Tweet

 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |


 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Articoli pubblicati
nella stessa rubrica




 

 

 

a cura della Redazione di Travel Carnet 


Rendez-vous a Roma con la Francia del savoir-faire 

Gli Airbus della nuova compagnia Joons. (foto Air France/KML) La copertina del magazine Rendez-vous en France. Jean Blaise fondatore e direttore del percorso turistico Le Voyage à Nantes. (foto Olivier Metzger/LVAN9 La terrazza del Mucem di Marsiglia (Musée des Civilisations d'Europe et de Méditerranée) opera dell'architetto Rudy Ricciotti. (foto sito ufficiale Rudy Ricciotti)

Anne-Sophie Pic (seduta a destra) con la sua equipe al ristorante di Valence nella regione storica del Delfinato. (foto Anne-Sophie Pic Le Restaurant) Il giardino dell'hotel Le Bristol Paris in rue du Faubourg Saint-Honoré diretto dal manager italiano Luca Allegri. (foto Le Bristol Paris)

È stata presentata a Roma, nella splendida cornice di Palazzo Farnese, sede dell’Ambasciata di Francia, l’edizione 2018 del magazine Rendez-vous en France. Dopo gli onori di casa da parte dell’Ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset - che ha introdotto il filo conduttore della nuova rivista: il savoir-faire - è toccato a Frédéric Meyer, direttore di Atout France, entrare nel vivo del discorso. 
Il savoir-faire, ha detto Meyer, è “un concetto trasversale che riesce a restituire tutta la varietà e la ricchezza della destinazione. Il savoir-faire in Francia è sempre presente ed è forse la chiave del successo della destinazione all’estero”.

Si è poi passati al contenuto della rivista e a tutte le declinazioni del savoir-faire in Francia, dal life-style dei profumi, della moda, della bellezza, alle eccellenze: i grandi talenti e i personaggi - artisti, creativi, chef famosi – i “meilleurs ouvriers de France” (il marchio di qualità che premia l’operosità del lavoro) e le aziende del “Patrimonio Vivente” che esprimono tutta l’innovazione e la creatività del "fabriqué en France". Anche per il 2018, Parigi si ripropone come una capitale vivace e creativa, e sempre più facile da raggiungere: Jerôme Salemi, DIrettore Air France/KLM, ha presentato i nuovi voli dall’Italia e la nuova compagnia Joons, operativa da Roma e Napoli.

Molte le interviste: a un “visionario” come Jean Blaise, il protagonista della cover story, che ha reinventato la città di Nantes, a Rudy Ricciotti, l’architetto del Mucem di Marsiglia, ad Anne Sophie Pic, l’unica chef tre stelle di Francia, a Philippe Starck, “designer democratico” di oggetti diventati di culto, a Luca Allegri, neodirettore del Bristol di Parigi. E poi percorsi d’arte fra i vigneti, le nuove “cité” della gastronomia, le arti della tavola, la coltelleria di tradizione, la moda, le città, le regioni... Il magazine Rendez-vous en France fa conoscere novità, curiosità, eventi di spicco per tante destinazioni francesi, da scoprire o da riscoprire.

Rendez-vous en France, 100.000 copie di tiratura, è allegato alle riviste Elle e Bell’Europa di aprile, distribuito nelle boutiques Yves Rocher e la Roche Bobois, nelle lounge Air France, nella prima classe dei TVG per Parigi e naturalmente è presente – in versione da sfogliare e scaricabile - sul nuovo sito ufficiale del Turismo Francese.


it.france.fr

 

Riapre con tante novità la Foresteria Menfi di Planeta

Francesca Planeta, della casa vinicola Planeta. (foto Planeta) Lo chef nativo di Sciacca Angelo Pumilia. (foto Planeta) La camera marimoniale con letto king size. (foto Planeta) La camera Deluxe quadrupla. (foto Planeta)

Il kit di cortesia con saponette e oli alle erbe aromatiche. (foto Planeta) Il panorama dalla terrazza della camera Deluxe. (foto Planeta) La piscina circondata da aiole di erbe aromatiche. (foto Planeta)

Tante novità per la riapertura primaverile della Foresteria Menfi: dalle stanze alla cucina, dall'accoglienza agli spazi esterni, dai servizi per gli ospiti agli spazi comuni, quest’anno l'intero resort è stato ripensato e arricchito.

"Proprio per esaltare il paesaggio e immergersi completamente nel silenzio che circonda la Foresteria - spiega Francesca Planeta - abbiamo pensato di rinnovare interamente gli arredi esterni e di realizzare, nel ‘giardino degli aromi’ e nei vigneti circostanti, delle aree dedicate alla meditazione, al relax e all'armonia con la natura. Un’altra novità è l’esposizione alla Foresteria di alcune delle più significative opere di arte contemporanea realizzate nel corso di ‘Viaggio in Sicilia’, il nostro progetto di residenza nomade per artisti giunto alla settima edizione, a suggellare il legame indissolubile tra arte e territorio, tra uomo e paesaggio”.

E se è vero che La Foresteria è una porta di ingresso al mondo delle esperienze Planeta, la prima tra queste è certamente la cucina, nel ristorante del wine resort. “Il paesaggio attorno alla Foresteria ispira fortemente il nostro nuovo menù", rivela lo chef Angelo Pumilia: “Lo abbiamo pensato come una vera e propria passeggiata dal ristorante al mare e ritorno, attraverso la campagna, i sassi, le vigne, le erbe, i vegetali, fino al pesce. Un percorso di ingredienti e di memorie, che abbiamo cercato di rendere anche visivamente, nella presentazione di tutti i nuovi piatti".

Accoglienza è una parola dai tanti significati, soprattutto alla Foresteria, come sottolinea la responsabile Cristina Gionfriddo: “Sentirsi a casa propria e abbracciare la cultura di un territorio ricco come il nostro, sono queste le nostre priorità”.

Prosegue così il percorso di crescita sia del ristorante che del resort: il primo, tra l'altro, è recentemente entrato nel prestigioso circuito de Le Soste di Ulisse ed è stato premiato dalla Guida Bibenda come "Ristorante dell'anno 2018” (oltre ai riconoscimenti delle Guide di Repubblica e Identità Golose, che lo hanno citato tra i migliori della Sicilia). Entrambi, infine, sono stati valorizzati dal Touring Club, che ha assegnato al ristorante il premio “Buona Cucina” e all’hotel il premio “Stanze Italiane”.


www.planetaestate.it 

 







 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Studio Placidi