Tweet

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| VARIAZIONI D'AUTORE | PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

ì

La grande interprete canadese sulla scia delle note di Gershwin

 

di Inege Roiss 

 

Diana Krall, cantante e pianista jazz canadese. (foto Mary McCartney/sito ufficiale Diana Krall) Diana Krall con il marito Elvis Costello e Tony Bennett. (foto sito ufficiale Diana Krall)

In concerto con Tony Bennett nell'agosto 2016. (foto sito ufficiale Diana Krall) Con il contrabbassista e bassista Christian McBride alla Wigmore Hall di Londra. (foto sito ufficiale Diana Krall) Diana con Elton John in uno spettacolo di Elvis Costello del 2016. (foto sito ufficiale Diana Krall)

L'album di canzoni natalizie, Verve Records 2005. Due dischi d'oro per questo album dedidato al Nat King Cole Trio, etichetta Impulse Records. Wallflower, dodicesimo album certificato con due dischi d'oro e due di platino, Verve Records 2015. Il recente Turn Up the Quiet, Verve Records 2017.

A poco più di 50 anni, Diana Krall è ormai una presenza di spicco, e di notevole spessore, nel panorama musicale internazionale. Le sue raffinate interpretazioni di musica jazz, sia come pianista di straordinario talento che come cantante dagli splendidi timbri vocali, l'hanno inserita nel ristretto novero dei nomi di riferimento per quanti amano la musica d'autore.

In questo periodo Diana si sta proponendo al pubblico in versione live grazie a una lunga tournée che si estenderà fino al prossimo febbraio, con decine di concerti tra Europa e Nordamerica. Tra le città di questo tour che unisce due continenti, ricordiamo Parigi, dal 7 al 9 ottobre nella prestigiosa cornice dell'Olympia, Montréal (29 e 30 novembre), Vancouver (8 dicembre), Nashville (13 e 14 febbraio). Una fastidiosa infezione virale, invece, l'ha purtroppo costretta ad annullare le due tappe italiane, previste a Milano e a Roma a metà ottobre, ma ambedue i concerti previsti in Italia potrebbero essere ricollocati, come arco temporale, nell'estate 2018, secondo quanto ha riferito il quotidiano La Repubblica.

Nata in una località della British Columbia (Canada) il 16 novembre 1964, sposata dal 2003 a un altro artista di fama mondiale, Elvis Costello, e madre di due gemelli di 10 anni, Diana Krall ha affrontato una lunga gavetta come cantante di piano bar dopo aver studiato al Berklee College of Music di Boston, negli Stati Uniti. È riuscita a conquistarsi uno spazio nel mondo dello spettacolo intorno alla metà degli anni Novanta, anche grazie all'intuito formidabile di un produttore discografico, Tommy LiPuma, che si è spento all'età di 80 anni nel marzo scorso e la cui perdita ha segnato profondamente gli ultimi mesi di Diana, come lei stessa ha sottolineato in una recente intervista al New York Times.

Vincitrice di svariati premi discografici, tra cui tre Grammy, amata da melomani di tutto il mondo (si calcola che abbia finora venduto oltre 15 milioni di cd), Diana Krall è indicata da molti critici musicali come l'erede naturale di Ella Fitzgerald. In una delle sue più apprezzate incisioni, Wallflower, ha saputo offrire un'eccezionale panoramica della musica dell'ultimo mezzo secolo, partendo dai leggendari Anni Sessanta per arrivare fino a un brano fino ad allora inedito di Paul McCartney.

Più volte Diana Krall ha riconosciuto un debito di gratitudine, musicalmente parlando, a grandi interpreti come Nat King Cole, Frank Sinatra e Tony Bennet, mentre è George Gershwin il compositore che ama in modo particolare: l'eleganza e la raffinatezza delle sue musiche, ha spiegato, sono uniche nel repertorio contemporaneo.

www.dianakrall.com





 

 

 




 



 



 

 

A Tavola con lo Chef