Tweet
Studio Placidi

 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

Seconda puntata di un viaggio alla scoperta
di straordinarie tradizioni gastronomiche

 

a cura della Redazione di Travel Carnet

Proseguiamo il nostro giro di una delle terre d'Europa più generose di tradizioni culinarie e di specialità enogastronomiche, partendo dalla provincia di Bologna per arrivare fino ai paesaggi che circondano Rimini e la costa adriatica.


STRADA DEI VINI E DEI SAPORI CITTA’ CASTELLI CILIEGI

Le piccole botti nell'Acetaia Comunale di Modena. (foto Comune di Modena) La Mortadella Bologna Igp. (foto Consorzio Tutela Mortadella Bologna) Il Grasparossa secco Dop della Cantina Sociale Settecani. (foto Settecani)

Salendo da Bologna verso la collina, si ha modo di ammirare Monteveglio con la sua abbazia e il parco regionale per poi giungere a Castello di Serravalle, capitale dello Gnocco fritto, e Savigno, patria del Tartufo. Entrando nel modenese, imperdibile una visita a una delle tante acetaie o al Museo dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena a Spilamberto. Nei dintorni, troviamo Vignola, Maranello (dove nascono le mitiche Ferrari) e il maestoso castello di Levizzano Rangone, che ospita un’enoteca con vini e prodotti tipici.

Non fatevi mancare un assaggio di Parmigiano-Reggiano DOP, Prosciutto di Modena DOP, Mortadella di Bologna IGP, Zampone e Cotechino di Modena IGP o gli squisiti Borlenghi. Il tutto annaffiato con il modenese Lambrusco Grasparossa di Castelvetro o il bolognese Pignoletto dei Colli. A proposito, se non siete mai stati a Bologna, è il momento di colmare la lacuna: è una delle città d’arte più belle d’Italia, sede dell’Università più antica del mondo; mentre a Modena non potete perdervi la bellezza del Duomo patrimonio dell’umanità.

Info:
Strada dei Vini e dei Sapori Città Castelli Ciliegi
Via N. Tavoni, 20 - 41058 Vignola (MO) Tel. 059 776711 - Fax 059 7702930
info@cittacastelliciliegi.it
www.cittacastelliciliegi.it


STRADA DEI VINI E DEI SAPORI DELLA PIANURA MODENESE

Il Prosciutto di Modena Dop con stagionatura di sedici mesi. (foto Prosciutto di Modena) Zampone e cotechino di Modena. (foto Consorzio Zampone e Cotechino Modena) La vendemmia delle uve lambrusco tra i vigneti della Cantina Carpi e Sorbara. (foto Cantina Carpi e Sorbara)

Siamo nel territorio delle Piccole Corti Padane, tra ville patrizie e le magnifiche rocche estensi: questo è un viaggio fra le acetaie dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, i vigneti e le cantine del Lambrusco Salamino di Santacroce e del Lambrusco di Sorbara. Innumerevoli i laboratori artigianali del Prosciutto di Modena DOP, del Cotechino e dello Zampone di Modena IGP e ovviamente del Re dei formaggi, il Parmigiano-Reggiano DOP.

Un buon punto di partenza per questo tour è la piccola corte padana di Carpi, con il suo bellissimo Palazzo rinascimentale. Vale la pena di fare un salto anche a Mirandola, paese di Pico, con il castello della casata. A Finale Emilia, fra le province di Modena, Ferrara e Bologna, una sosta è d'obbligo per ammirare il Castello, dimora estiva degli Estensi di Ferrara. Un’ultima curiosità da non perdere: a Campogalliano c'è il singolare Museo delle bilance, con strumenti di pesa di tutti i tipi e di tutte le epoche.

Info:
Strada dei Vini e dei Sapori della Pianura Modenese
Via S. Manicardi, 41 - 41012 Carpi (MO) Tel. 059 649327 - Fax 059 649416
info@terrepiane.net
www.terrepiane.net


STRADA DEI VINI E DEI SAPORI DELL’APPENNINO BOLOGNESE

Il marrone biondo di Lognola. (foto Castagneto del Casone di Lognola) Esemplari di tartufo bianco. (foto Bologna BO)

Attraversare l’Appennino Bolognese, con i suoi valichi e le strade antiche come la Futa e la Porrettana, equivale a riscoprire un’alternanza di colori che invitano ad una lettura suggestiva. Proprio qui, tra i crinali e le vallate appena fuori la città di Bologna e fino ai confini con la Toscana, ci attendono frutteti, vigneti, boschi e selve di castagno, gessi e calanchi, parchi, luoghi della memoria...

