Tweet
A TAvola con lo Chef

 


| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

 

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica


 

Alcune buone ragioni per visitare i Paesi Bassi nel 2018  

 

a cura della Redazione di Travel Carnet 

 

 

 

1. Leeuwarden, Città Europea della Cultura 2018

Il canale della Peperstraat a Leeuwarden, capoluogo della Frisia. (foto Turismo Olandese) Il moderno edificio del Fries Museum al 92 del Wilhelminaplein. (foto Fries Museum) La sfilata dei Giganti di Royal Deluxe per le strade della città. (foto Friesland European Capital of Culture)

Situata a un paio d’ore di treno da Amsterdam, Leeuwarden è il capoluogo della provincia della Frisia, una provincia con la propria identità e la propria lingua, conosciuta per i suoi numerosi canali e laghi, la sua costa Patrimonio dell’Umanità, e la sua famosa gara invernale di pattinaggio sui canali passando dalle 11 città storiche della Frisia. Gara si tiene solo se i canali sono sufficientemente ghiacciati. Ma la città di Leeuwaarden è anche la terra natale di nomi emblematici come la spia Mata Hari o il disegnatore grafico Escher.

Con più di 60 eventi che includeranno mostre, musica, teatro, concerti, opere liriche, arte paesaggistica e sport, il tema di Leeuwarden 2018, Capitale Europea della Cultura sarà “Comunità aperta”. Alcuni degli eventi culminanti saranno le mostre su Mata Harie e su Escher, nel Fries Museum, le 11 fontane disegnate da 11 artisti internazionali contemporanei (tra i quali Jaume Plensa) o la sfilata dei giganti di Royal Deluxe.

https://www.friesland.nl/en/european-capital-of-culture

 

2. Brabante, Regione Gastronomica Europea 2018

Il Mulino De Roosdonck a Neunen, città natale di VanGogh nel Brabante settentrionale. (foto Turismo Olandese) Un'istallazione del Festival della Luce Glow a Eindhoven, capoluogo del Brabante. (foto Glow Eindhoven)

La gastronomia del Brabante del Nord ha compiuto un lungo cammino dalle patate che mangiavano i contadini ritratti nel famoso quadro di Van Gogh. In questa provincia di grande tradizione agricola, le cinque città principali collaborano strettamente e offrono ristoranti di alta qualità che uniscono tradizione e innovazione con impressionanti paesaggi circostanti, tanto che dal 2016 sono già 10 i ristoranti stellati nella provincia.

In occasione di questo grande evento, alcuni appuntamenti che si organizzano annualmente, come il Festival della Luce “Glow” e la Settimana del Design olandese, conterranno anche una sezione dedicata alla gastronomia.

https://wearefood.nl/better-food-in-brabant/


3. Nijmegen, premiata come Capitale Europea Green 2018 

Il ponte sul fiume Waal a Nijmegen. (foto Turismo Olandese) Il Kronenburgerpark creato sul finire dell'Ottocento nel cuore della città. (foto Turismo Olandese)

Nijmegen è la prima città olandese a ricevere questo titolo insieme a Copenaghen, Bristol, Liubiana, Essen e altre precedenti. La città e i suoi dintorni hanno ricevuto questo premio per aver lavorato per molti anni sui temi del verde e della sostenibilità.

Nel 2018, Nijmegen mostrerà ai Paesi Bassi e all’Europa come investire in food, salute e in ambiente di vita green, come pure in business sostenibile e nelle innovazioni tecniche. Con più di 170.000 abitanti e una densità di popolazione di 3.000 abitanti per km2,  è situata nell’est dei Paesi Bassi, e un punto focale della città è il fiume Waal

https://greencapital2018.nl/en/

 

4. I 200 anni di Scheveningen, la località balneare de L’Aia

La lunga spiaggia di Scheveningen, sulla sinistra il Grand Hotel Kurhaus. (foto Turismo Olandese) La prima ruota panoramica europea sul mare nelle immediate vicinanze del rinnovato Scheveningen Pier. (foto Turismo Olandese)

Scheveningen è il quartiere costiero de L’Aia e una delle spiagge più frequentate dell'intera Olanda. Antico villaggio di pescatori, nel 1818 si creò qui, grazie a Jacobus Pronk, una stazione balneare che segnò l’inizio di Scheveningen come resort turistico.

Nel 2018 “la spiaggia de L’Aia” celebra i suoi 200 anni come cittadina balneare con la manifestazione “Festa in spiaggia”: gli eventi, programmati per tutto l’anno, spazieranno dai festival alle mostre, da meeting sportivi a spettacoli pirotecnici.

‘Liefde aan Zee’ (Amore per il Mare) (9 – 18 febbraio), ‘Festival aan Zee’ (Festival del Mare) (1 – 20 giugno) e ‘Kind aan Zee’ (Bambini al Mare) (Ottobre) sono delle speciali settimane tematiche.

https://denhaag.com/en


5. La grande Diga Afsluitdijk si trasforma in attrazione turistica 

Il nuovo centro di accoglienza turistica sulla Diga Afsluitdijk in Frisia. (foto Turismo Olandese) L'istallazione Gates of Light dell'artista olandese Daan Roosegaarde. (foto Turismo Olandese)

Nel 2018 saranno precisamente 100 anni dall’inizio della costruzione di una delle opere di ingegneria più imponenti di tutti i tempi, la costruzione della diga Afsluitdijk, di 32 km di lunghezza, che chiuse il passaggio dell’acqua al Mare del Nord trasformando così il ‘Zuiderzee’ (‘Mare del Sud’) nel lago IJsselmeer.

