Tweet
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Scarica l'articolo in PDF

Il celebre viale circolare festeggia i suoi 150 anni di vita

di Eugenia Sciorilli

 

Forse pochi sanno che il cuore urbano di Vienna, il cosiddetto "Innenstadt" (centro storico), era delimitato da imponenti bastioni fino alla metà del diciannovesimo secolo. Per volontà dell'imperatore Francesco Giuseppe, quelle mura vennero demolite per dare spazio alla celebre Ringstrasse, che nel 2015 festeggia i 150 anni di vita. Risale al 1° maggio 1865, infatti, l'inaugurazione ufficiale del Ring, davanti alla Burgtor, anche se per il suo completamento furono necessari alcuni decenni.

L'imperatore Francesco Giuseppe inaugura la Ringstrasse il 1°maggio 1865. (foto Archivio Wien Tourismus) Particolare della Burgtor nella Heldenplatz. (foto Wien Tourismus) La facciata ottocentesca della Staatsoper. (foto Rupert Christanell/wien gv)

Marmi, pitture e stucchi nel Kunsthistorisches Museum. (foto Wien Tourismus) Scorcio del Rathaus, municipio in stile neogotico oggi sede dello Stato federato e del Borgomastro. (foto Wien Tourismus) L'edificio settecentesco dell'Hofburg, in alto lo stemma di Carlo VI. (foto Wien Tourismus)

Su quello che molti considerano il viale più bello del mondo si affacciano parecchi dei monumenti più famosi di Vienna: l'Opera di Stato (Staatsoper), il Museo delle Belle Arti (Kunsthistorisches Museum), il Municipio (Rathaus), il Palazzo Imperiale (Hofburg) e diversi altri magnifici edifici. Il Ring si estende per più di cinque chilometri, ed è - oggi come allora - l'anello di congiunzione tra i quartieri più centrali e quelli periferici della città, ma anche un tratto distintivo dell'elegante capitale austriaca. Non a caso, i più apprezzati architetti dell'epoca, come Theophil von Hansen, Heinrich von Ferstel, Gottfried Semper e Carl von Hasenauer, contribuirono a realizzarlo, anche attingendo a stili di precedenti periodi storici, come il barocco o il gotico. L'esempio più eclatante è il Parlamento, edificato in stile neoclassico.

A rendere la Ringstrasse di Vienna così affascinante non sono soltanto monumenti, raffinati caffè o i suoi filari di alberi ormai centenari, ma anche uno spettacolare spazio verde come lo Stadtpark, il parco cittadino che accoglie la statua di Johann Strauss, il re del valzer. A differenza che in passato, il Ring non è più solcato per intero dalle linee tranviarie 1 e 2 (che lo percorrevano, fino a pochi anni fa, sia in senso orario che in quello antiorario), ma può essere percorso grazie a uno speciale tram turistico, il Vienna Ring Tram. Il servizio è disponibile tutto l’anno, ogni giorno dalle 10 alle 17.30; nei vagoni (31 posti a sedere) gli schermi LCD presenti forniscono informazioni sulle importanti attrazioni che si trovano lungo il tragitto; inoltre sono disponibili audioguide con cuffie in diverse lingue (www.wienerlinien.at).

Veduta d'insieme del Parlamento. (foto Wien Tourismus) Arredi e decorazioni in stile neoclassico della sala interna del Parlamento. (foto Parlamentsdirektion/Stefan Olah)

La Statua dorata di Johann Strauss figlio nello Stadtpark. (foto Wien Tourismus) Il tram turistico Vienna Ring Tram. (foto Wienerlinien)

In omaggio al 150simo anniversario della Ringstrasse, sono previste per tutto il 2015 alcune mostre celebrative, delle quali la più interessante è forse quella intitolata "Klimt e la Ringstrasse", che sarà ospitata nelle sale del Belvedere Inferiore (Unteres Belvedere) dal 3 luglio all'11 ottobre. Questo, comunque, è solo uno dei tanti esempi per gustare al meglio una porzione così spettacolare di una splendida metropoli mitteleuropea.


Da sapere

Il Sound of the Ring di Kan Zuo, patron del Sign Lounge Bar nella Liechtensteinstrasse. (foto Wien Tourismus) Un cocktail per brindare alla Ringstrasse

S'intitola "Sound of the Ring" il cocktail vincitore di un concorso promosso per designare la migliore miscela dedicata ai 150 anni della Ringstrasse. Il suo creatore, Kan Zuo, è oriundo cinese e gestisce The Sign Lounge Bar in Liechtensteinstrasse 104-106 (nel nono distretto). Ecco la ricetta:

  • 1,5 cl di Broker’s Gin
  • 1 cl di aceto balsamico di calamansi
  • 1 cl di succo di limone
  • 1,5 cl di sciroppo di zucchero
  • 2 gocce di Chocolate Bitters
  • 7 cl di spumante brut Schlumberger
  • Agitare gli ingredienti – a eccezione dello spumante – quindi aggiungere lo Schlumberger.
  • Bicchiere: calice da spumante
  • Decorazione: Intingere l’orlo del calice in Galliano Ristretto e successivamente nello zucchero.

 

www.wien.info/it

 

 



 


 


 


 


 


 



 

 

Studio Placidi