Tweet
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

La Finlandia festeggia il musicista a 150 anni dalla nascita

di Eugenia Sciorilli

 

Jean Sibelius in un ritratto fotografico del 1939. (foto Santeri Levas/Sibelius150) L'8 dicembre 1865, in una freddissima giornata invernale, Jean Sibelius nasce a Hämeenlinna, città della Finlandia poco a nord di Helsinki circondata da laghi e foreste, e quest'anno in tutto il territorio finlandese si rende omaggio al 150simo anniversario della sua nascita con numerosi eventi, tra cui mostre, concerti e concorsi di musica.
Durante gli studi giovanili nella città natale, Sibelius amava passeggiare nel bosco di Aulanko (oggi riserva naturale) accompagnato dal suo violino, e non a caso molte delle sue composizioni musicali più famose sono legate al mondo della natura.
Sibelius ha legato il suo nome anche alla lotta per l'indipendenza della Finlandia dalla Russia, ottenuta dopo la fine della prima guerra mondiale, e sia per questo impegno che per i suoi meriti artistici lo Stato finlandese volle accordargli un vitalizio che gli permise di evitare le ristrettezze economiche da lui temute, anche a causa della famiglia numerosa che creò insieme a sua moglie Aino (sei figlie nate tra il 1893 e il 1911).

La casa natale a Hameenlinna. (foto Oy Hameen/Kehittamiskeskus) Il paesaggio di Aulanko luogo di ispirazione del giovane Sibelius. (foto Jorma Jamsen/Kehittamiskeskus) La casa delle vacanze della famiglia Sibelius a Loviisa alla fine dell'Ottocento. (foto Loviisa City Museum)

L'aula magna dell'Università di Helsinski in un'immagine del 1907. (foto Signe Brander/Helsinki City Museum) Aino Jarnefelt, moglie di Sibelius in una foto del 1922. (foto Otava Picture Archive) Il lago Tuusula  (foto Sakari Kiuru/Helsinky City Museum) Jean Sibelius nel suo studio a Villa Ainola. (foto Villa Ainola)

Il lato ovest di Villa Ainola. (foto Villa Ainola) Il pianoforte di Sibelius nel soggiorno di Villa Ainola. (foto Sakari Kiuru/Helsinki City Museum) La sauna disegnata da Aino. (foto Villa Ainola)

Il monumento a Sibelius a Helsinki della scultrice finlandese Heila Hiltunen. (foto Visit Finland)

Nel 1904 Jean Sibelius decise di trasferirsi in una casa in legno vicino al lago Tuusula, a Järvenpää, a circa 40 chilometri a nord di Helsinki, un territorio dominato da laghi e foreste di pini e betulle. Volle chiamare quella casa Ainola, dal nome della moglie; il suffisso "la" sta infatti a significare "il luogo di". In quella casa isolata, ma circondata da un paesaggio di eccezionale bellezza, compose le ultime cinque sinfonie e una delle sue opere più celebri, il concerto per violino e orchestra op. 47.
Villa Ainola, edificata su progetto di un famoso architetto del tempo, Lars Sonck, ha ospitato Sibelius e la sua famiglia per oltre mezzo secolo, ed è stata la dimora del musicista fino al momento della sua morte, avvenuta il 20 settembre 1957. Dal 1974 è un museo a lui dedicato, aperto da maggio a settembre, che accoglie circa 30.000 visitatori l'anno. L'atmosfera è quella di un tempo, con cimeli del compositore e oggetti di vita quotidiana, e sono da ammirare anche gli spazi verdi che circondano la casa-museo, disegnati dalla moglie Aino: si tratta di un orto, di un giardino ricolmo di fiori e di un'area con varie piante da frutta. Proprio qui, su questo terreno a pochi passi da Villa Ainola, sono ospitate le tombe di Jean e Aino Sibelius (www.ainola.fi).

www.visitfinland.com/it/

www.sibelius150.fi

 

 

 

 

 

 

 

 



 


 


 


 


 


 



 

 

Studio Placidi