Nel corso dell'attuale processo di rinforzamento, la diga viene sottoposta a significative migliorie, miranti alla produzione di energia pulita, e il progetto prevede anche la diga come attrazione turistica. Nel 2018 verrà inaugurato un centro visitatori, mentre all’estremità settentrionale della diga, quindi a nord, all’altezza del Kornwerdezand, già in Frisia, nel marzo del 2018 si inaugurerà l’ ‘Afsluitdijk Wadden Center'. 

Inoltre, verrà creato un nuovo centro per la protezione dei pesci migratori che permetterà loro di passare dall'acqua dolce all'acqua salata senza impedimenti e infine includerà anche un'attrazione di realtà virtuale in cui sarà possibile sorvolare la provincia della Frisia. Il progetto includerà un'installazione artistica permanente dal nome “Gates of Light” del noto artista e designer olandese Daan Roosegaarde.

https://www.theafsluitdijk.com/

 

6. Fattorie e serre a Rotterdam 

La Floating Farm a Rotterdam, primo complesso galleggiante del mondo adibito a fattoria. (foto Turismo Olandese) Le mucche di razza Montbéliarde. (foto Floating Farm)

Nella primavera del 2018 un innovativo progetto verrà alla luce a Rotterdam: la prima fattoria galleggiante del mondo sulle sponde del fiume Mosa, con i grattacieli come sfondo. Si tratta di una fattoria autosufficiente con 60 mucche che produrrà 1.500 litri di latte al giorno. Alla fattoria delle mucche seguiranno una serra e una fattoria avicola, entrambe galleggianti.

Questo complesso galleggiante può rappresentare un’alternativa sostenibile e completamente pulita sia alla mancanza di terra che alla contaminazione del suolo grazie all’acqua piovana raccolta, depurata e destinata agli animali e all’irrigazione, e al sole e al vento che provvedono all’energia sufficiente per l’intero complesso. L’istallazione ha anche lo scopo di avvicinare una larga fascia di pubblico al processo di coltivazione e lavorazione dei prodotti freschi, dando anche la possibilità di visitare le varie installazioni.

http://floatingfarm.nl/


7. A Utrecht il più grande parcheggio di biciclette del mondo

Il nuovo parcheggio delle biciclette sotto la Stazione Centrale di Utrecht. (foto Turismo Olandese) La manovra di sistemazione della bicicletta per mezzo di rastrelliera estraibile. (foto Turismo Olandese)

Utrecht continua nel suo impegno per trasformarsi nella città più ‘bike-friendly’ del mondo. Per questo motivo tutto in città è progettato per muoversi sulle due ruote. Il nuovo parcheggio per le biciclette posto sotto alla Stazione Centrale ne è una prova e proprio lì, dove nel 2017, hanno inaugurato i primi 6.000 posti, nel 2018 diventeranno ben 13.500. 

Il parcheggio funziona con un sistema di codice-colore che informa i ciclisti dove trovare posti liberi. La struttura prevede anche un atelier di riparazione delle biciclette e un servizio di noleggio per visitatori occasionali. A Utrecht circa il 43% dei viaggi di lunghezza inferiore agli 8 chilometri vengono fatti in bicicletta, e il Municipio di questa splendida città olandese si augura che questa tendenza non smetta di crescere, incentivandola grazie a questo tipo di strutture. Anche la piazza che si trova sopra il parcheggio subirà una grande trasformazione con la creazione di numerosi luoghi di svago e divertimento.


8. I 365 anni della fabbrica di ceramiche più antica del mondo

La tavola apparecchiata con ceramiche Royal Delft della Collezione Peacock Symphony. (foto Royal Delft) Il piatto commemorativo per il 50° anniversario del re Wilhelm-Alexander. (foto Royal Delft)

Piccolo vaso con la decorazione classica del pavone tra i fiori. (foto Royal Delft) Disegni classici e foggia moderna per il bracciale realizzato in argento e ceramica. (foto Royal Delft)

Royal Delft, la centenaria fabbrica artigianale di ceramica blu ubicata nella città omonima, è la più antica che esista al mondo e sia tuttora attiva. La famosa ceramica blu si produce nella città di Delft a partire dal 16simo secolo, e trova le sue origini nel successo che ottenne in Olanda la porcellana cinese, grazie alla massiccia importazione della Compagnia Olandese delle Indie Orientali. Tale popolarità spinse i ceramisti locali a imitarla creando un tipo di ceramica che acquistò presto una propria identità, espandendo la propria fama tra il 1600 e il 1800.

La fabbrica è anche un museo, in cui sono esposti pezzi storici di questo prodotto iconico di artigianato olandese, che nel 2018 compirà 365 anni. Durante tutto l'anno si terranno numerose attività per commemorare l'anniversario, tra cui una mostra speciale su alcune figure chiave della fabbrica reale di porcellana blu  nel corso dei vari secoli, e molte altre attività, che si potranno conoscere attraverso il sito web della celebre fabbrica-museo.

https://www.royaldelft.com/en_gb/



www.holland.com