Tweet

 


 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


A TAvola con lo Chef


 

 

 

 

 

dell’Astrologa Martina


È nato sotto il segno dei Gemelli uno dei più geniali compositori dell'era d'oro di Hollywood, amatissimo ancor oggi: Cole Porter.

* * *

Era il 1932, quando a Broadway Fred Astaire saliva per l'ultima volta sulle tavole di un palcoscenico, prima di abbandonare definitivamente il teatro per il più popolare e redditizio show business hollywoodiano. In effetti, la commedia musicale che interpretava sarebbe stata pochi anni dopo trasposta in film, e in entrambi i casi Astaire sarebbe stato soltanto il primo di una serie interminabile di artisti a interpretare le musiche di Gay Divorce, e in particolare una delle canzoni più affascinanti e celebri di tutti i tempi: Night and Day, che sarebbe rimasta per sempre a testimoniare l'inarrivabile talento dell'autore forse più dotato del musical degli anni '20 e '30, capace di scrivere testi e musiche per decine di canzoni ancora oggi popolarissime. Questo autore era il grande Cole Porter.

Porter era nato in una facoltosa famiglia dell'Indiana il 9 giugno del 1891, e, dopo aver abbandonato l'idea di diventare avvocato come avrebbe desiderato il ricchissimo e dispotico nonno materno, si era dedicato alla musica, alla quale era stato iniziato dalla madre Kate. Trasferitosi in Francia nel 1917, in piena guerra mondiale, s'arruolò nella Legione Straniera, e dopo la guerra visse a Parigi e poi a Venezia, conducendo una vita lussuosa ed eccentrica, tra feste sontuose e scandalose. Sposò una ricca compatriota di otto anni più anziana di lui, Linda Lee Thomas, che lo incoraggiò a proseguire la sua attività di compositore che si era fino allora svolta tra alti e bassi, senza offrire a Porter le soddisfazioni che sperava. Solo nel 1928 riuscì a portare a Broadway un lavoro interamente musicato da lui, e nell'arco di un decennio divenne gradualmente uno dei più amati e ammirati autori della musica americana, sia in teatro, sia nel cinema.

Ritratto fotografico di Cole Albert Porter, 1956. (foto Library of Congress) La cittadina di Peru nell'Indiana, luogo di nascita di Cole Porter, in un'immagine del 1900. (foto Yale University Manuscripts & Archives Digital Images Database) Cole Porter con la moglie Linda Lee Thomas. (foto Indiana Historical Society)

Cary Grant e Alexis Smith rispettivamente nei ruoli di Cole e Linda nel film Night and Day, dvd Warner Home Video. Una selezione di brani cantati da Frank Sinatra, Capitol Records 1965. Raccolta di canzoni tratte dal musical Kiss Me Kate, Hal Leonard Publishing Collection 1980. Porter sulla copertina del cd dedicato ai suoi pezzi migliori, Hip-O 2004.

Gemelli, segno zodiacale di Cole Porter.

Le sue canzoni, da Let's Do It a Every Time We Say Goodbye, da I Concentrate on You a I Get a Kick out of You e You Do Something to Me, fino alla stupenda Begin the Beguine, furono incise da tutti i maggiori cantanti dell'epoca e anche dei decenni successivi, tanto da diventare degli standard ancora oggi molto amati dal pubblico.

Al grande successo, tuttavia, nella vita di Porter dovevano accompagnarsi anche vicende drammatiche. Nel 1937, per un incidente a cavallo, Cole subì terribili fratture a entrambe le gambe, tanto che i medici erano del parere di amputarle. Il musicista, con l'appoggio della moglie, rifiutò e si sottopose a una lunga terapia riabilitativa che lo lasciò comunque parzialmente invalido e soprattutto soggetto a dolori acutissimi. Nel 1939 i Porter rinunciarono definitivamente alla loro casa di Parigi, così cara a Cole, e trasferirono molti dei loro ricordi francesi in una nuova casa nelle colline del Massachussetts, dove trascorrevano il tempo che non spendevano tra Hollywood e New York. Com'è noto, il legame di Cole e Linda, sebbene fondato sul reciproco e sincero affetto e su una grande comunanza di interessi, tutelava in realtà l'omosessualità di lui, socialmente inaccettabile per l'epoca.

