Tweet

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS |
| ASTERISCHI | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Faro di Virginia

Marguerite Yourcenar
Grande Dame della letteratura

Novantanni di Vita
per il Festival di Salisburgo

Il Grand Palais accoglie Monet

Leonard Bernstein,
la gioia di fare Musica

Alphonse Mucha, l’Artista
dell’Art Nouveau

Ricordi di Mahler e della
Secessione in un weekend
d’inverno a Vienna

Un ricordo di Renoir a San Marino
in compagnia di Monet e Cezanne

Il Teatro Sistina,
anniversari da ricordare

Luchino Visconti, due film
e l’omaggio di un teatro

L’Austria per l’Italia Hotels
festeggia il suo quarto di secolo

Pellegrino Artusi,
l’arte del mangiar bene

Il sogno della Belle Epoque
e la tavolozza di Boldini

Un uomo, la sua Recherche

La Belle Epoque e la Parigi
di Toulouse-Lautrec

Il grande cinema
di cinquanta anni fa

Rabindranath Tagore,
un giardiniere di versi

I 150 anni di Unità d’Italia
nelle mostre della Venaria Reale

Gustav Klimt,
simbolo del Modernismo

Claude Debussy,
l'impressionista della musica

Sei premi Oscar da ricordare

L’Open Air Theatre
al Regent’s Park di Londra

Il Golden Gate Bridge
e i suoi magnifici 75 anni

Bruno Walter, la magia del suono

Francesco Guardi,
un invito al Museo Correr

Il Parco del Gran Paradiso
e i suoi 90 anni di storia

Lo splendore di Petra
a 200 anni dalla scoperta

Il centenario di Doisneau

Hermann Hesse
tra letteratura e pittura

I 400 anni dei Canali di Amsterdam

Festa a Londra
per i 150 anni del Tube

 

 

di Eugenia Sciorilli


La grandiosa struttura occupa una penisola nel porto a nord della città. (foto Sidney Opera House) Latitudine sud di 33 gradi, 51 minuti e 24 secondi, longitudine est di 151 gradi, 12 minuti e 55 secondi. Estensione di quasi sei ettari. Dietro queste fredde cifre si nasconde una delle meraviglie dell’era contemporanea: la Sydney Opera House, che si affaccia sulla baia di Sydney ed è stata classificata dall’Unesco, nel 2007, come uno dei siti che arricchiscono il Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

La Sydney Opera House, il monumento più famoso dell’Australia e uno dei più conosciuti al mondo, festeggia quest’anno il suo quarantesimo anniversario: è stato inaugurato dalla regina Elisabetta (l’Australia fa parte del Commonwealth) il 20 ottobre 1973. Una serie di eventi, intitolata “Big Moments”, è stata messa a punto per festeggiare questa ricorrenza.

Più in generale, la stagione 2013 della Sydney Opera House propone ogni settimana numerosi spettacoli di opera lirica, musica, danza, teatro, oltre a un ricco calendario di visite guidate in varie lingue (purtroppo non è compreso l’italiano). Un capolavoro di Puccini, La Bohème, è in programma fino al 23 marzo, mentre per l’8 marzo è prevista una tappa della tournée internazionale di Goran Bregovic con la sua orchestra.

Uno scorcio della Sidney Opera House dichiarata Patrimonio dell'Unesco nel 2007. (foto Sidney Opera House) Il complesso di Jorn Utzon ospita più di otto milioni di visitatori ogni anno. (foto Sidney Opera House) La prestigiosa e maestosa Concert Hall, l'ambiente più spazioso di tutta la Sidney Opera House. (foto Sidney Opera House)

Il Teatro dell'Opera ribattezzato Joan Sutherland Theatre nell'ottobre 2012 in onore della grande artista australiana. (foto Sidney Opera House) La Utzon Room con i suoi quattordici metri di decorazione murale è una delle strutture storiche dell'intero complesso. (foto Sidney Opera House)

La Sala Studio offre un sofisticato sistema di illuminazione e di suoni ed è considerato un luogo di pura creatività adatto a molti tipi di spettacolo.(foto Sidney Opera House) Lo studio di registrazione vanta tecnologie all'avanguardia per garantire la più alta qualità di ascolto e di video. (foto Sidney Opera House)

La celebrità planetaria della Sydney Opera House è legata alla sua forma architettonica: i gusci a forma sferica che formano il tetto dell’edificio, e ne hanno immediatamente decretato la popolarità, la fanno assomigliare a un insieme di barche a vela che prende il largo sul mare. Progettato dall’architetto danese Jørn Utzon e realizzato dalla Arup, società di ingegneria con sede a Londra, questo monumento iconico di un intero continente è visitato da milioni di persone ogni anno.

La Sydney Opera House, in sintesi, non è soltanto un teatro d’opera che accoglie grandi interpreti da tutto il mondo; è anche, e soprattutto, un’originale, anzi geniale creazione dell’arte contemporanea, una straordinaria testimonianza di design urbano sulle rive dell’Oceano Pacifico. Uno di quei luoghi che valgono un viaggio.

www.sydneyoperahouse.com

http://whc.unesco.org/en/list/166