Tweet
A TAvola con lo Chef

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


 

La città boema è Capitale Europea della Cultura nel 2015

 

di Eugenia Sciorilli

 

Insieme a Mons (protagonista degli Itinerari di gennaio), Pilsen celebra per tutto il 2015 il suo prestigioso ruolo di Capitale Europea della Cultura. Sono in calendario oltre 50 grandi spettacoli e circa 600 appuntamenti con l'arte, la musica, la cultura, l'intrattenimento. Qualche esempio? Da febbraio, chi visita la città s'imbatte in suggestive installazioni di arte luminosa. Nel mese di maggio sono previste solenni celebrazioni della liberazione dall'occupazione nazista, da parte dell’esercito americano, e una spettacolare parata ricorderà il 70simo anniversario della fine della seconda guerra mondiale. In estate un festival che durerà nove settimane coinvolgerà vari monumenti della regione di Pilsen, che ospiteranno eventi di musica, danza, teatro e fuochi d’artificio in stile barocco, allo scopo di esaltare i tesori architettonici della Boemia occidentale.

Veduta del centro storico dalla cattedrale. (foto pilsen.eu) Celebrazioni nell'ambito del Festival della Liberazione. (foto Plzen Liberation Festival) L'Orchestra della Staatskapelle Weimar per l'evento musicale I giorni di Smetana. (foto Matthias Horn/Smetanovskedny)

Gli storici edifici industriali di Pilsen saranno protagonisti di una serie di eventi raccolti sotto il titolo "Fabbriche dell’immaginazione". Negli spazi dell’ex centrale elettrica si svolgerà in aprile la mostra del design contemporaneo europeo, ma diversi eventi animeranno anche l’ex cartiera, il deposito ormai vuoto dell’azienda dei trasporti e altri siti di archeologia industriale. In occasione della sua designazione a capitale della cultura europea, Pilsen ha anche inaugurato un nuovo teatro per 650 spettatori, sede del Festival Internazionale del Teatro e di altri significativi appuntamenti inseriti nella ricca programmazione del 2015.

Oltre a tutto ciò, Pilsen merita una visita a prescindere dalla sua attuale qualifica temporanea. Vi suggeriamo un itinerario in cinque tappe, non senza avervi ricordato che dal 2 al 28 marzo si svolge il festival musicale "I giorni di Smetana", dedicato a un repertorio classico-romantico in onore del compositore Bedřich Smetana,


LA CATTEDRALE DI SAN BARTOLOMEO

Františkánská 11 - www.katedralaplzen.org

La cattedrale gotica di San Bartolomeo. (foto pilsen.eu) Il maestoso interno della cattedrale. (foto Czechtourism)

Questo simbolo dell'arte gotica di Pilsen vanta il più alto campanile della Repubblica ceca. Dalla sua torre campanaria (alta 103 metri, 301 scalini) si gode di una spettacolare vista sul centro storico e sulle colline boscose del bassopiano di Pilsen. All'interno della cattedrale, tesori di eccezionale valore artistico risalenti al Medioevo e splendide vetrate.


LA GRANDE SINAGOGA

Smetanovy sady 5 - www.zoplzen.cz

La facciata della Grande Sinagoga. (foto Czechtourism) La navata centrale della Grande Sinagoga. (foto Czechtourism)

È la seconda più grande sinagoga d'Europa e la terza più grande al mondo. È stata costruita in stile moro-romanico, con una ricca decorazione di motivi floreali. Nonostante l'aspetto storico, la sua costruzione risale a fine '800. Tra le tante particolarità, due imponenti torri laterali. Oggi non è soltanto luogo di culto, ma anche sede di mostre e sala da concerto, grazie all'ottima acustica e a un monumentale organo.


MUSEO DEL BIRRIFICIO DI PILSEN

U Prazdroje 7 - www.prazdroj.cz

La sede del Museo del Birrificio. (foto Prazdoj) L'ingresso monumentale del Birrificio. (foto Prazdoj) Il complesso industriale che produce la birra Pilsner. (foto Prazdoj)

L'esposizione proposta in questo museo, situato in pieno centro storico, presenta le procedure di produzione, i segreti della produzione, le modalità con le quali si serviva e si beveva la bevanda di luppolo durante i secoli. Interessante la sezione dedicata alla collezione di oggetti legati alla birra, qui scoprirete anche un modello funzionante della sala cottura di un birrificio a vapore.


TAVERNA NA PARKÁNU

Veleslavínova 4 - www.naparkanu.com

Il bancone della Taverna Na Parkanu. (foto Na Parkanu) Una delle sale della taverna. (foto Na Parkanu)

Situata in una casa storica attaccata alle antiche mura della città, offre una bella veduta delle luppoliere che si estendono quasi ovunque. La taverna è collegata al Museo del birrificio, e visitarla vuol dire apprendere tante cose relative alla fabbricazione e la storia del marchio di fama internazionale – in particolare della lager Pilsner Urquell. La più nota specialità del locale è lo stinco di maiale alla birra di Pilsen con senape, rafano e crauti.


SOTTERRANEI DI PILSEN

Veleslavínova 6 - www.plzenskepodzemi.cz

Una delle innumerevoli gallerie del labirinto sotterraneo della città. (foto Plzenskepodzemi) Un antico mulino dei sotterranei. (foto Plzenskepodzemi)

Un labirinto di corridoi, cantine e pozzi sotterranei scavati nel ‘300 si trova sotto il lastricato cittadino, e aveva il compito di conservare al fresco gli alimenti ed ospitare alcuni laboratori artigianali, distillerie e malterie. Da vedere anche molti impianti tecnici: cunicoli di acque reflue, canalizzazioni e pozzi. Alla fine della visita, che permette di scoprire la vita quotidiana in epoca medievale, i visitatori maggiori di 18 anni ricevono in omaggio una moneta che dà diritto, in certi ristoranti, alla degustazione di una speciale birra, la “Master”, una via di mezzo tra la chiara e scura.

 

www.czechtourism.com/it/home/

www.plzen2015.cz/en/