Tweet

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

Intervista a Elisabeth Jane Bertrand

 

di Eugenia Sciorilli

Ha raggiunto 10.000 euro in soli quattro giorni la raccolta fondi intitolata "Scusa Roma" e promossa sul sito Gofundme.com da Elisabeth Jane Bertrand, un'olandese (originaria di Maastricht) innamorata dell'Italia che ha voluto così reagire alla devastazione di Piazza di Spagna - con danni alla splendida fontana "Barcaccia" di Bernini - ad opera degli hooligans giunti a Roma per la partita del Feyenoord Rotterdam contro la Roma.

Sulla pagina dedicata all'iniziativa campeggia un tulipano rosso che sovrasta un'immagine di Piazza di Spagna, a rappresentare simbolicamente l'omaggio di un popolo che intende riparare le violenze vandaliche. Centinaia gli olandesi che hanno aderito all'iniziativa di Elisabeth con contributi tra i 5 e i 1000 euro, e che hanno espresso - nell'accompagnare il loro gesto generoso e solidale - tristezza, rabbia e uno straordinario amore per l'Italia.

Elisabeth Jane Bertrand, ideatrice del sito olandese Dolcevia.com. (foto Dolcevia) La pagina online sul sito Gofundme.com dedicata alla raccolta fondi per i danni subiti dalla fontana Barcaccia in Piazza di Spagna. (foto Gofundme) Elisabeth per i vicoli del centro storico di Firenze. (foto Dolcevia)

"Si, gli olandesi amano l'Italia", mi dice Elisabeth, che nel 2008 ha creato un sito web interamente dedicato alla scoperta dell'Italia e intitolato Dolcevia.com. Il sito, in lingua olandese, è una miniera di informazioni per quanti vogliano visitare il nostro Paese: dalle bellezze paesaggistiche alle ricette gastronomiche, dai consigli pratici di viaggio alle prenotazioni di hotel e agriturismi, fino alla vendita di biglietti per Expo Milano, di cui Dolcevia.com è rivenditore ufficiale per Olanda e Belgio. Da alcuni mesi Elisabeth vive in Toscana, più precisamente nel Mugello, dove si è trasferita per avviare un ufficio di rappresentanza in Italia di Dolcevia.com

Elisabeth, quando ha scoperto l'Italia per la prima volta?

"Avevo 16 anni, ricordo un bellissimo resort in Umbria, lavoravo in un maneggio. Ci passai l'estate, e m'innamorai di un ragazzo che veniva da Roma. Fu proprio sua madre, che lo accompagnava, a invitarmi a Roma e a farmi conoscere la città. A 21 anni sono tornata in Italia, questa volta a Torino, dove ho studiato l'italiano, per poi scegliere di vivere a Bruxelles dove ho frequentato l'università".

Qual è il luogo che per primo l'ha fatta innamorare dell'Italia?

"Matera: mi sono emozionata quando l'ho visitata per la prima volta. Altri luoghi speciali, per me, sono Roma, Napoli, la Costiera Amalfitana e in particolare Positano, la zona costiera della Sicilia occidentale in provincia di Trapani, soprattutto Marsala, Menfi, San Vito Lo Capo".

L'ultima scoperta in ordine di tempo?

"Certamente Bologna, l'ho trovata bellissima, e turisticamente sottovalutata".

L'Oasi di Moscheta nella regione del Mugello. (foto Turismo in Toscana) Un tratto del Po a Torino, città scelta da Elisabeth per studiare l'italiano. (foto Miguel Tremblay) Veduta d'insieme dei Sassi di Matera, Patrimonio Unesco. (foto Giusy Schiuma/Comune di Matera)

Scorcio panoramico di Positano, luogo tra i preferiti da Elisabeth Bertrand. (foto Turismo in Salerno) L'interno della basilica di San Petronio a Bologna. (foto Bologna Welcome)

Da sapere - Elisabeth J. Bertrand fa parte dalla fine di febbraio del Comitato promotore dell'Associazione "Salviamo la Barcaccia", con sede a Roma, formata da cittadini olandesi. Segretario dell'associazione è Maarten van Aalderen, corrispondente del quotidiano De Telegraaf e presidente dal 2013 dell'Associazione Stampa Estera in Italia.

www.dolcevia.com



 



 



 

 

A Tavola con lo Chef