Tweet
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Veniva inaugurata nel 1935 la Strada Alpina del Grossglockner

di Eugenia Sciorilli

 

La splendida Strada Alpina del Grossglockner, nel Parco nazionale austriaco degli Alti Tauri, festeggia quest'anno ottanta anni: venne infatti inaugurata nell'estate del 1935, dopo cinque anni di lavori. Situato in una delle più belle aree verdi della Mitteleuropa, è un percorso di raro fascino, che permette di ammirare un'eccezionale varietà di scorci paesaggistici e di specie animali e vegetali.

Questa celebre strada panoramica collega i Länder austriaci del Salisburghese e della Carinzia, e si estende per 48 km, serpeggiando da Bruck, nella valle del Salzach, fino a Heiligenblut, passando ai piedi della più alta vetta austriaca, il Grossglockner (3.798 m.). Aperta dall'inizio di maggio alla fine di ottobre (ingresso a pedaggio), la strada presenta 36 tornanti e arriva a una quota massima di 2.504 metri, offrendo a chi la percorre (in auto, moto o bici) spettacolari paesaggi di montagna.

Ingegneri e capomastri nel 1931 durante la costruzione della Strada Alpina. (foto Grossglockner Hochalpenstrasse) 3 agosto 1935, giorno di inaugurazione della Strada Alpina del Grossglockner. (foto Grossglockner Hochalpenstrasse)

Il Grossglockner, la montagna più alta dell'Austria. (foto Bernhard/ Graessi/Grossglockner Hochalpenstrasse) La tappa della gara di ciclismo a cronometraggio per la conquista del titolo di Re del Glockner alla Fuscher Toerl. (foto Grossglockner Hochalpenstrasse)

Veduta dalla Fuscher Toerl (foto Grossglockner Hochalpenstrasse) Auto d'epoca sulla Kaiser-Franz-Josefs-Höhe. (foto Grossglockner Hochalpenstrasse)

L'itinerario per motociclisti attraverso il Parco Nazionale degli Alti Tauri. (foto Grossglockner Hochalpenstrasse) Il Picco dell'Edelweiss. (foto Grossglockner Hochalpenstrasse) Stambecchi in fila indiana nel Parco Nazionale degli Alti Tauri. (foto Nationalpark Hohe Tauern)

Due giovani marmotte. (foto Bernhard Graessi/Grossglockner Hochalpenstrasse) Una sala della Glocknergalerie, Museo di storia della Strada Alpina. (foto Peter Krackowizer/Grossglockner Hochalpenstrasse)

Una delle principali attrazioni della Strada Alpina del Grossglockner è la Kaiser-Franz-Josefs-Höhe, a quota 2.369 metri. Ci si trova al di sopra del Pasterze, il ghiacciaio più lungo delle Alpi orientali, che può essere raggiunto grazie a una cremagliera, e dove si riesce ad avvistare marmotte e stambecchi. Ospita anche un Centro visitatori, dove si possono ottenere informazioni e visitare mostre permanenti e temporanee. È da qui che si può imboccare il sentiero Gamsgruben, che rappresenta un'escursione tra le più belle per gli amanti della montagna. Dopo circa un'ora di cammino, infatti, si raggiunge il suggestivo Wasserfallwinkel (angolo della cascata), luogo ideale per una sosta in "full immersion" con la natura.

Altro imperdibile punto panoramico è la Fuscher Törl, che per prima regala un'eccezionale vista sul Grossglockner, mentre la Hochtor rappresenta il punto più alto dell'intero itinerario, trovandosi a un'altezza di 2.504 metri. A un'altitudine leggermente superiore (2.571 m.) si trova infine l'Edelweißspitze, uno straordinario belvedere che permette di osservare una trentina di cime degli Alti Tauri, e dove è ancora conservato l'acciottolato originale della strada.

www.grossglockner.at/it/hochalpenstrasse

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 


 


 


 


 


 



 

 

Studio Placidi