Tweet

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS |
| ASTERISCHI | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Partita a Scacchi

Il Caleidoscopio:
...ovvero riflessioni
di un barman

Una simpatica Canaglia

Si fa presto a dire Martini
prima puntata

La Corte dei Miracoli

Si fa presto a dire Martini
seconda puntata

Un ricordo speciale

Bluesman

Non vedo l’ora

Uno strano “salvataggio”

L’enciclopedia del gusto…

Due Filetti di Baccalà

Te la do io l’America
prima puntata
seconda puntata
terza puntata

Un Barman per amico

Stiamo uniti!!!

L’occasione perduta

Speakeasy

Menecmi

I nuovi carbonari

La solitudine
dei numeri primi

Vado in Messico

Ciao, tenente Colombo

Vado in Messico
seconda puntata

Giorgia On my mind

V.E.sP.er n°2

Vacanze romane

Altre vacanze romane

Dedica ad un caro amico

"I can’t get satisfaction!"

Signori ci si nasce…

Un ricordo di felicità

Il comune senso…
del doppio senso!

La Roma dell’Est

Illusioni o realtà

Illusioni o realtà
seconda puntata

L’abc del gusto

Bollicine

Parigi val bene…
prima puntata


seconda puntata

L’Eros di Anastacia

Un’immersione nel medioevo

Tra un mitico Tropical
e il classico Martini Cocktail

Tra un Gin & Tonic
e una passeggiata in Molise

Tremiti islands

L’ape e l’elefante

Tre grandi stelle in una sera

I love N.Y.

Il nuovo cocktail
di un estroso barman

Si scrive "Eataly",
si legge “Italy”!

L’origine di tutte le cose

Un omaggio alla popolare bevanda
di uno dei più apprezzati barmen italiani

di Max D’Addezio

 

Avevo in mente di scrivere qualcosa sulla birra e su James Bond già da qualche tempo, da quando era uscito l’ultimo film della saga dell’agente 007 ad ottobre, ma mi ero riservato di farlo per il giugno successivo, dicendomi “cosa c’è di più rinfrescante se non un buon bicchiere di birra bionda, leggera e fragrante durante la prima calura estiva?” ma probabilmente avrei fatto bene a scriverne direttamente ad ottobre, che sicuramente era più caldo di questa pazza stagione!

Dunque, per chi segue le avventure del buon James, l’ultima sua fatica ovvero “Skyfall” è stata una vera rivoluzione, per chi da sempre si è definito un martiniano sulle tracce del nostro eroe, segnando una svolta quasi epocale quando ad un certo punto Bond berrà una birra, una Heineken per l’esattezza in una scena del film. Tranquilli, ad un certo punto berrà anche il suo Martini ma ebbene si, l’agente segreto più famoso del mondo, al servizio di Sua Maestà, sdogana la birra, quella bevanda che tutti quanti noi abbiamo nel frigo e ci sembra piuttosto poco elegante come aperitivo, è stata impugnata da 007 in persona, ergo, la mia pancetta sparisce se capita che la birra se la beva anche il nostro eroe.

Ma sarà mica che James negli altri film beveva la birra di nascosto dalle telecamere e deve la sua immortalità alla birra, recitando l’incipit di questo scritto?

Il bar Dandolo dell' Hotel Danieli, certificato James Bond Bar. (foto Hotel Danieli) Il Principe Bar del Grand Hotel Principe di Savoia, Bond Bar 2005. (foto Principe Bar)

Il bar I Quadri ad Abano Terme, Bond Bar 2007. (foto Abano Grand Hotel) L'interno del Caffè Gilli, il Bond Bar di Firenze. (foto Gilli) Heineken Extra Cold alla spina. (foto Heineken) L'Asti Spumante a Vinitaly 2013. (foto Consorzio dell'Asti DOCG/Vittorio Ubertone)

Dal buon Renzo Arbore che recitava in uno spot “meditate gente, meditate…” enunciando presunti benefici del bere birra, passando per Homer Simpson (il papà del più famoso Bart) che recita eruttazioni, si arriva finalmente ad un “supereroe” di gran classe che beve birra con il suo stile, ma mai volgare, che non ci riporta affatto ai frequentatori dei pub londinesi, ma ci fa venire voglia di scoprire fino in fondo le proprietà di questo “pane liquido” totalmente naturale, che contende al vino il primato come prima bevanda alcolica scoperta dall’uomo.

Quando un giorno Luca Bonacini, il creatore del progetto James Bond Bar, ovvero un circuito internazionale dei bar dove James Bond sarebbe voluto entrare a bere un martini cocktail o una bottiglia di Bollinger Winston Churchill, mi ha chiamato dicendomi che si sarebbe occupato di una pubblicazione sull’uscita del film curata per l’Heineken, e mi spiegò quello che avrebbe bevuto Bond, rimasi all’inizio perplesso, ma poi da bravo barman ho pensato di dedicargli un cocktail con la birra facile da fare e buono e leggero da bere, che anzi vi invito a provare, soprattutto se dovesse arrivare il caldo.

Gli ingredienti del cocktail sono Birra Heineken e Asti Spumante, una sorta di Snakebite, che nella sua ricetta originale prevede birra e cidro di mele, che in questo caso andiamo invece a sostituire con l’Asti. Le proporzioni sono ½ e ½ utilizzando un bicchiere alto, con il vetro fino e ben freddo, dove andremo a versare i nostri due prodotti, e dove se dovesse fare molto caldo possiamo addirittura aggiungere dei cubetti di ghiaccio, che manterranno la bevanda ben fredda e leggera, facendo diventare il drink dissetante e trasformando chi lo sta bevendo nel protagonista di un avventura dal profumo flemingano. *

Cheers!

* Fleming è lo scrittore che ha creato il personaggio di James Bond.

www.heineken.com/it/

www.heineken.com/it/