Tweet

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Scarica l'articolo in PDF

 

 

Un libro un’isola: Folègandros
 “L’isola dei gelsomini”
di Ioanna Karistiani (Crocetti)


di Bruga

Questo romanzo, che ha lanciato l’autrice a livello internazionale già una ventina d’anni fa, è in effetti ambientato in un’altra isola delle Cicladi, Andròs. Ma da un lato le problematiche sono comuni, dall’altro Folègandros è ancora troppo poco conosciuta per meritare l’onore di un romanzo in essa ambientato, e dunque non ci resta che partire da questo spunto per proporvi una puntatina di qualche giorno in questa isola, che dista solo tre quarti d’ora di aliscafo dal porto di Santorini (isola della quale parleremo nelle prossime puntate).

La costa settentrionale dell'isola di Folegandros. (foto Bruga) Le insenature della costa meridionale. (foto Bruga) Calette lunga la costa meridionale. (foto Bruga)

Il centro di Chora. (foto Bruga) Negozietti nei viottoli di Chora. (foto Bruga) La salita a zig zag che conduce alla Chiesa Panaghia Paliokastro. (foto Municipalità di Folegandros) Il Santuario di Panaghia Paliokastro, il più grande dell'isola. (foto Municipalità di Folegandros)

Folègandros è un salottino, dove nel giro di poche ore comincerete a conoscere tutto e tutti: le spiagge, le persone, i paesaggi, i locali. Ma allo stesso tempo non ci si stanca mai di ammirare certi scorci, magari al tramonto dal “picco” dell’isola, la collina che sovrasta il centro di Chora e ospita la chiesa di Panaghia Paliokastro. La chiesa non offre particolari capolavori artistici, ma la salita a zigzag è una delle cose più affascinanti che vi possano capitare, se il tempo è bello (cosa quasi scontata da aprile a ottobre, vento a parte).

Anche il centro di Chora è delizioso: si esce da una piazzetta per entrare nella successiva, e tutte sono piene di tavolini raccolti intorno a qualche albero maestoso o alla facciata di una chiesa. Profumi di formaggio di capra (il raro souroto) e piatti di un’insolita pasta artigianale tipica di Folègandros (la matsata), oltre a verdure a km zero come la horta, e tanti tipi di pesce, vi attireranno verso l’uno o l’altro ristorante. Io vi consiglio il Pounta, proprio alla base della stradina che sale alla chiesa di Panaghia Paliokastro (www.pounta.gr).

Folègandros è ideale per i camminatori, perché auto e moto sono poche e si può camminare tranquilli anche sulla strada che la percorre da un capo all’altro. Da essa si distaccano sentieri che portano alle spiagge, alcune delle quali peraltro si raggiungono più facilmente con le barche che effettuano il servizio più volte al giorno da porticcioli come Angali, oppure con i battelli che in una giornata fanno il periplo dell’isola. Alcune di queste spiagge, è bene saperlo prima, sono meravigliose ma quasi del tutto prive di servizi: meglio portarsi l’acqua da bere! All’ombra, invece, pensano le tamerici …

Una chiesetta tra Chora e Karavostasi. (foto Bruga) Il porticciolo di Karavostasi. (foto Bruga) La spiaggia di Karavostasi. (foto Bruga)

Una tipica stradina mulattiera. (foto Municipalità di Folegandros) Panorama dalla terrazza dell'Hotel Aeri. (foto Aeri Folegandros)

L'ingresso all'hotel Anemomilos. (foto Anemomilos) Il piccolo ristorante Pounta a Chora. (foto Pounta)

Per i più pigri, o per evitare di camminare nelle ore più calde, c’è comunque un discreto servizio di autobus, e molti alberghi assicurano anche – gratis – il transfer da e per il porto di Karavostasi, dove attraccano le navi in arrivo dal Pireo o da Santorini.

Una vacanza di mare, di sole, di passeggiate nella natura, di silenzio e di tranquillità: per ricaricarsi, magari, dopo le … fatiche di Mikonos o Ios, isole che rappresentano l’alternativa cicladica a Ibiza.

Quasi tutti gli alberghi sono nuovi e funzionali: carino ed economico l’hotel Aeri, a poche decine di metri dal centro di Chora (www.aerifolegandros.gr).

www.visitgreece.gr


 





 

 

 

 

A Tavola con lo Chef