| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 


di Asiul

 

Ischia non finisce di sorprendermi! La grande scoperta di quest’anno è la Fonte delle Ninfe Nitrodi (www.fonteninfenitrodi.com) nel territorio di Barano, in una gola sopra Sant’Angelo. Un posto inimmaginabile anche per me abituata ai parchi termali ischitani.

Il luogo era sacro nell’antichità; ne sono testimonianza alcune lastre votive, suggestivi rilievi marmorei in mostra al Museo Archeologico di Napoli donati alle Ninfe e al dio Apollo da medici e pazienti. Viene quasi voglia di conoscere questi antichi frequentatori della Fonte in cerca delle virtù terapeutiche dell’acqua di Nitrodi, particolarmente indicata per la pelle, ma anche ottima da bere per le sue proprietà digestive, diuretiche e disintossicanti.

Panorama di Sant'Angelo dal belvedere della Fonte delle Ninfe Nitrodi. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi) Le fontanelle dell'Acqua di Nitrodi. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi)

L'antica fonte risalente al periodo greco dell'isola di Ischia. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi) Il solarium di rosmarino e fichi. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi) La terrazza di aromi misti. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi)

Segnaletica dei percorsi aromatici. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi) Ninfee nei pressi delle fontane. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi) La granita di tè con menta e limone del punto ristoro Menippo. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi) La crema lenitiva della linea Spaeh a base di Acqua di Nitrodi, olio di borragine e olio d'oliva. (foto Fonte delle Ninfe Nitrodi)

Nitrodi però non è solo acqua; non si tratta di una semplice SPA, ma, ed è qui la sua peculiarità, una SPAEH: Salus Per Aquam et Herbas. E’ davvero rigenerante far scorrere l’acqua sulla propria pelle, per poi passeggiare tra i profumi delle tante piante aromatiche allestite dal sapiente biologo Giuseppe Sollino in modo da sfruttarne al massimo le proprietà. Il consiglio non è solo di “sentire le piante”, ma anche di toccarle, per recuperare un rapporto più equilibrato con la natura, sempre più a rischio soprattutto per chi vive nelle nostre città assediate da macchine e motorini.

Lavanda, salvia, timo, alloro, menta, mirto, rosmarino, limone …. vi accompagnano in un percorso aromaterapico da assaporare con tutti i sensi. Anche il gusto è infatti stimolato grazie agli infusi, decotti, tisane e granite preparati con l’acqua termale e le erbe del parco raccolte all’alba, nel momento balsamico, in modo da ottenere la massima concentrazione dei principi attivi delle piante. Per ogni momento della giornata c’è una bevanda ad hoc. Si può iniziare al mattino con una rinfrescante granita di tè con limone e menta, per poi proseguire con l’elisir di aloe o un infuso di vite rossa. Consigliato per il primo pomeriggio un infuso di Venere, per terminare nel tardo pomeriggio con quello di Apollo a base di alloro e camomilla. Non so se i nostri antenati visitatori della Fonte, Caio, Capellina, Argenna, Lucio …., siano stati coccolati con tanta cura e attenzione. Di sicuro è stato difficile lasciare questo luogo dal fascino millenario, dove al modico costo di 14 € si ha la fortuna di vivere un’esperienza unica e irripetibile in un altro contesto.

Per chi non vuole privarsi delle tentazioni del palato, a pochi metri dalla Fonte consiglio un ristorante rustico e genuino, La Cantina (www.lacantinanitrodi.it). Ce n’è per tutti i gusti: dalle alici alla marinara alla “mozzarella al prato verde”, dagli “spaghetti alla donna di strada” alle penne alla Nitrodi, dal “coniglio all’ubriacone” all’orata fresca alla griglia. Il tutto in un ambiente semplice e casalingo, lontano dalla folla e dal frastuono di Ischia Porto.

 

www.infoischiaprocida.it

 

 

 




A Tavola con lo Chef