Tweet
A TAvola con lo Chef

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica



Sparse nel mondo, quattro mete per chi ama l'enoturismo

di Eugenia Sciorilli

Per gli appassionati del turismo enologico, scegliere una strada del vino al di fuori del continente europeo può essere davvero un'avventura ricca di momenti preziosi, di atmosfere irripetibili. Noi vi suggeriamo quattro destinazioni famose per i paesaggi e la qualità dei vigneti: in Sudafrica, Stati Uniti, Argentina, Nuova Zelanda.

 

AFRICA: STELLENBOSCH

I vigneti della tenuta Simonsig Wine Estate a Koelenhof. (foto Stellenbosch Wine Route) La cantina di degustazione dell'azienda Peter Falke Wines a Stellenbosch. (foto Stellenbosch Wine Route) Festeggiamenti per i dieci anni della Cantina Haskell situata nell'area della Riserva Naturale di Helderberg. (foto Stellenbosch Wine Route) In Sudafrica, e più precisamente partendo da Cape Town, si trova la Stellenbosch Wine Route, che risale al 1971, anche se la coltivazione dei vigneti è ultracentenaria. Tra i vitigni più rinomati, da segnalare il Merlot, lo Shiraz, il Cabernet Sauvignon. Le colline che dominano il paesaggio e i venti oceanici contribuiscono a un'adeguata maturazione delle uve. Se i filari sono l'anima del territorio, le maestose montagne sullo sfondo ne rappresentano la cornice spettacolare. Oltre duecento le case vinicole, che attirano i visitatori con un ricco calendario di eventi. Trovandosi nell'emisfero australe, il periodo della vendemmia coincide con i mesi di febbraio/marzo.

www.wineroute.co.za


AMERICA SETTENTRIONALE: NAPA VALLEY

Grappoli di uva Cabernet nella Napa Valley. (foto Brent Miller/WineCountry.com) La proprietà Flora Springs a St. Helena. (foto Flora Springs) La sala degustazione della V Sattui Winery a St. Helena. (foto V Sattui)

Nel territorio della California, la Napa Valley ha con il passare del tempo conquistato il primato di località più celebre dell'enoturismo nel Nordamerica. Un'eccezionale varietà di terreni ha permesso (in meno di mezzo secolo) a quella che era una regione semplicemente agricola di imporsi come un'icona del vino di qualità. I vitigni principali sono il Cabernet Sauvignon, il Merlot e lo Chardonnay, mentre le case vinicole che sorgono ai lati della Highway 29 e della Silverado Trail sono circa quattrocento. Tra le località che animano questa splendida zona a poca distanza dall'Oceano Pacifico, quella più rinomata è St. Helena.

www.napavalley.com


AMERICA MERIDIONALE: MENDOZA

I filari di vite a Mendoza. (foto Ciudad de Mendoza) Le attrezzature dell'azienda vinicola Bodega Septima di Mendoza. (foto Bodega Septima) La Festa Nazionale della Vendemmia a Mendoza. (foto Ciudad de Mendoza)

È l'Argentina ad accogliere nel suo territorio una delle grandi capitali mondiali del vino: Mendoza, che sorge nella parte centro-occidentale del Paese sudamericano, a breve distanza dal confine col Cile. La coltura della vite ha in questo angolo di mondo le sue peculiarità: l'altitudine, un clima secco, una natura incontaminata, e questa particolare combinazione ha fatto sì che i percorsi enoturistici siano sempre più frequentati, anche grazie alla vastità della superficie (150.000 ettari) e al numero impressionante di cantine (oltre mille). Molti dei vitigni, come il Barbera o il Sangiovese, tradiscono la chiara origine italiana. Essendo al sud dell'Equatore, a Mendoza la vendemmia si effettua solitamente nel mese di marzo.

www.mendoza.travel


OCEANIA: DA HAWKE'S BAY A MARLBOROUGH

L'azienda Black Barn circondata dai vigneti nei pressi di Havelock North nella Hawke's Bay. (foto Black Barn) La vendemmia nell'azienda Toi Toi a Marlborough. (foto Toi Toi) Esposizione di vini prodotti alla Gladstone Vineyard nella regione del Wairarapa. (foto Pure Wairarapa)

Siamo arrivati nel continente dell'Oceania, talmente lontano da esercitare un fascino particolare; per essere esatti in Nuova Zelanda. È qui, tra Isola del Nord e Isola del Sud, che si snoda in tutta la sua bellezza il Classic New Zealand Wine Trail, con un'estensione di 380 chilometri e la capacità di offrire a quanti lo visitano una stupenda alternanza di paesaggi, tra foreste, scenari costieri sull'Oceano Pacifico, località pittoresche come Napier e Hastings. Circa centoventi le cantine presenti, con pregiati vitigni che comprendono lo Chardonnay, il Merlot, il Sauvignon blanc, il Pinot noir. Anche in questo caso, trattandosi di emisfero australe, per la vendemmia bisogna aspettare febbraio o marzo.

www.classicwinetrail.co.nz