| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS |
| ASTERISCHI | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Tweet

 

 



clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Monet sotto lo sguardo
di Clemenceau

La Londra musicale

La casa di Renoir
circondata dagli Olivi

Il Festival di Edimburgo
tre settimane
di estate scozzese

Dopo Bolghery Melody
alla scoperta dei vigneti

Bolghery Melody
Musica e Cantine

Passeggiata nel Gargano
alla scoperta di Vieste

Magia d’Autunno tra canali
e Concertgebouw

Novità dall’Italia e dal Mondo
al TTG Incontri di Rimini

Un giro del mondo
tra fiabe e vini

Luoghi affascinanti
della terra per i dodici segni
dello Zodiaco

Una giornata a Lugano

Alla mostra “Mediterraneo”
eccezionali itinerari d’autore

Impressionisti a Milano,
capolavori
della Collezione Clark

Destinazioni di primavera
dai giardini ai ghiaccia

Giardini d’autore

Irripetibili anni ‘60
tra Roma e Milano

Vecchio e nuovo a Lione

L’orologio dell’amore:
intervista a Marco Pesatori

Il tema del viaggio nell’arte
di Van Gogh e Gauguin

Tre proposte di viaggio
tra l’Avvento e Capodanno

Cézanne e gli albori
della fotografia

Il nuovo look
di due musei americani

Keukenhof e Floriade,
immersione nella natura

I giardini di Sorolla
e il lago dei Lotze

Destinazioni di primavera:
Cannes e Basilea

Da Art & Tourism
tre proposte per l’estate

Torna la settimana verde: dall’Austria con brio

Renoir a Pavia,
la Vie en Peinture

Ferrara vive, un anno
di grandi appuntamenti

Il geniale Paul Klee,
il sublime Vermeer

I monumenti nazionali di Francia
tra passato e presente

Il gusto dell’arte
in una Vienna da amare

Cinque destinazioni spettacolari
nel carosello delle stagioni

Macchiaioli a Viareggio,
impressionisti a Madrid

 


 

di Eugenia Sciorilli

 

Alfred Sisley, Lady's Cowe, Pays de Galles – 1897. (foto Rouen Musée des Beaux Arts) Il Festival della Nomandia impressionista, che coinvolgerà l’intero territorio della magnifica regione francese, coprirà due stagioni: la sua inaugurazione è prevista per il 27 aprile, e proseguirà fino al prossimo 29 settembre. Il tema dell’acqua è il leit motiv di questa seconda edizione, che ospiterà una serie di importanti mostre d’arte e circa seicento eventi di vario genere, a cura di Jerome Clement. Non è un caso che Claude Monet amasse dichiarare: “La Senna è il mio studio di pittura”. La stessa Normandia è una terra di fiumi e paesaggi costieri, lambiti dall’oceano, che sono stati – all’epoca degli impressionisti – un’incessante fonte d’ispirazione per molti grandi artisti, da Boudin a Corot, da Dufy allo stesso Monet.

Una sala del Musée André Malraux a Le Havre. (foto MuMa Le Havre) Sei grandi esposizioni proporranno nell’arco temporale del Festival “Normandia impressionista” le mille variazioni sul tema presenti nei capolavori dell’arte impressionista. A Rouen, il Musée des Beaux-Arts propone “Riflessi sull’acqua. Cento capolavori impressionisti” (dal 29 aprile al 30 settembre), mentre a Le Havre il Musée d’Art moderne André Malraux presenta “Pissarro nei porti di Rouen, Dieppe, Le Havre” (27 aprile – 29 settembre). Sempre nello stesso periodo il Musée des Beaux-Arts di Caen suggerisce il tema “Un’estate a filo d’acqua. Svaghi e Impressionismo”.

A Giverny, invece, il Musée des Impressionismes (poco distante dalla casa-museo di Monet e dal suo fantastico giardino con il celebre stagno delle ninfee) accoglie due mostre: la prima, intitolata “Paul Signac, i colori dell’acqua” è stata inaugurata il 29 marzo e può essere visitata fino al 2 luglio; la seconda, che ha per titolo “Hiramatsu. Lo stagno delle ninfee. Omaggio a Monet”, è in calendario dal 13 luglio fino al 31 ottobre.

Camille Pissarro, L'Avant-port du Havre, Matin, Soleil, Marée – 1902. (foto Florian Kleinefenn/MuMa Le Havre) Paul Signac, Concarneau. Calme du soir (allegro maestoso) -1891. (foto The Metropolitan Museum of Art, Dist. RMN-Grand Palais / Image of the MMA) Hiramatsu Reiji, Motifs de nymphéas – Divertissement – 2010. (foto Musée des impressionnismes Giverny) Hiramatsu Reiji, L’étang aux nymphéas – 2011. (foto Musée des impressionnismes Giverny)

Oltre all’arte, anche la musica avrà spazio nell’ambito del festival, sia con un omaggio a Debussy e al suo capolavoro “La Mer”, sia con la rassegna “Musicales de Normandie”, prevista dal 9 luglio al 1 settembre. E non mancherà neppure la letteratura, presente con la serie di letture, spettacoli e incontri letterari intitolata “Terres des paroles”, che attirerà il pubblico dal 24 maggio al 2 giugno.

www.normandie-impressionniste.eu

it.rendezvousenfrance.com