Tweet
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Scarica l'articolo in PDF

 

 

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


Salisburgo, antica bellezza che si rinnova

Il 1° gennaio 2017 coincide con il 20simo anniversario
come Patrimonio Mondiale dell’Unesco


di Eugenia Sciorilli

 

Il 1° gennaio 1997, il centro storico di Salisburgo entrava a far parte della lista dei siti riconosciuti Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Gli esperti dell’Unesco, l’organismo delle Nazioni Unite che promuove tale prestigiosa lista, indicavano nella magnificenza del patrimonio urbanistico e musicale i motivi fondamentali di questa scelta. Infatti, l’architettura della città, che riflette il regno secolare dei principi arcivescovi, si amalgama allo scenario unico del centro storico, e a questo prezioso binomio va aggiunto il ruolo di eccezionale rilievo svolto dalla musica nella città natale di Wolfgang Amadeus Mozart. Proprio allo straordinario compositore austriaco è dedicata ogni anno la Settimana Mozartiana (Mozart Woche), la cui prossima edizione è prevista dal 26 gennaio al 5 febbraio 2017, con la partecipazione di decine di interpreti di livello internazionale. Senza dimenticare, naturalmente, i festival musicali di Pasqua, Pentecoste e della stagione estiva…

Panorama del centro storico, in primo piano il fiume Salzach. (foto Tourismus Salzburg GmbH) L'antico complesso della Fortezza sul rilievo del Monchsberg. (foto G. Breitegger/Tourismus Salzburg GmbH) La facciata della seicentesca Cattedrale con la grande cupola e le torri gemelle. (foto Tourismus Salzburg GmbH)

Dalle piazze create da geniali architetti italiani ai suggestivi vicoli medievali, il centro storico di Salisburgo spicca per gli edifici dall’architettura romanica, gotica e rinascimentale riuniti in un connubio armonioso, fra cui dominano esempi prestigiosi del barocco accanto ad eleganti costruzioni in stile neoclassico e Jugendstil, queste ultime risalenti al periodo della monarchia asburgica. Come Patrimonio dell’Umanità, questo spettacolare quanto ineguagliabile centro storico è sottoposto a una tutela particolare: gli ospiti della città possono quindi ammirare una città tra le più eleganti dell’intero continente europeo, che si adatta al tempo presente, senza mai perdere le caratteristiche che la contraddistinguono.

Il giardino barocco dello Schloss Mirabell, un tempo palazzo d'estate dei principi-vescovi. (foto Tourismus Salzburg GmbH) L'ingresso del Mozarteum, conservatorio specializzato nello studio della produzione mozartiana. (foto Tourismus Salzburg GmbH) Il Monumento a Wolfgang Amadeus Mozart posto al centro della Mozartplatz. (foto Tourismus Salzburg GmbH) La Getreidegasse, la vivace strada dello shopping disseminata da insegne di ferro battuto. (foto Tourismus Salzburg GmbH)

Un angolo del nucleo storico della città. (foto Tourismus Salzburg GmbH) Le tipiche carrozze a cavallo per il giro turistico. (foto Tourismus Salzburg GmbH) Arte moderna e contemporanea al Museum der Moderne sulla collina del Monchsberg. (foto Tourismus Salzburg GmbH) Veduta aerea dei giardini all'italiana del Castello di Hellbrunn. (foto Tourismus Salzburg GmbH)

I giochi d'acqua dei giardini privati del Palazzo di Hellbrunn. (foto Tourismus Salzburg GmbH) Lo scalone d'accesso al primo piano del Palazzo di Hellbrunn. (foto Bryan Reinhart/Tourismus Salzburg GmbH) Le marionette del Marionettentheater, teatro famoso per gli allestimenti di opere liriche. (foto Tourismus Salzburg GmbH) La Steinterrasse, punto di ristorazione con magnifica vista sulla città vecchia. (foto Bryan Reinhart/Tourismus Salzburg GmbH)

Alcune opere di restauro, svolte negli ultimi, anni hanno contribuito ad abbellire ulteriormente il centro storico: nella Getreidegasse, ad esempio, è stato rimosso e rinnovato l’asfalto, in modo tale che la strada più celebre di Salisburgo, una vera icona di stile, è stata dotata di un nuovo allestimento, per consentire anche l’accesso senza barriere ai negozi. Una delizia per i bambini è la zona pedonale nell’ambito della Linzergasse inferiore: vi sono fontane, corsi e giochi d’acqua, e l’intero quartiere sprigiona un’atmosfera meridionale che gli dona un aspetto completamente nuovo.

Anche nel 2017, che coincide con il ventesimo anniversario dell’elezione a Patrimonio Unesco, i lavori di restauro proseguiranno: a partire dalla prossima primavera, la Piazza della Residenza sarà sottoposta ad una ampio rinnovo. Nel Giardino di Mirabell verrà ripristinato il Giardino degli gnomi, così come si presentava originariamente. Le statue barocche di marmo del monte Untersberg, risalenti in parte fino a 325 anni fa, hanno una storia travagliata. Ora ne verrà cambiata la collocazione e le statue mancanti verranno sostituite da nuove. Inoltre, verrà ripristinata la fontana che un tempo si trovava al centro del giardino. Tanti i motivi, dunque, per programmare una visita di questa splendida città austriaca, che si adagia sulle rive del fiume Salzach e permette di ammirare come panorama le valli e i monti del Salzkammergut.

www.salzburg.info/it/

 

 

 

 

 

Studio Placidi