Tweet
A TAvola con lo Chef

 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 



a cura della Redazione di Travel Carnet

 

Nell'autunno 2010, l'ambito riconoscimento di Patrimonio dell'Umanità è stato assegnato dall'Unesco al "pasto gastronomico francese, ai suoi rituali e alla sua presentazione". Continuando nel nostro percorso culinario, proponiamo sapori e specialità di realtà territoriali sparse in tutta la Francia.

 

 

Un tour de France gastronomico
(seconda puntata)

 

Midi-Pirenei

La cassoulet di Tolosa. (foto Tourisme Toulouse) Gli ingredienti per la preparazione dell'aligot. (foto Tourisme Aveyeron/Cooperative Fromagere Jeune Montagne)  A Tolosa, il piatto più caratteristico è sicuramente il cassoulet (tegame con fagioli, cosciotto di agnello, pancetta...). Oca e anatra sono serviti confit o come foie gras. Tra le specialità regionali troviamo l’anatra albigeoise di Tolosa e gli asparagi del Tarn. In montagna, i Pirenei e l’Aveyron offrono una cucina di carattere: tripoux de Naucelles (vino bianco, prosciutto e aglio), salumi di Entraygues, aligot. Per quanto riguarda i formaggi, la zona di Aubrac produce l’inimitabile Laguiole con crosta spessa (che di solito è incorporato nei purè di patate con aglio per ottenere l’aligot) e il Millau Roquefort. I vigneti rappresentano una parte importante del paesaggio di questa regione, e i vini di Cahors e Bergerac, già famosi in epoca romana, sono protetti dal marchio di denominazione di origine.


Nord-Pas de Calais e Piccardia

Il mercato del pesce a Le Touquet. (foto Tourisme Le Touquet) La ficelle picarde. (foto Tourisme France) Nel Nord-Pas de Calais si possono apprezzare i piaceri di una tavola generosa, caratterizzata da una varietà di piatti ricchi e saporiti. La cucina fiamminga offre molte zuppe come la zuppa di pesce di Le Touquet. Gli antipasti includono il "Potjevleesch" (terrina di vitello, maiale, coniglio e pollo), la "Flamiche aux Maroilles" (torta di porri) o "l'andouille" (un tipo di salsiccia). Tra i piatti principali si incontrano il coniglio con le prugne, l’"Hochepot" (stufato di manzo, agnello, pancetta e verdure), la "ficelle Picarde (crêpe con sugo di prosciutto besciamella e funghi), i piatti tipici a base di anatra, coniglio, anguilla e luccio.


Normandia

Il formaggio Livarot Fromagerie Graindorge. (foto Calvados Tourisme) Il liquore Calvados con quindici anni d'invecchiamento di produzione dello Chateaux Breuil. (foto Chateaux Breuil) La Normandia ha molti tesori gastronomici, formaggi come il Pont l'Eveque o il Livarot, il caramello di Isigny, liquori come il Calvados e il sidro o ancora le mele con cui si prepara il famoso "Trou Normand " (liquore, mele, menta, sale e acqua ghiacciata) da bere durante il pasto per aiutare la digestione.


Pays de la Loire

Le brioches intrecciate della Vandea. (foto Maison Guinon) Rillettes di Tours e vino rosso della Valle della Loira. (foto Val de Loire Tourisme) Qui si possono gustare ostriche e frutti di mare, i famosi rillettes (patè fatti in casa), accompagnati da un buon vino della regione dell’Anjou, e infine il dolce tipico: la brioche della Vandea.


Poitou-Charentes

Le ostriche di Marennes Oléron. (foto Huitres Marennes Oléron) Un cestello di burro d'Eriché. (foto Eriché Beurre de France) Nella gastronomia del Poitou-Charentes il protagonista è il mare, insieme ai suoi prodotti. Il menù tipico potrebbe essere: une dozzina di ostriche di Marennes-Oléron con pane di segale accompagnato da burro d'Echiré, lumache (cagouilles), un pezzo di agnello e infine, un po' di formaggio cabichou.


Provenza Alpi Costa Azzurra

La showroom del Moulin à Huile de la Chartreuse a Villeneuve les Avignon. (foto Olivier Blanchenoix) I vigneti di Sainte-Victoire. (foto Aix en Provence Tourisme) Meloni al mercato alimentari di Cavaillon. (foto Cavaillon Tourisme) Nei mercati della Provenza si possono acquistare tutti i prodotti del territorio: olio d'oliva, erbe di Provenza, fichi, fragole di Carpentras, melone di Cavaillon, formaggio di capra, pesce. Non si può lasciare la regione senza aver assaggiato le sue specialità, prima fra tutte la bouillabaisse, zuppa di pesce tipica di Marsiglia, l'aïoli (una maionese a base di aglio), la tapenade (una purea di olive nere mescolata con capperi, acciughe e tonno) o ancora la mitica ratatouille… il tutto accompagnato da un vino Côtes de Provence. Le specialità di Nizza sono la pissaladière, una torta salata a base di cipolle, acciughe e olive nere, l’insalata nizzarda composta da pomodori, carciofi, peperoni, uova sode, olive nere, olio d'oliva, e il pistou (zuppa di verdure condite con basilico, aglio, pomodoro, olio d'oliva). E come dolce non si possono dimenticare i calissons di Aix-en-Provence, con pasta di mandorle.


Rodano-Alpi

Stagionamento delle salsicce di Lione. (foto Arnaud) Il Comptoir Abel, il più antico e il più autentico bouchon di Lione. (foto Le bouchons lyonnais) La Valle del Rodano è una regione chiave nella gastronomia francese: dai polli della Bresse alla zuppa di tartufi, senza dimenticare la fonduta, la raclette e il gratin dauphinois (miscela di patate, uova e latte), piatti da gustare in uno chalet di legno in montagna o in uno dei tipici bouchon di Lione. In questa regione la ricchezza dei prodotti naturali genera una varietà di piatti impressionante, alla quale magnifici vigneti portano il loro generoso sostegno. Tra le specialità di Lione: le crocchette di luccio al forno con burro, la salsiccia di Lione, i biscotti pérougiennes e bugnes. I dolci più famosi della regione sono il torrone di Montélimar (preparato con zucchero, miele, uova, vaniglia e mandorle) e i marrons glacés. I migliori vini di Rodano-Alpi sono il Beaujolais e i Côtes du Rhône.


Valle della Loira

Il soufflé al Cointreau. (foto Cointreau) Il formaggio di capra Crottin de Chavignol. (foto AOC, Appelation Origine Controllée) La Valle della Loira offre numerosi prodotti tipici: lenticchie verdi, crottin de Chavignol (formaggio di capra) o Mique (zuppa di verdure con carne di maiale). La Tarte Tatin, la mitica torta di mele rovesciata, che si trova in tutta la Francia prende il nome dalle sue creatrici, le sorelle Caroline e Stephanie Tatin. Mentre preparavano la torta di mele questa è caduta ed è stata rimessa nello stampo ma in senso inverso. Un'altra ricetta tipica, assolutamente squisita, è il soufflé al Cointreau.

it.rendezvousenfrance.com