Il menù di questa Strada  propone un tagliere di squisiti salumi e formaggi dell’Appennino, come la Mortadella IGP e il Parmigiano Reggiano DOP. Ricette tipiche a base di farina di frumento tenero, farro e castagne, come il pane montanaro cotto nei forni a legna, le crescentine, le pinze, i ravioli, gli zuccherini, il castagnaccio, la polenta e le frittelle. Non mancano i mieli di crinale, frutti del bosco tra i quali spicca indiscusso il principe di queste terre, il Tartufo Bianco Pregiato dei Colli Bolognesi. Il tutto annaffiato da vini eccellenti, quali il Pignoletto Doc ed il Barbera.

Info:
Strada dei Vini e dei Sapori dell’Appennino Bolognese
c/o Comune di Monzuno Via Casaglia, 4 - 40036 Monzuno Tel. 051 6773328 - Fax 051 6770144
info@montagnamica.it
www.montagnamica.it


STRADA DEI VINI E DEI SAPORI DEI COLLI D’IMOLA

Un locale dell'Enoteca Regionale di Dozza Imolese. (foto Enoteca Emilia Romagna) Fiera del Bestiame di Fontanelice. (foto Comune di Fontanelice)

L’itinerario si dipana in un aspro territorio naturale attraverso borghi collinari e insediamenti medioevali, a cavallo fra Emilia e Romagna. Prima tappa: Imola, con il suo castello settecentesco. Oltrepassando la Riserva naturale del Bosco della Frattona, dopo pochi minuti è possibile visitare il borgo medioevale di Dozza Imolese: un piccolo gioiellino con piccole case dai muri affrescati da artisti contemporanei. In cima al paese, la Rocca Sforzesca del XIII secolo ospita l’Enoteca regionale. Salendo verso le colline si giunge a Fontanelice, nota per l’allevamento della razza bovina da carne romagnola, oggi riconosciuta a marchio IGP.

Castel del Rio è rinomata per l’omonimo Marrone IGP, la cui sagra si tiene a ottobre, il Castello Alidosi e il curioso ponte medievale a “schiena d’asino”. Lungo la Strada nascono i vini DOC Colli d’Imola, i Vini di Romagna e il celebre Albana di Romagna DOCG. Tenete d’occhio il calendario: per tutto l’anno qui si svolgono feste e sagre, tra cui il Baccanale di Imola, che per 15 giorni in autunno propone degustazioni, mostre, eventi.

Info:
Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli d’Imola
Via Boccaccio, 27 - 40026 Imola (BO) Tel. 0542 25413 - Fax 0542 613252
info@stradaviniesapori.it
www.stradaviniesapori.it


STRADA DEI VINI E DEI SAPORI DELLA PROVINCIA DI FERRARA

La salama da sugo. (foto Emilia Romagna Turismo) Coppia ferrarese, prodotto di panetteria Igp. (foto  Ferrara Terra e Acqua)

In continuo rincorrersi ed intrecciarsi di suggestioni rurali, ambientali e monumentali, si può scegliere fra tre distinti percorsi, tutti indimenticabili. La ‘via del Grande Fiume’, che da occidente ad oriente accompagna il fluire del Po attraverso sia l’attuale corso che ripercorrendone l’antico alveo del Volano, attraversando a nord Stellata, Pontelagoscuro, Ro Ferrarese, Berra, Mesola, e, più a sud, Settepolesini, Contrapò, Codigoro e Lagosanto.

La ‘via delle Corti Estensi’, che partendo ancora da Stellata passa per Cento, il Bosco della Panfilia e Voghiera, patria del profumatissimo aglio. Infine, la ‘via del Delta’, che da Gorino e Goro - noti per la raccolta delle vongole - attraverso Pomposa ed i Lidi raggiunge Comacchio, la città dei Trepponti incontrastata patria dell’anguilla, ed il Mezzano, di recente bonifica e ricco di peculiari caratteristiche agricole. Tra i tanti prodotti tipici da gustare, la Coppia ferrarese, pane dalle caratteristiche forme tutelato con l’IGP, l’Anguilla marinata, il Riso del Delta, il Pampepato, la saporita Salama da sugo e i Cappellacci di zucca. Molto particolari sono i vini del Bosco Eliceo DOC, ottenuti da viti che crescono su terreni sabbiosi che ne esaltano la sapidità.

Info:
Strada dei Vini e dei Sapori della provincia di Ferrara
Via Baruffaldi, 14/18 - 44100 Ferrara Tel. 0532 234232 - Fax 0532 205999
info@stradaviniesaporiferrara.it
www.stradaviniesaporiferrara.it


STRADA DEL SANGIOVESE E DEI SAPORI DELLE COLLINE DI FAENZA

L'Olio Extra Vergine di Oliva di Brisighella. (foto Enoteca Emilia Romagna) Il Giardino delle Erbe Augusto Rinaldi Ceroni a Casola Valsenio. (foto Comune di Casola Valsenio)

Dove l'Appennino comincia a farsi aspro e selvaggio e i sapori sono ancora quelli della tradizione contadina, inizia la cosiddetta "Strada del Sangiovese", tra le più suggestive dell'Emilia-Romagna.

