Tweet

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

 

 

clicca sulle miniature
per ingrandirle

Scarica l'articolo in PDF

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

a cura della Redazione di Travel Carnet    

 

 

Lo smørrebrød con uova sode e gamberetti su un letto di pane di segale. (foto Visit Denmark) Uno smørrebrød con salmone e zucchine. (foto Visit Denmark)

Lo smørrebrød nella versione con carne, cipolla e salse. (foto Visit Denmark) La sala del Ristorante Noma a Copenaghen. (foto Visit Denmark)

Il superchef René Redzepi. (foto Visit Denmark) L'omelette della Fiona del Ristorante Carl Lund di Odense. (foto Carl Lund) Le aringhe del Geranium, ristorante 3 stelle Michelin a Copenhagen. (foto Claes Bech-Poulsen/Geranium) Gli chef del Ti Tri Ned, ristorante stellato a Fredericia nello Jutland del Sud. (foto Ti Tri Nord)

Aringhe, zucchine , cipolle e panna nella raffinata proposta del Dragsholm Slot membro dei Relais & Chateaux a Horve sull'isola di Selandia. (foto Dragsholm Slot) Alcune birre proposte dal Mikkeller Bar situato al centro di Copenhagen. (foto Mikkeller) Il bancone del Mikropolis, bar di cocktail e birre artigianali nei pressi dei laghi di Copenhagen. (foto Mikropolis)

L'interno del Lord Nelson, affascinante locale seminterrato nel centro storico della capitale. (foto Visit Denmark). Il Koelschip nel quartiere di Norrebro a Copenhagen, bar specializzato in birre fruttate. (foto Koelschip)

Una tavolata di visitatori al Copenhagen Cooking and Food Festival. (foto Copenhagen Cooking)

Da un lato, lo smørrebrød, ovvero la fetta di pane di segale imburrato e ricoperto da vari ingredienti, a base di pesce o di carne, il semplice ma gustoso pasto che i danesi amano fare all'ora di pranzo. Dall'altro lato, il Noma, il ristorante famoso per i suoi prezzi e le sue stelle Michelin, il cui chef René Redzepi è considerato uno dei migliori del mondo. Tra l'uno e l'altro, una scena gastronomica vivace, tra sapori della tradizione e ricette innovative: è questa, in estrema sintesi, la cucina della Danimarca. 

La tradizione danese 

Nei tempi antichi, la cucina danese dipendeva in larga parte dai dintorni e dai loro prodotti. Carne di maiale, verdure e pesce rientravano nel menu abituale, così come i metodi di preparazione più usati: salamoia, affumicatura e bollitura. Molti dei top chef danesi di oggi amano combinare metodi tradizionali e nuove tecnologie per sviluppare l'ormai rinomata Nuova Gastronomia Nordica, fondendo sapientemente antico e moderno. 

Qualche specialità...

Skagen, piccola città di pesca nello Jutland del Nord è il posto ideale per assaggiare la platessa alla Skagen. La città si trova sulla costa settentrionale dello Jutland, dove il pescato è abbondante, ma è circondata da un terreno sabbioso che rende difficoltose le coltivazioni. Le bacche invece crescono in abbondanza e infatti il pesce viene accompagnato sul piatto da mirtilli rossi o lamponi. 

L’omelette della Fionia è un’antica specialità e il Ristorante Carl Lund di Odense ne prepara una famosa versione, in menu dal 1860. L’omelette è servita con arrosto di maiale, pane di segale e senape. 

Sull’isola di Møn in Selandia è da gustare l’aringa locale, conosciuta come Bidesild. Si tratta di un piatto secolare, l’aringa viene marinata per anni in grandi botti con la salamoia. Un’altra specialità di Møn è la torta di grano ricoperta di formaggio, da provare con le susine sott’aceto.

Festival gastronomici a Copenhagen 

Dal 23 al 25 maggio prossimi è prevista la nuova edizione del Festival della Birra (www.ale.dk): si tratta di un’occasione speciale per conoscere ed assaggiare le birre artigianali della Danimarca, ma non solo quelle. Sarà infatti presente non solo la vastissima produzione danese, che ultimamente è stata rinnovata grazie alla nascita di nuovi birrifici, ma anche una vasta selezione internazionale. Più precisamente, oltre mille varietà di birra provenienti da centinaia di birrifici attivi in Europa, USA e Canada. 

Dal 23 agosto al 1º settembre 2019, invece, si rinnova l'appuntamento annuale con il Copenhagen Cooking and Food Festival (www.copenhagencooking.com): per l'occasione la capitale danese si trasforma in un unico grande ristorante ricco di prodotti della Cucina Nordica. Oltre all'allestimento di mercati gastronomici in diversi punti della città, vengono organizzati show cooking e corsi di cucina, mentre i ristoranti gourmet offrono menù a prezzi contenuti.

La ricetta più amata dai danesi

Nel 2014, per la prima volta, i danesi hanno votato il loro piatto nazionale. È stata eletta una ricetta tradizionale: lo 'Stegt flæsk med persillesovs', ovvero il maiale croccante con salsa al prezzemolo, ideale per le serate invernali. In passato il maiale veniva fritto - da qui il nome stegt flæsk che significa appunto fritto. Oggi, nella maggior parte dei casi, si cuoce il maiale nel forno. Si utilizza anche la pancetta, tagliata a fette e servita con le patate.



www.visitdenmark.it