Tweet
www.veledicarta.it
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

 

 

 

Vai all'elenco
degli articoli pubblicati
nella stessa rubrica
.
Li trovi nell'Archivio
divisi per anno
di pubblicazione.

 

Ultimi articoli  

 

A Pesaro il fulcro delle celebrazioni in onore di Rossini

a cura della Redazione di Travel Carnet  

 

Rossini nel 1865 in un ritratto fotografico di Etienne Carjat. (foto Harvard Art Museums) La casa natale del compositore al civico 34 di via Rossini a Pesaro. (foto Casa Rossini) Caricature di Rossini in una sala della sua casa natale. (foto Casa Rossini)

Bozzetto della scenografia del primo atto di Mosé in Egitto nell'edizione parigina del 1827. (foto pubblico dominio) Costumi di Hippolyte Lecomte per Semiramide. (foto Bibliothéque National de France) Villa Rossini a Passy nell'attuale XVI arrondissement di Parigi. (foto Bibliothéque National de France)

La facciata del Teatro Rossini a Pesaro. (foto Comune di Pesaro) La sala del Teatro Rossini. (foto Comune di Pesaro) La sala concerti del Conservatorio Rossini di Pesaro a Palazzo Olivieri. (foto Conservatorio Rossini)

Maria Callas, Luigi Alva e Tito Gobbi protagonisti de Il Barbiere di Siviglia, etichetta Emi Studio 1957. Grandi interpreti per la musica sacra nei due cd Decca edizione 1997. Coro e Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Riccardo Muti nel Guglielmo Tell, ultima opera di Rossini, cofanetto cd etichetta Gala 2002.

Jacqueline Bisset è Isabella Colbran prima moglie di Rossini nel film di Mario Monicelli Rossini! Rossini!, dvd produzione Cecchi Gori 2017. Sabine Azèma e Philippe Noiret rispettivamente nei ruoli di Olympe Pélissier e Rossini nel film di Monicelli del 1990, dvd produzione Cecchi Gori 2017. Il furore e il silenzio, biografia di Rossini firmata Vittorio Emiliani, Il Mulino 2007.

Gioachino Rossini, il musicista dei "furori e dei silenzi" (secondo lo scrittore e giornalista Vittorio Emiliani, che gli ha dedicato una biografia) sarà per tutto il 2018 al centro di eventi in suo onore, grazie al 150simo anniversario della sua morte. Nato a Pesaro il 29 febbraio 1792, il grande compositore italiano morì a Passy, sobborgo di Parigi, il 13 novembre 1868. In tutto il mondo, teatri lirici e sale da concerto gli renderanno omaggio a più riprese, il Teatro alla Scala di Milano e il San Carlo di Napoli hanno recentemente inaugurato mostre che lo vedono protagonista, ma naturalmente è la sua città natale ad aver preso l'iniziativa per celebrazioni in grande stile.

Facciamo un salto indietro nel tempo. È l'autunno di 150 anni fa, e nella sua villa di Passy, già malato e avvolto dalle cure amorevoli della seconda moglie Olympe Pélissier, Rossini esala l'ultimo respiro, proprio mentre Parigi si appresta a tributargli grandi onoranze per il suo ormai imminente settantasettesimo compleanno. Viene tumulato nel cimitero parigino di Père Lachaise, ma qualche anno più tardi la salma è esumata e trasportata in Santa Croce a Firenze dove viene tumulata il 3 maggio 1887. Qui, il 13 giugno 1902, viene inaugurato nella basilica di Santa Croce il monumento sepolcrale di Rossini realizzato dallo scultore Cassioli. 

Per Pesaro 'Città della Musica', Rossini rappresenta "la stella polare" attorno a cui costruire una nuova identità del territorio, che sia anche motore di sviluppo per l’economia e il turismo. Il progetto ‘Celebrazioni Centenari Rossiniani’ nasce dalla volontà di promuovere la memoria di questo genio universale, attraverso le sue opere e la sua vita. Pensato in vista del 150° anniversario della morte del compositore (1868/2018), vuole avere un respiro internazionale - Rossini come testimonial della bellezza italiana nel mondo - e coprire un arco temporale quadriennale, dal 2016 (anno bisestile che ha consentito di festeggiare il Compleanno del Cigno, 29 febbraio) fino a tutto il 2019. ‘Fil rouge’ delle Celebrazioni sono gli anniversari delle sue ‘opere simbolo’, di cui ricorrono proprio nel lungo periodo individuato i bicentenari delle prime rappresentazioni.

Anche la prossima edizione del Rossini Opera Festival (www.rossinioperafestival.it), prevista dall'11­ al 23 agosto 2018, sarà all'insegna di questo importante anniversario rossiniano, grazie a un cartellone di straordinario impegno produttivo, e particolarmente ricco di novità.

 

Le prossime date 

• 10 giugno: 200 anni dall'inaugurazione del Teatro del Sole come Teatro Nuovo (dal 1854 divenuto Teatro Rossini) con una eccezionale rappresentazione de La gazza ladra diretta da Rossini stesso

• 13 novembre: 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini

• 3 dicembre: 200 anni dalla prima rappresentazione di Ricciardo e Zoraide avvenuta il 3 dicembre 1818 al Teatro San Carlo di Napoli

2019

• 24 ottobre: 200 anni dalla prima rappresentazione de La donna del lago avvenuta il 24 ottobre 1819 al Teatro San Carlo di Napoli.


www.gioachinorossini.it

www.comune.pesaro.pu.it/cultura/150-rossini/





 

 

 

 

 

Studio Placidi