| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | HOTEL E NON SOLO | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

Tweet
A Tavola con lo Chef

 

 



 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Scarica l'articolo in PDF

 

 

 

 

 

Vai all'elenco
degli articoli pubblicati
nella stessa rubrica
.
Li trovi nell'Archivio
divisi per anno
di pubblicazione.

 

Ultimi articoli

  • Fiori e acqua, lo splendido mondo di Monet
  • A tu per tu con Botero
  • Balcanica, dalla realtà geografica alla creazione narrativa
  • Il giardino da Corot a Monet in uno spettacolare percorso del Met
  • L'omaggio di Venezia a Ruskin
  •  




    La capitale della Lettonia accoglie il Museo dell'Art Nouveau.
    Ma non solo...

    di Eugenia Sciorilli

     

    Il palazzo che ospita l'appartamento di Konstantin Peksens sede dell'Art Nouveau Museum. (foto Jugenstils Riga) Decorazioni Art Nouveau lungo la scala a spirale. (foto Jugendstils Riga) Il living room della casa-museo. (foto Jugendstils Riga) La sala da pranzo. (foto Jugendstils Riga)

    La camera da letto di Peksens. (foto Jugendstils Riga) Una cassapanca con alzata. (foto Jugendstils Riga) Un piccolo tappeto con il classico motivo centrale del pavone. (foto Jugenddstils Riga)

    Per gli appassionati di Art Nouveau, nessuna città europea può essere equiparata a un museo a cielo aperto quanto Riga. Il 40% dei suoi palazzi sono stati costruiti in stile Art Nouveau: una percentuale impressionante, non a caso Riga viene indicata come la capitale di questa architettura. Jūgendstils in lettone (Jugendstil in Germania, Art Nouveau in Francia, modernismo in Spagna, Sezessionsstil in Austria, Stile Liberty o Stile Floreale in Italia) è diventato popolare agli inizi del ventesimo secolo, e in Lettonia ha stretti vincoli con il romanticismo nazionale. 

    Per tale motivo in una parte degli edifici si notano non solo ricche decorazioni caratteristiche di questa arte europea, ma anche tanti riferimenti alla tradizione lettone. I più famosi architetti di quel fertile periodo artistico sono due: Eizens Laube e Janis Fridrihs Baumanis.

    Per conoscere meglio la vita di Riga nell’epoca dell’Art Nouveau si può visitare un museo di Riga inaugurato il 23 aprile 2009, il Museo dell’Art Nouveau. Questo museo è stato aperto nell’edificio che ospitava, fino al 1907, il grande architetto Konstantin Peksens (1859-1928) e che venne costruito nel 1903 dallo stesso architetto come casa di proprietà. 

    Nel museo è stato ricreato l’arredo storico del 1903 che illustra la vita dell’inizio secolo a Riga. Dell'Art Nouveau, infatti, va ricordata non soltanto l'architettura, ma anche le arti applicate che includono mobili, servizi da tavola, il guardaroba delle persone e il loro stile di vita. Il museo presenta sia una maestosa forma architettonica che raffinate decorazioni nel design degli ambienti interni: spicca per bellezza la sua scala a spirale, splendido esempio di Art Nouveau.

    Una volta visitato il museo, ci si può abbandonare a una passeggiata nel centro storico di Riga, anche senza meta fissa, considerando il fatto che ci sono circa 800 edifici, la maggior parte dei quali intorno a Alberta iela, davanti ai quali vale la pena di sostare per ammirarne le magnifiche caratteristiche.

    Ecco una selezione di esempi di Art Nouveau davvero imperdibili: ·        

    • Audēju ielā 7 (1899, A. Ašenkampfs, M. Šervinskis). Presenta caratteristici motivi di piante – iris, alberi in fiore, piante acquatiche e maschere.    

    • Audēju ielā 9 (1900, K. Pēkšēns). Un interessante motivo del sole cherappresenta il simbolo della fioritura (uzplaukums) di una vita nuova.         

    • Teātra iela 9 ( 1903, H. Šēls, F. Šēls). Sede dell’Ambasciata Italiana, propone un affascinante decoro che consiste nella raffigurazione di personaggi mitologici.        

    • Vaļņu ielā 2 (1911, E. Frīzendorfs). Il portone dell’entrata cattura l’attenzione con i suoi rilievi scultorei in rame, che raffigurano gli dei Asclepio (della medicina) e Moira Atropa (del destino).       

    • Smilšu ielā 2 (1902). Uno dei migliori esempi di Art Nouveau a Riga (la facciata è ornata dall’immagine del pavone). La bow window è considerata la più bella immagine dell’architettura dell’Art Nouveau di Riga.         

    • Smilšu ielā 8 (1902, H. Šēls, F. Šēls). Un edificio ornato suntuosamente da maschere, creature ibride e elementi botanici.         

    • Tērbatas ielā, 15/17 (1905, K. Pēkšēns). Uno dei primi edifici con elementi del romanticismo lettone, con i più svariati materiali decorativi.        

    • Brīvības ielā 47 (1909, E. Laube). Un monumento eccellente del romanticismo nazionale, dal tetto spiovente e caratterizzato da diverse bow window.         

    • Elizabetes ielā 10a - 10b (1903, M. Eizenšteins). Ambedue gli edifici sono rivestiti di ricchi ornamenti. L’edificio 10a ha un motivo ornamentale di foglie, mentre quello del civico 10b si distingue per la sua composizione ricca di maschere, pavoni, teste scultoree e figure geometriche.       

    • Alberta ielā 4 (1904, M. Eizenšteins). Questo edificio, decorato in modo eclettico, è il più elegante e il più originale dal punto di vista artistico. La facciata, dove spiccano tre teste di medusa, è ricca di figure di aquile e leoni.         

    • Strēlnieku ielā 4a (1905, M. Eizenšteins). L’edificio si distingue per la ricchezza delle sue decorazioni, e per la raffinata mescolanza tra stile storico tradizionale e e più svariate combinazioni dei motivi dell’Art Nouveau.        

    • Vīlandes ielā 10 (1908, K. Pēkšēns). La facciata asimmetrica - con un'entrata a forma di serratura - presenta una finitura a stucco di vari colori. Interessanti i rilievi con soggetti classici (fanciulle danzanti con le ghirlande di fiori e di uva).

    Il motivo del sole sulla facciata dell'Audeju iela 9. (foto Live Riga) L'angolo del palazzo dell'Ambasciata italiana nella Teatra iela. (foto Live Riga) Il rilievo del pavone sulla bow window alla Smilsu iela 2. (foto Live Riga) La scuola al civico 15 della Terbatas iela. (foto Jugendstils Riga)

    Gli edifici 10a e 10b sulla Elizabetes iela. (foto Live Riga) Particolare del coronamento del civico 10b dell'Elizabetes iela. (foto Live Riga) La facciata del numero 4 sull'Alberta iela. (foto Jugendstils Riga)

    Sculture femminili con ghirlande al civico 4a della Strelnieku iela. (foto Live Riga) Particolare del rilievo delle giovani danzanti sulla facciata del 10 di Vilandes iela. (foto Jugendstils Riga)

    http://www.jugendstils.riga.lv/eng/