Un percorso che si snoda tra storia, arte cultura, collegando località di grandissima attrazione turistica. Tra queste, si segnalano Brisighella, con il suggestivo borgo medioevale e il suo insuperabile Olio Extra Vergine di oliva di Brisighella DOP aromatico e profumato, Riolo Terme, stretta attorno all'antica rocca e patria di una delle migliori qualità di Scalogno di Romagna IGP (bulbo aromatizzato alla base di molti piatti tipici locali), Casola Valsenio, famosa per le erbe officinali, merita una sosta per il suo giardino delle erbe, fino a quella che può essere definita la vera regina di queste terre, Faenza, centro rinascimentale, di origine romana.

La fama di Faenza, che risale al Rinascimento, è da ricercarsi nell’eccezionale artigianato che crea oggetti in ceramica di squisita fattura, esportati in tutta Europa. Palazzi, porticati e una cattedrale di forme toscane sono le tipiche presenze architettoniche della cittadina romagnola, concentrate soprattutto in due piazze attigue: Piazza del Popolo, delimitata da due scenografiche ali porticate a doppio ordine, e Piazza della Libertà.

Info:
Strada del Sangiovese e dei Sapori delle Colline di Faenza
Corso Matteotti, 40 - 48025 Riolo Terme (RA) Tel. 0546 74660 - Fax 0546 71932
info@stradadelsangiovese.it
www.stradadelsangiovese.it


STRADA DEI VINI E DEI SAPORI DEI COLLI DI FORLI’ E CESENA

Il formaggio di fossa di Sogliano a pasta semidura. (foto Enoteca Emilia Romagna) Il Costone, Bertinoro Riserva 2012. (foto Cantina Braschi)

Tra colline, borghi e paesaggi, che scrutano dall’alto le città di Forlì e di Forlimpopoli, di Cesena e di Savignano, questo itinerario nella Romagna più autentica attraversa colli tondeggianti e ammantati di viti per poi immergersi in una campagna ricca e serena, estendendosi per quasi 300 chilometri. Tra i prodotti tipici del territorio, ricordiamo il saporitissimo formaggio di fossa di Sogliano e i formaggi freschi come lo Squaquerone e il Raviggiolo. È questa la patria della Piadina, farcita con fantasia, di Pellegrino Artusi, dei famosi Passatelli e Cappelletti in brodo. Tra i centri urbani di maggior interesse, segnaliamo Castrocaro, “città ideale” costruita nel 1564 dai Medici, e  la panoramica Bertinoro, “Città del vino” e capitale dell’ospitalità.

Info:
Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Forlì e Cesena c/o Comune di Bertinoro
Piazza Libertà, 1 - 47032 Bertinoro (FC) Tel. 0543 469213 - Fax 0543 444588
info@stradavinisaporifc.it
www.stradavinisaporifc.it


STRADA DEI VINI E DEI SAPORI DEI COLLI DI RIMINI

La piadina della Piadineria Dalla Lella a Rimini. (foto Dalla  Lella) Ricotta di Romagna o Ghiottella, specialità del Caseificio Mambelli. (foto Mambelli)

È un percorso a pochi minuti dalla costa, appena sopra Rimini e la riviera romagnola, fra colline di vigneti e oliveti che sembrano balconi sul mare. Lungo il percorso, s'incontrano alcune affascinanti località del Montefeltro: Santarcangelo di Romagna con la rocca e le grotte tufacee, Torriana con il Castello di Montebello (che la leggenda vuole essere abitato dal fantasma di Azzurrina), Verucchio con la rocca del Sasso e il museo preistorico villanoviano.

Sulle colline, a pochi chilometri dal mare, si ha l'occasione di acquistare l’Olio Extra Vergine di oliva Colline di Romagna DOP, i vini DOC Colli di Rimini e le piadine servite a tutte le ore nei chioschi, nella versione sottile tipicamente riminese. Gustosi i formaggi: di fossa, Pecorino, Ricotta, Squacquerone. E poi tartufi e castagne: la zona più ricca è quella di Montefiore Conca, suggestivo centro medioevale con la Rocca malatestiana.

Info:
Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini
Piazzale Bornaccini, 1 - 47900 Rimini Tel. 0541 634844 - Fax 0541 634847
info@stradadeivinidirimini.it
www.stradadeivinidirimini.it


2 - fine


www.winefoodfestivalemiliaromagna.com