Tweet

 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 



Tra splendidi paesaggi e indimenticabili sapori

a cura della Redazione di Travel Carnet

 

Montagna non significa solo inverno, o solo sci. Può significare anche scoprire la Strada dei Formaggi e dei Sapori delle Dolomiti Bellunesi, un percorso studiato per valorizzare le produzioni lattiero-casearie e agroalimentari di qualità, sostenendo così le imprese locali e il patrimonio culturale e gastronomico della montagna veneta. Sono dieci i possibili itinerari da seguire: Alpago, Arabba Marmolada, Cadore Auronzo Misurina, Civetta - Conca Agordina – Zoldo, Comelico Sappada, Cortina – Valboite, Feltrino, Valbelluna - Destra Piave, Valbelluna - Sinistra Piave, Valbiois. Ogni itinerario accompagna gli ospiti tra malghe e caseifici di montagna, rifugi e agriturismi, produttori agricoli e negozi tipici ma permette anche di avventurarsi tra gli affascinanti paesaggi naturali delle Dolomiti Bellunesi. Ci sono 18 formaggi tradizionali da cercare e assaggiare, tra cui specialità prelibate come il Malga Bellunese, il Bastardo del Grappa, il Nevegal, lo Zigher, per non parlare del versatile quanto squisito Schiz. Ci sono poi altri sette formaggi tipici, come la Caciotta cipollina, il Gresal e il Civetta, per nominarne solo alcuni. Non possono mancare, ovviamente, i formaggi biologici, che includono il Cansiglio Biologico e la Latteria Alpago biologico. Non meno importanti gli altri prodotti agroalimentari come il rinomato Fagiolo di Lamon IGP, il Miele delle Dolomiti Bellunesi DOP e il saporito Agnello dell'Alpago.

www.formaggisaporidolomiti.it/

 

Mucche durante la Festa della Smonticazione nella zona della Marmolada. (foto Archivio Dolomiti Turismo) Il Nevegal, pasta bianca, morbida e cremosa. (foto La Strada dei formaggi e dei sapori delle Dolomiti bellunesi) Il Renaz, sapore inizialmente dolce ma tendente al piccante a stagionatura ultimata. (foto La Strada dei formaggi e dei sapori delle Dolomiti bellunesi) La Tosella, formaggio fresco a pasta molle di colore bianco candido. (foto La Strada dei formaggi e dei sapori delle Dolomiti bellunesi) Lo Zigher, formaggio leggero dal sapore piccante. (foto La Strada dei formaggi e dei sapori delle Dolomiti bellunesi)

 

 

Ricette per un menù
all'insegna della tradizione

 

 

Risotto al Clinto e Morlacco


Ingredienti per 4 persone:

  • L'Agriturismo Le Brandere a Sospirolo in località Rosse Alte. (foto Le Brandere) Il Morlacco del Grappa, forma cilindrica, pasta molle, colore bianconeve. (foto La Strada dei formaggi e dei sapori delle Dolomiti bellunesi) Riso Carnaroli delle Badesse gr. 320
  • Vino Clinto, un bicchiere da tavola cl. 150
  • Formaggio Morlacco del Grappa gr. 100
  • Burro gr. 50
  • Brodo lt. 1
  • Cipolla

 

Preparazione:
In una casseruola soffriggere il battuto di una cipolla di media grandezza con una noce di burro. Quando sarà imbiondita aggiungere il riso e tostarlo. Versare mezzo bicchiere di vino Clinto e farlo asciugare fino a quando il riso diventerà ancora croccante. Versare il brodo precedentemente preparato, un mestolo alla volta fino a cottura. Aggiungere l’altro mezzo bicchiere di Clinto, il formaggio Morlacco del Grappa tagliato a dadini. Levare dal fuoco e mantecare il tutto.

Ricetta dell'Agriturismo Le Brandere
Loc. Rosse Alte, 69 - Sospirolo (Belluno)


 

Involtino di Schiz e speck con radicchio trevisano grigliato


Ingredienti per 4 persone:

  • Lo Schiz, prodotto con latte vaccino intero, molto versatile in cucina. (foto La Strada dei formaggi e dei sapori delle Dolomiti bellunesi) L'Hotel Ristorante La Casona a Feltre. (foto La Strada dei formaggi e dei sapori delle Dolomiti bellunesi) 240 g di Schiz
  • 6 piante di radicchio trevisano a spicchi
  • 100 g di speck
  • 1 uovo
  • qualche goccia di aceto balsamico
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • sale e pepe
  • 30 g di pane grattugiato


Preparazione:
Tagliare lo Schiz in 5 piccole fette. Grigliare il radicchio e 4 fette di Schiz avvolto nello speck. Disporre a corona il radicchio nei piatti. Mettere al centro lo Schiz, condire con l'olio, l'aceto balsamico, sale e pepe. Tagliare a cubetti la quinta fetta di Schiz, impanarli, friggerli e distribuirli sopra la precedente composizione nei piatti.

Ricetta del Ristorante La Casona
Via G. Segusini,17 - Feltre (Belluno)


 

Polentina del Comelico

 

Il Comelico, sapore dolce e colore giallo paglierino. (foto Val Comelico) Ingredienti per 4 persone:

  • 100 grammi farina di polenta bianca
  • 100 grammi di farina di semola
  • Acqua 300 ml
  • La cantina del Monaco Sport Hotel a Santo Stefano di Cadore. (foto Monaco Sport Hotel) Latte 500 ml
  • 1 pizzico di sale
  • ricotta affumicata
  • 1formaggio vecchio del Comelico a scaglie
  • Burro fuso "Nocciola" 100 gr
  • Panna da cucina 50 ml


Preparazione:
Scaldare acqua e latte con il sale, a ebollizione versare la farina a neve mescolando con una frusta, far cuocere per 45 minuti a fuoco lento. Raggiunta la consistenza versare in una cocotte calda e aggiungere la panna tiepida, il formaggio, la ricotta affumicata e infine il burro "nocciola" caldo, servire.

Ricetta del Monaco Sport Hotel
Via Lungo Piave, 60 - Santo Stefano di Cadore (Belluno)


 

Cinghiale alle mele


Ingredienti per 4 persone:

  • L'Azienda Agricola Gava a Belluno in località Tisoi. (foto Agriturismo veneto) Spalla di Cinghiale 1 Kg
  • Olio extra vergine di oliva
  • Aglio
  • 2 cipolle scalogne
  • Un bicchiere di vino bianco secco
  • Alloro
  • Rosmarino
  • 2 mele renette
  • Sale e pepe

 

Preparazione:
Far rosolare la carne con la cipolla e l’aglio. Salare e pepare. Aggiungere il vino bianco con il rosmarino e l’alloro. Cuocere lentamente per circa due o tre ore aggiungendo poco a poco una modesta quantità di acqua. A tre quarti cottura aggiungere le mele tagliate a dischi, sopra la carne. A cottura ultimata tagliare a fette la carne e passare il sugo al passaverdura. Cospargere la salsa sopra la carne e servire.

Ricetta dell'Azienda Agricola Gava Anna
Bosco delle Castagne, 25 - Bolzano Bellunese (Belluno)


Per informazioni turistiche: www.infodolomiti.it