Tweet

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO |
| RITRATTI DI ARTISTI | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Scarica l'articolo in PDF

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica

Mammuth, l’Uomo-Elefante

Passione, il suono di Napoli

The Tourist un Turista
poco Convincente

The King’s speech,
il Discorso di una Vita

Un inquietante cigno nero

Sorelle Mai

Habemus Papam

The tree of life

Cars 2

Detective Dee e il mistero
della fiamma fantasma

La pelle che abito

This must be the place

Anonymous

Midnight in Paris &
Capodanno a New York

The Iron Lady

Quasi amici

I fantasmi dell’Italia di ieri
e di oggi, veri o inventati

Il primo uomo
e To Rome with love

Dark shadows e Margin call

Estate al cinema
con Marilyn e Chef


Degli animali molto umani…
Novanta minuti di divertimento per grandi e piccoli

 

di Enrico Cerulli


La locandina italiana.  In questo terzo episodio della fortunata serie ideata e diretta dai registi Conrad Vernon, Eric Darnell e Tom McGrath, troviamo i quattro animali protagonisti: Alex (il leone), Marty (la zebra), Melman (la giraffa), Gloria (l’ippopotamo), nonché l’eccentrico Julien, re dei lemuri nella savana africana. Lungi dall’essere a loro agio in quest’ambiente sono presi dalla nostalgia per il loro luogo natio, lo zoo di New York. Decidono quindi di chiedere aiuto ad una intraprendente banda di pinguini e scimpanzé che possiedono un bizzarro mezzo volante. Li raggiungono in Europa, a Montecarlo e da lì, unendosi ad un circo di altri animali, proseguono per Roma e Londra.

Il circo allestito all'interno del Colosseo. (foto DreamsWorks Animation) Dopo molte rocambolesche avventure, riusciranno finalmente a tornare a New York per un grande spettacolo del circo. La cattiva di turno, che li vuole catturare, per ricavare dalla testa del leone Alex un trofeo, è il capitano Chantel DuBois, una spietata accalappiatrice che paradossalmente, proprio lei, ha atteggiamenti animaleschi. I nostri simpatici animali invece, oltre a divertire e far ridere adulti e bambini per tutto il film, danno il meglio di sé esprimendo qualità prettamente umane, come amore, amicizia e solidarietà.

Il leone Alex, l'ippopotamo Gloria, il giaguaro Gia, La zebra Marty e la giraffa Melman. (foto DreamsWorks Animation) Bisogna ammettere che questo Madagascar 3, pur presentandosi come un semplice e poco impegnativo film d’animazione per famiglie, tuttavia è una pellicola piuttosto convincente. C’è una buona storia, dei personaggi ben caratterizzati, un buon ritmo, complice anche un’azzeccata selezione di successi di musica pop e disco come colonna sonora. Le immagini, grazie ai potenti mezzi della casa di produzione DreamWorks Animation, sono stupefacenti per qualità e definizione, spiccando soprattutto per quanto riguarda i colori e la cura nei dettagli.

Il re dei lemuri Julien. (foto DreamsWorks Animation) La fuga di Alex, Marty, Gloria e Melman. (foto DreamsWorks Animation) La tigre Vitaly e Gia. (foto DreamsWorks Animation) Il terribile Capitano Chantel Dubois. (foto DreamsWorks Animation)

 

E inoltre…

A settembre, finalmente, torna nelle sale il cinema d’autore. Consigliamo Bella addormentata, di Marco Bellocchio, liberamente ispirato al caso di Luana Englaro, e L’intervallo di Leonardo di Costanzo, entrambi in concorso all’ultima edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Interessanti sono anche È stato il figlio di Daniele Ciprì e Reality di Matteo Garrone, due storie che usano un misto di dramma, comicità e grottesco, per illustrare l’attuale deriva verso il materialismo e la mera esteriorità degli strati più bassi e poveri della nostra società. Complice una cultura di massa sempre più orientata in tal senso.

Segnaliamo anche Prometheus, film di fantascienza dalla trama piuttosto complicata, del regista di Alien, Ridley Scott. Forse è al di sotto delle aspettative, perché in sintesi è sempre basato sull’immagine dell’alieno-parassita e sull’idea degli alieni come origine della specie umana.

La locandina di Bella addormentata, regia di Marco Bellocchio. La locandina di È stato il figlio, regia di Daniele Ciprì. La locandina de L'intervallo, regia di Leonardo Di Costanzo. La locandina italiana di Prometheus, regia di Ridley Scott.