Tweet

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Scarica l'articolo in PDF

 

 

Un libro una città: Villach

 

 

“Istruzioni per rendersi infelici”
di Paul Watzlawick (Feltrinelli)


di Bruga


Il saggio di Paul Watzlawick , Universale Economica Feltrinelli 1984. Ho avuto la fortuna di conoscerlo e intervistarlo a Milano, alla fine degli anni Ottanta: a quell’epoca Paul Watzlawick era popolarissimo, grazie a libri come quello citato oppure ad “America, istruzioni per l’uso”, uscito qualche anno prima per lo stesso editore. Tutti pensavano allo psicologo e filosofo dell’università californiana di Stanford come a uno statunitense, ma in realtà Watzlawick, morto nel 2007 a Palo Alto, era nato nel 1921 in Carinzia a Villach, città nella quale si era anche laureato prima di andare in Italia e in seguito negli Stati Uniti.

Ai giorni nostri la Carinzia, della quale Klagenfurt è la città principale e Villach la seconda località per importanza, è diventata per certi versi una versione in lingua tedesca della Carnia, la zona del Friuli che con essa confina. Noi vi daremo alcune idee (alternative o complementari ) per una vacanza in questa parte dell’Austria meridionale. Cominciamo proprio da Villach, città tranquilla e piacevole con un centro storico attraversato dal fiume Drava e molto danneggiato durante l’ultima guerra. Ci sono alcune belle chiese gotiche o barocche, ma è l’atmosfera complessiva che colpisce (www.villach.at).

La Stadtpfarrkirche St. Jacob, chiesa parrocchiale urbana di San Giacomo. (foto Villacher Tourismus) La Nikolaiplatz con la chiesa consacrata a San Nicolò. (foto Villacher Tourismus) La Rathausplatz di Villach, la piazza del municipio cuore della vita cittadina. (foto Villacher Tourismus)

Il moderno Friedensbruecke sul fiume Drava. (foto Villacher Tourismus) Il battello per la visita turistica della Drava. (foto Villacher Tourismus) L'avveniristica struttura delle Kaernten Therme di Warmbad. (foto Warmbad)

Veduta notturna della città  di Villach. (foto Villacher Tourismus) Il centro benessere Kurtzentrum di Bad Bleiberg. (foto Kurtzentrum)

Visita alla miniera di Terra Mystica – Terra Montana di Bad Bleiberg. (foto Terra Mystica) Terapia di gruppo nella galleria climatica Friedrich di Bad Bleiberg. (foto Heiklimastollen)

A poca distanza non solo belle strutture sciistiche, ma anche ottimi impianti termali, quasi tutti rimodernati di recente ma in qualche caso impreziositi da una storia secolare. È il caso di Warmbad, centro termale anch’esso a pochi chilometri dal centro di Villach, che offre pacchetti benessere molto interessanti , con alloggio in alberghi a 3, 4 o 5 stelle (www.warmbad.at).

Fin qui, comunque, siamo nella norma. Molto particolare, invece, è l’offerta della vicina località di Bad Bleiberg: ex-città mineraria, ha saputo riconvertire le proprie strutture abbandonate definitivamente venti anni fa, per trasformarle in attrazione turistica e … sanitaria! Il nome, del resto, fa riferimento sia al piombo che si estraeva (blei) che alla vocazione termale scoperta in seguito (bad).

In effetti, la riconversione in chiave turistica non è una novità: a Salisburgo le miniere di sale sono visitabili da decenni. Solo in Italia quasi tutti i progetti analoghi hanno fatto una pessima fine, come in Sardegna. Qui sono possibili visite più o meno lunghe e avventurose, più adatte ai bambini o agli adulti, nell’ambito del progetto Terra Mystica- Terra Montana (www.terra-mystica.at). Invece l’uso a scopo medico di alcune gallerie minerarie è molto più raro. A Bad Bleiberg si può scegliere fra due “gallerie climatiche”, la Friedrich e la Thomas, nelle quali l’aria é libera da polveri ed allergeni, ha un alto tasso di umiditá (99%) e una temperatura costante di piú 8° C. Per questi motivi, secondo i gestori, la permanenza breve ma ripetuta in galleria aiuta chi soffra di malattie respiratorie croniche, allergie e stress. Ma anche per chi sta bene, l’esperienza è curiosa e interessante. Indicazioni e prezzi sui siti www.heilklimastollen.at e www.kurzentrum.at.

www.carinzia.at

www.austria.info