Dopo la morte della moglie Linda nel 1954, la salute di Porter peggiorò e dovette infine farsi amputare la gamba destra. Negli ultimi anni, lui che era stato l'organizzatore di tante stravaganti feste in Europa e in America, condusse una vita tranquilla e ritirata, circondato da pochi amici e dai ricordi degli anni scintillanti di Hollywood e Broadway. Cole Porter morì di insufficienza renale nel 1964, e fu sepolto nella sua città natale in Indiana, dove era tornato in ben poche occasioni dopo averla lasciata per gli studi a Yale.

 

 

Nonostante il suo enorme successo, Porter considerava la sua arte con un certo distacco e senza troppo orgoglio: "La mia unica fonte d'ispirazione è la telefonata di un regista", disse una volta. Era capace di comporre nelle condizioni più varie, anche durante le sue rumorose feste, e i testi delle sue canzoni spaziano dal romanticismo più classico a situazioni, come in Love for Sale, considerate decisamente scabrose per l'epoca. Amante del lusso, della raffinatezza e dell'originalità, Porter aveva trovato nell'Europa tra le due guerre un ambiente ideale per perfezionare il suo talento e contemporaneamente per dare libero spazio al suo edonismo. Queste caratteristiche ne fecero un personaggio del jet-set oltre che un artista, e la sua notorietà personale era tale che nel 1946, quando ancora era in attività, gli fu addirittura dedicato un patinato film biografico interpretato da Cary Grant. Naturalmente, il titolo scelto per il film fu Night and Day.

Cole Porter apparteneva al segno dei Gemelli, segno d'aria dominato dal pianeta Mercurio; l'influenza di questo aspetto astrale si rivelava soprattutto nella sua apertura mentale e nella disposizione verso il mondo esterno, che si traduceva in una personalità vivace e stimolante, dotata di grande curiosità e di una spiccata attitudine alla socialità. Come molti nativi del segno, anche Cole Porter manifestava un'aperta intolleranza verso le situazioni noiose e monotone, attratto com'era delle occasioni mondane e del divertimento brillante e sofisticato.

Dei Gemelli possedeva la naturale eleganza, il fascino e la capacità di comunicare, che ne facilitava gli incontri e le relazioni. Ascendente Gemelli, racchiudeva in sé la più pura natura del segno: era estremamente sensibile, estroverso e divertente, e dietro un'apparentemente fatuità rivelava uno stile personalissimo. La Luna in Cancro, presente nel tema natale di Cole Porter, è la Luna emotiva degli artisti, che si esprime attraverso l'immaginazione, la creatività, l'istintività dei sentimenti.

Giove in Pesci nel cielo di nascita ne esaltava tratti caratteriali quali l'espansività, la sensibilità e la socievolezza; la presenza di Marte in Cancro amplificava aspetti di personalità come l'ambizione, l'indipendenza, l'originalità. Il talento artistico e l'ispirazione erano potenziati, in Cole Porter, dalla presenza di Nettuno in Gemelli nel tema natale, mentre Mercurio in Toro ne rendeva il carattere un po' stravagante e lo spirito arguto e ironico.

Il 21 maggio del 2007, a quarantatré anni dalla sua scomparsa, Cole Porter ricevette la prestigiosa stella sulla Hollywood Walk of Fame, un meritato riconoscimento alla sua grandezza di compositore e musicista, un doveroso tributo all'autore di alcuni tra i più amati standard del jazz di sempre.

 

 





 

Studio Placidi