Tweet
www.veledicarta.it
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Scarica l'articolo in PDF

 

 

 

 

Vai all'elenco
degli articoli pubblicati
nella stessa rubrica
.
Li trovi nell'Archivio
divisi per anno
di pubblicazione.

 

Ultimi articoli  

 

Da 40 anni la splendida città polacca è nella prestigiosa lista 
dei luoghi iconici del pianeta (World Heritage List) 

a cura della Redazione di Travel Carnet  

 

Città dichiarata Patrimonio Unesco 1978, Capitale Europea della Cultura 2000 e Città Europea della Letteratura 2013. (foto Polonia Travel) Veduta aerea del Castello e della Cattedrale di Wavel. (foto  Polonia Travel) Interno della Chiesa della Vergine Maria. (foto Polonia Travel)

Un angolo del Kazimierz, l'antico quartiere ebraico. (foto Polonia Travel) Un tratto del fiume Vistola. (foto Krakow Travel) La Chiesa di San Michele Arcangelo e di San Stanislavo e il Monastero dei Paolini. (foto Archivio UMK/Polonia Travel)

Il tumulo artificiale di Tadeusz Kosciuszko eroe dell'insurrezione polacca di fine Settecento.  (foto Kopiec Kosciuszki) Il laboratorio del Museo del Vetro Stagnato. (foto Muzeum Witrazu)

La versione in ambra de La Dama con ermellino di Leonardo  da Vinci. (foto Amber Museum) Statuetta in ambra e argento conservata al Museo dell'ambra. (foto Amber Museum) Veduta aerea del quartiere di Nowa Huta. (foto Magiczny Krakow) Un Lajkonik, personaggio popolare del folclore cracoviano simbolo della città. (foto Polonia Travel)

Notturno del centro storico. (foto Polonia Travel)

Nel 1978, gli esperti dell'Unesco chiamati a presentare la lista annuale del Patrimonio dell'Umanità scelsero, tra i dodici siti eletti, anche il centro storico di Cracovia, in Polonia. A distanza di 40 anni da quella scelta, vi proponiamo le motivazioni che hanno portato una delle più belle città d'Europa a far parte del patrimonio universale, tra arte, storia e paesaggio.

Centro storico di Cracovia 

Il centro storico di Cracovia, già capitale della Polonia, è situato ai piedi del castello reale di Wawel. La città dei mercanti del 13simo secolo offre a chi la visita la piazza del mercato più grande d'Europa e numerose case storiche, palazzi e chiese che mostrano ancor oggi i loro magnifici interni. Ulteriori testimonianze dell'affascinante storia della città sono fornite dai resti delle fortificazioni del 14simo secolo e dal sito medievale di Kazimierz con le sue antiche sinagoghe nella parte meridionale della città, l'Università Jagellonica (una delle più antiche università di fama internazionale) e la cattedrale gotica dove furono sepolti i sovrani polacchi.

Secondo gli esperti dell'Unesco, Cracovia è un insieme architettonico urbano di eccezionale qualità, sia per il suo paesaggio d'insieme che per i suoi singoli monumenti. Il centro storico della città illustra mirabilmente il processo di continua crescita urbana dal Medioevo ai giorni nostri.

Il centro storico della città, situato sul fiume Vistola nel sud della Polonia, è formato da tre complessi urbani: il nucleo medievale, il complesso della collina di Wawel e il quartiere di Kazimierz (compreso il sobborgo di Stradom), dove viveva la comunità ebraica. È uno dei più notevoli esempi di pianificazione urbana europea, caratterizzato dallo sviluppo e dall'accumulo armonioso di elementi che rappresentano tutti gli stili architettonici, dal Romanico al Modernismo. Insieme, queste tre aree edificate creano un complesso urbano coeso in cui il significativo patrimonio tangibile e intangibile è sopravvissuto in modo autentico e integrale attraverso i secoli, e viene tuttora coltivato.

L'importanza storica e culturale della città, fondata nel 1257, è testimoniata dalla sua struttura urbana, dalle sue numerose chiese e monasteri, dai suoi imponenti edifici pubblici, dai resti delle sue mura medievali, dai suoi antichi palazzi, molti dei quali progettati e costruiti da eminenti architetti e artigiani. Il valore di questo complesso urbano è determinato dalla straordinaria densità di monumenti di varie epoche, conservati nelle loro forme originali. Senza dimenticare il valore di Cracovia come "melting pot" in cui si sono mescolate tra loro culture e tradizioni tra est e ovest del continente europeo.

www.polonia.travel

whc.unesco.org


 

 

 





 



 

 

 

 

 

Studio Placidi