Tweet

 



 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |


clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica

La neve, i vigneti, il teatro

Arte, musica
e una festa romantica

Rendez-vous estivi
tra musica e natura

Una Francia per tutti i gusti

Storia, Arte, Cucina e Natura, un percorso a quattro tappe

Vienna, Rotterdam e Praga, tre città per viaggi a tema

Austria, variazioni su un tem

Dalla Grecia a Roma, e l'Irlanda

Eventi gourmet in Valtellina e Merano, Polonia a metà prezzo

Dalla Thailandia alla Val Gardena, e poi l'Olanda

Feste d'inverno




 

 

 

Tre idee di viaggio tra Svizzera, Giappone e Islanda

a cura della Redazione di Travel Carnet

Un nuovo parco archeologico nel Canton Ticino

Il Monte San Giorgio sul Lago di Lugano. (foto Turismo Ticinese) Veduta aerea degli scavi di Tremona-Castello. (foto Città di Mendrisio) Resti delle abitazioni medievali sulla terrazza superiore. (foto Città di Mendrisio) Disegno ricostruttivo del villaggio medievale. (foto Città di Mendrisio)

Recentemente inaugurato (settembre 2016), il parco archeologico di Tremona-Castello sul Monte San Giorgio ha impegnato per quasi tre decenni i volontari dell’Associazione Ricerche Archeologiche del Mendrisiotto, che hanno effettuato scavi sulla collina portando alla luce un insediamento medievale con 56 edifici, case e magazzini. Gli scavi hanno dimostrato che questo rialzamento sopra la collina, con un’ampia visuale che si estende sulla pianura lombarda, era abitato tra il V millennio a.C. e il XIV secolo e che quindi è la prova di oltre 6000 anni di storia di insediamento.

L’insediamento medievale, i cui resti oggi sono esposti all’interno del parco archeologico, consente una ricostruzione dettagliata della vita quotidiana in un villaggio medievale di contadini. Pannelli informativi sul sentiero raccontano ai visitatori in italiano e in inglese com’era la vita a quei tempi. Su questi pannelli, oltre alle informazioni sulla storia e sulla vita del villaggio ci sono anche alcune foto di reperti e disegni che raffigurano scene di vita quotidiana dell’epoca. Il nuovo parco archeologico si trova sul sentiero tra Meride (20 minuti) e Tremona (10 minuti), dove si trova anche il parcheggio più vicino. Su richiesta, vengono organizzate gratuitamente visite guidate per gruppi da 5 a 25 persone.

www.ticino.ch

 

Sulla neve in Estremo Oriente: destinazione Hokkaido

Le monumentali sculture di ghiaccio al Festival della Neve di Sapporo. (foto Sapporo City) Danze folcloristiche durante il festival. (foto Turismo Giappone)

Veduta aerea dell'Odori Park, cuore della manifestazione. (foto Sapporo City) Luminarie e stand di gastronomia giapponese all'Odori Park. (foto Sapporo City)

La più settentrionale delle isole giapponesi, Hokkaido, è un mondo a parte: riconosciuta per i suoi spazi aperti, la fauna selvatica e le montagne, le strade lunghe e dritte fino all’orizzonte, si sta anche guadagnando la fama di rifugio perfetto per chi ama gli sport invernali e i magnifici parchi nazionali, per chi vuole rilassarsi in onsen appartati e scoprire la regione senza fretta. Hokkaido, letteralmente ‘via per il mare settentrionale’, è una grande isola vulcanica che vanta una natura selvaggia e incontaminata, la cui capitale è la città di Sapporo, fondata alla fine del 19simo secolo.

Caratterizzata da atmosfere urbane assai distanti dalle tradizioni millenarie nipponiche, Sapporo è famosa soprattutto per il Festival della Neve (6-12 febbraio 2017) che regala alla città edifici e sculture spettacolari realizzate nel ghiaccio e ospita pittoresche bancarelle con il meglio della rinomata gastronomia dell’isola. Oltre a Sapporo, vale la pena di visitare anche le località di Niseko e Furano, che sono i resort più popolari di sci invernali, non solo per le splendide piste di diversi livelli, gli ottimi servizi turistici e l’ospitalità, ma anche per l’atmosfera vivace e la vita notturna. Infine, una curiosità: anticamente l’isola di Hokkaido veniva chiamata Ezo ed era abitata da una popolazione indigena, gli Ainu, la cui civiltà è stata studiata dal famoso etnologo italiano Fosco Maraini.

www.turismo-giappone.it


Islanda in primavera: una proposta di viaggio

L'avveniristica facciata della Hallgrimskirkja Church a Reykjavik. (foto Visit Reykjavik) Escursione alla Gullfoss Waterfall. (foto Gullfoss) L'area termale della Laguna Blu. (foto 4Winds) Il pittoresco villaggio portuale di Vik. (foto Visit South Iceland)

Pioniere dei viaggi in Islanda dall’Italia, il Tour Operator 4Winds propone un viaggio di gruppo in terra islandese previsto per il prossimo mese di aprile, con volo diretto da Roma o Verona. Spiega Franco Fenili, fondatore del T.O. romano: "È un viaggio speciale, studiato appositamente per la stagione primaverile e che offre la rara occasione dei voli diretti da Verona, il 20 aprile, e da Roma Fiumicino, il 27 aprile”.

Un viaggio in Islanda nella stagione primaverile garantisce le condizioni migliori di luce per la fotografia, nel momento dell'anno in cui le giornate cominciano finalmente ad allungarsi in attesa della lunga estate artica. Aggiunge Franco Fenili: “Si potrà trovare ancora un po' di neve, e l'avvistamento dell'aurora boreale, seppure improbabile, non è impossibile…".

Il programma base prevede volo, trasferimenti, 4 notti in hotel con trattamento di pernottamento e prima colazione. È possibile scegliere fra alberghi diversi (i prezzi variano in base alla categoria alberghiera prescelta). Si potrà arricchire il programma con escursioni come Laguna Blu, Circolo d'Oro o la Costa Meridionale. Quote a partire da 970 euro per persona.

www.4winds.it