Tweet
www.veledicarta.it
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai all'elenco
degli articoli pubblicati
nella stessa rubrica
.
Li trovi nell'Archivio
divisi per anno
di pubblicazione.

 

Ultimi articol

 


A 350 anni dalla morte dell'artista, tanti gli omaggi ai suoi capolavori

a cura della Redazione di Travel Carnet   

 

 

Autoritratto, 1630. (foto Nationalmuseum Stockholm) Lo studio del giovane Rembrandt in Langebrug 89 a Leida. (foto Visit Leiden) Una sala della Casa-Museo ad Amsterdam. (foto Rembrandthuis) L'atelier della casa di Amsterdam. (foto Rembrandthuis)

Alla casa-museo di Amsterdam, la Sala delle Stampe. (foto Rembrandthuis) Autoritratto con Saskia, 1636. (foto Teylers Museum Haarlem) La madre dell'artista, 1638. (foto Teylers Museum Haarlem) Un venditore ambulante mentre vende occhiali (particolare), 1624. (foto Lakenhal Museum Leiden)

Tobia e Anna (particolare), 1626. (foto Rijksmuseum Amsterdam) La lezione di anatomia del Dottor Nicolaes Tulp, 1652. (foto Mauritshuis The Hague) La Ronda di notte, 1642. (foto Rijksmuseum Amsterdam) Il figlio Titus in abiti francescani, 1660. (foto Rijksmuseum Amsterdam)

Due uomini africani, 1661. (foto Mauritshuis The Hague) I Sindaci dei Drappieri, 1662. (foto Rijksmuseum Amsterdam) Ritratto di anziano, 1667. (foto Mauritshuis The Hague) Isaac e Rebecca (La sposa ebrea), 1665-1669 circa. (foto Rijksmuseum Amsterdam)

Nel 2019 ricorrono 350 anni dalla scomparsa di Rembrandt van Rijn. L'opera di questo grande maestro e il periodo di enorme ricchezza e progresso in cui visse vengono commemorati all’interno dell’anno tematico Rembrandt e il Secolo d’oro, con mostre speciali in tutta l'Olanda, allestite con l'intento di mettere in luce vari aspetti della sua vita e della sua geniale vena creativa, oltre che presentare i più rappresentativi artisti a lui contemporanei.

Mostre in tutto il territorio olandese 

Per la ricorrenza dei 350 anni dalla morte di Rembrandt, mostre esclusive ad Amsterdam, Delft, Dordrecht, Haarlem, Hoorn ed Enkhuizen, Leida, Middelburg e L'Aia presenteranno vari aspetti della vita e del lavoro di questo straordinario maestro olandese, di alcuni suoi contemporanei (tra cui Pieter de Hooch al Museum Prinsenhof di Delft , Frans Hals al Frans Hals Museum di Haarlem e Nicolaes Maes al Museo Mauritshuis de l’Aia), oltre a diverse opere realizzate nel ricco e fiorente periodo denominato Secolo d'oro. Il Rijksmuseum di Amsterdam presenta per la prima volta ai suoi visitatori la collezione completa composta da 22 dipinti, 60 disegni e 300 stampe, grazie alla mostra "Tutti i Rembrandt" (15 febbraio - 10 giugno 2019), che permette di scoprire i segreti sulle tecniche pionieristiche e sulle idee innovative di questo protagonista indiscusso dell'arte europea.

Il programma espositivo in terra olandese, che copre un intero anno, offre un'eccezionale opportunità per visitare l'Olanda e conoscere le sue bellissime cittadine storiche in parte ancora poco conosciute. Saranno visibili, per l'occasione, dipinti concessi in prestito e mai esposti prima. Queste mostre consentono, dunque, di approfondire la conoscenza di Rembrandt e dell'epoca opulenta in cui visse l'artista.

Scoprire il Secolo d'oro olandese

Fiorenti commerci sia in Europa che in terre lontane, sviluppi scientifici che hanno cambiato il mondo, un esercito potente e numerose imprese in campo artistico... Il notevole potere marittimo ed economico e il contributo dato all'arte nel 17° secolo sono i temi centrali di un intero anno di celebrazioni, che si svolgeranno nelle principali città olandesi del Secolo d'oro durante tutto il 2019 per esplorare il retaggio che tale prospero periodo ha lasciato all'Olanda. Proprio in quell'epoca venne fondata la Compagnia olandese delle Indie orientali (la prima società al mondo ufficialmente quotata in borsa), si diffusero nuovi generi e soggetti in ambito pittorico e furono realizzati importanti progressi tecnici.

Cenni sulla vita di Rembrandt 

Nato a Leida il 15 luglio 1606, Rembrandt dedicò gli anni della formazione all'apprendimento dell'arte e della pittura. Nel 1624 istituì un proprio atelier prima di trasferirsi ad Amsterdam nel 1631. Rembrandt si distinse per l'ampio ventaglio di soggetti raffigurati, comprendente ritratti, autoritratti, paesaggi, scene allegoriche e storiche, temi biblici e mitologici, fino agli studi sugli animali. Molti critici d'arte individuano il suo capolavoro assoluto nel dipinto "La Ronda di notte"(1642), che si può ammirare al Rijksmuseum. Nonostante subisse l'influenza dei maestri italiani, Rembrandt non abbandonò mai l'allora Repubblica olandese, ricca e altamente acclamata per i progressi in ambito commerciale, scientifico, militare e artistico, e si spense ad Amsterdam il 4 ottobre 1669. La casa dove visse tra il 1639 e il 1656, oggi Rembrandthuis, è stata trasformata in museo.


www.holland.com/it/





 

 

 





 



 

 

 

 

 

Studio Placidi