Tweet

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS |
| ASTERISCHI | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Il Faro di Virginia

Marguerite Yourcenar
Grande Dame della letteratura

Novantanni di Vita
per il Festival di Salisburgo

Il Grand Palais accoglie Monet

Leonard Bernstein,
la gioia di fare Musica

Alphonse Mucha, l’Artista
dell’Art Nouveau

Ricordi di Mahler e della
Secessione in un weekend
d’inverno a Vienna

Un ricordo di Renoir a San Marino
in compagnia di Monet e Cezanne

Il Teatro Sistina,
anniversari da ricordare

Luchino Visconti, due film
e l’omaggio di un teatro

L’Austria per l’Italia Hotels
festeggia il suo quarto di secolo

Pellegrino Artusi,
l’arte del mangiar bene

Il sogno della Belle Epoque
e la tavolozza di Boldini

Un uomo, la sua Recherche

La Belle Epoque e la Parigi
di Toulouse-Lautrec

Il grande cinema
di cinquanta anni fa

Rabindranath Tagore,
un giardiniere di versi

I 150 anni di Unità d’Italia
nelle mostre della Venaria Reale

Gustav Klimt,
simbolo del Modernismo

Claude Debussy,
l'impressionista della musica

Sei premi Oscar da ricordare

L’Open Air Theatre
al Regent’s Park di Londra

Il Golden Gate Bridge
e i suoi magnifici 75 anni

Bruno Walter, la magia del suono

Francesco Guardi,
un invito al Museo Correr

Il Parco del Gran Paradiso
e i suoi 90 anni di storia

Lo splendore di Petra
a 200 anni dalla scoperta

Il centenario di Doisneau

Hermann Hesse
tra letteratura e pittura

I 400 anni dei Canali di Amsterdam

Festa a Londra
per i 150 anni del Tube

I quaranta anni
della Sydney Opera House

Cinquanta anni di vini DOC

Manet a Venezia,
capolavori in Laguna

 

A Salisburgo un'estate ricca di musica e arte

di Eugenia Sciorilli


L'esterno del complesso della Residenz. (foto Salzburg Residenz) Quest’anno la Residenzgalerie di Salisburgo festeggia novanta anni: per nove decadi ha accolto capolavori della pittura dal XVI al XIX secolo. Gli anni Venti sono stati un momento d’oro nella storia di Salisburgo, un periodo di splendore in campo artistico. Il 22 agosto 1920 il festival estivo voluto da Richard Strauss, Max Reinhardt e Hugo von Hofmannsthal venne ufficialmente inaugurato con la rappresentazione della pièce teatrale Jedermann su un palcoscenico sistemato all’aperto, sulla Piazza del Duomo. Tre anni più tardi, il 28 agosto 1923, il maestoso palazzo della Alte Residenz (Antica Residenza), che per secoli aveva ospitato i principi-arcivescovi della città, diventava museo.

Le quindici sale della Residenzgalerie presentano dal 5 giugno al 9 febbraio 2014 una mostra commemorativa per celebrare questo anniversario. Intitolata “Neues Sehen. Not business as usual”, la mostra propone ai visitatori dipinti di grandi artisti e di varie epoche; si va da Rembrandt a Peter Paul Rubens e Jan Brueghel, le cui opere corrispondono al periodo di fioritura della pittura olandese del Seicento, per proseguire con testimonianze del barocco italiano, francese e austriaco e con quadri risalenti all’Ottocento e firmati da Ferdinand Georg Waldmüller, Friedrich Amerling e Hans Makart.

La Sala dei Cavalieri, sul soffitto dipinti di J. M. Rottmayr. (foto Salzburg Residenz) La Sala dell'Imperatore, mostra ritratti di re e imperatori della Casa d'Asburgo. (foto Salzburg Residenz)

La Sala dei Carabinieri, soggiorno della guardia del corpo dell'arcivescovo. (foto Salzburg Residenz) La Sala del Trono con rivestimento delle pareti di damasco di seta rosso francese. (foto Salzburg Residenz) La Sala delle Udienze, alle pareti arazzi di Bruxelles. (foto Salzburg Residenz)

Non si esaurisce con questo anniversario la ricca estate di musica e arte che contraddistingue Salisburgo. L’edizione 2013 del festival estivo presenta un calendario operistico di notevole spessore, dedicato a due grandi protagonisti della musica, Giuseppe Verdi e Richard Wagner, in occasione del bicentenario della loro nascita. Oltre duecento le manifestazioni previste, rappresentate in 14 luoghi (dal 19 luglio al 1° settembre).

Altre tappe imperdibili in un soggiorno estivo a Salisburgo: le due sedi del Museum der Moderne, ossia il Rupertinum e la sede del Mönchsberg, per chi ama l’arte moderna; il Teatro delle Marionette (altro anniversario importante: in questo caso si tratta del centenario); i PanoramARCHITECTours, visite guidate per gli appassionati dell’architettura contemporanea (www.panoramatours.com) e l’assaggio di un’ottima birra austriaca nell’ Augustinerbräu. In questo caso, si viene coinvolti in un’antica quanto affascinante tradizione, grazie alla quale la birra viene spillata da botti di legno e versata in boccali di porcellana.

www.residenzgalerie.at

www.salzburg.info

L'interno del Festspielhaus, sala da concerto principale del Festival di Salisburgo. (foto Tourismus Salzburg GmbH) La sala del Teatro delle Marionette. (foto Salzburg Marionette Theater) Particolare dell'esterno del Museo d'Arte Moderna. (Museum der Moderne) I tini di fermentazione del birrificio Augustinerbrau. (foto Augustiner Brau)