la gioia di fare Musica

Alphonse Mucha, l’Artista
dell’Art Nouveau

Ricordi di Mahler e della
Secessione in un weekend
d’inverno a Vienna

Un ricordo di Renoir a San Marino
in compagnia di Monet e Cezanne

Il Teatro Sistina,
anniversari da ricordare

Luchino Visconti, due film
e l’omaggio di un teatro

L’Austria per l’Italia Hotels
festeggia il suo quarto di secolo

Pellegrino Artusi,
l’arte del mangiar bene

Il sogno della Belle Epoque
e la tavolozza di Boldini

Un uomo, la sua Recherche

La Belle Epoque e la Parigi
di Toulouse-Lautrec

Il grande cinema
di cinquanta anni fa

Rabindranath Tagore,
un giardiniere di versi

I 150 anni di Unità d’Italia
nelle mostre della Venaria Reale

Gustav Klimt,
simbolo del Modernismo

Claude Debussy,
l'impressionista della musica

Sei premi Oscar da ricordare

L’Open Air Theatre
al Regent’s Park di Londra

Il Golden Gate Bridge
e i suoi magnifici 75 anni

Bruno Walter, la magia del suono

Francesco Guardi,
un invito al Museo Correr

 

 

 

Dal 1922 è una delle più spettacolari riserve naturali d’Europa

di Eugenia Sciorilli


Un'immagine del 1922 che ritrae le guardie forestali del primo parco nazionale italiano. (foto Archivio Storico del Parco Nazionale del Gran Paradiso) Il 3 dicembre 1922 è una data storica per la tutela dell’ambiente in Italia: viene infatti istituito il primo parco nazionale italiano, quello del Gran Paradiso, in una splendida zona di montagna tra Piemonte e Val d’Aosta, “allo scopo di preservare la fauna e la flora e di preservarne le speciali formazioni geologiche, nonché la bellezza del paesaggio”. Già tre anni prima, l’allora regnante Vittorio Emanuele III si dichiarò disposto a regalare i 2100 ettari di riserva di caccia che si estendeva su quel territorio purché fosse creato un parco nazionale, con particolare attenzione alla salvaguardia dello stambecco.

Il lago nel Vallone di Forzo in Val Soana. (foto Giampaolo Palladino/Parco Nazionale Gran Paradiso) Quest’anno, dunque, il Parco Nazionale del Gran Paradiso festeggia il suo novantesimo anniversario, ma già nel 2006 ha raggiunto un traguardo significativo: è stato infatti insignito del Diploma europeo delle aree protette, assegnato dal Consiglio d'Europa ad aree protette naturali o semi-naturali che siano di interesse europeo dal punto di vista della conservazione della diversità biologica, geologica o paesaggistica e che godano di un adeguato livello di protezione.

Agenti di sorveglianza in Val di Rhemes. (foto Viviana Verthuy/Parco Nazionale Gran Paradiso) Uno straordinario equilibrio tra conservazione e sviluppo sostenibile è la chiave del successo del Parco del Gran Paradiso, che attualmente registra 1,9 milioni di presenze l’anno, mette a disposizione dei suoi visitatori una rete di sentieri di 850 chilometri e ha creato una serie di progetti finalizzati a valorizzare i prodotti e le imprese locali, come il Marchio di Qualità Gran Paradiso.

Paesaggio della Valle Orco. (Elio Polla/Parco Nazionale Gran Paradiso) Di rinomanza internazionale il Giardino Botanico Alpino Paradisia, che può essere visitato ancora per qualche giorno (fino al 9 settembre) o dal prossimo mese di giugno. Questo meraviglioso giardino è stato fondato nel luglio 1955 e accoglie circa mille specie di piante delle Alpi e degli Appennini, oltre a esempi eccezionali della flora di altri gruppi montuosi di tutto il mondo, dall’Europa all’Asia, fino al continente americano. Situato a 1.700 metri di altezza a Valnontey, nei pressi di Cogne, il Giardino Botanico Alpino Paradisia ospita nei mesi della sua apertura estiva varie attività, tra cui laboratori didattici e corsi di giardinaggio.

www.pngp.it

 

Cascata nella Valle Orco. (foto Paolo Guglielmetti/Parco Nazionale Gran Paradiso) Un esemplare di pino cembro. (foto Parco Nazionale Gran Paradiso) Una coppia di lontre. (foto Luciano Ramires/Parco Nazionale Gran Paradiso)

Scoiattolo comune, sciurus vulgaris. (foto Federico Peretti/Parco Nazionale Gran Paradiso) Femmina di stambecco con il suo piccolo. Dario Di Siena/Parco Nazionale Gran Paradiso) Fioritura di anemone halleri. (foto Dario di Siena/Parco Nazionale Gran Paradiso)