Tweet
www.veledicarta.it
A TAvola con lo Chef

 


 

 

| HOME PAGE | MERIDIANI E PARALLELI | ASTROLOGIA E DINTORNI | ANNIVERSARI | CALENDARIO | LOUNGE TIME | IL RESORT DEL MESE | LO SCAFFALE | GALLERIA DEL GUSTO | RENDEZ VOUS | ASTERISCHI |
| PHOTO TIME | SPIGOLATURE | ITINERARI | PROTAGONISTE | RITRATTI DI ARTISTA | NON SOLO HOTEL | ATTIMI DI CINEMA | NEWSLETTER | FORUM | CONTATTI | LINK CONSIGLIATI |

clicca sulle miniature
per ingrandirle

 

Scarica l'articolo in PDF

 

 

 

 

 

 

 

Vai all'elenco
degli articoli pubblicati
nella stessa rubrica
.
Li trovi nell'Archivio
divisi per anno
di pubblicazione.

 

Ultimi articoli

 


Risale a 25 anni fa l'iscrizione al World Heritage

 

di Eugenia Sciorilli    

 

Veduta aerea del centro storico, Patrimonio Unesco 1994. (foto Vicenza Unesco) Il duplice ordine di logge in pietra bianca della Basilica Palladiana. (foto Visit Vicenza) Particolare della loggia superiore della Basilica Palladiana. (foto Comune di Vicenza) La copertura della Basilica a carena di nave rovesciata rivestita da lastre in rame. (foto Comune di Vicenza)

Il monumento ad Andrea Palladio. (foto Amici dei Monumenti di Vicenza) L'ingresso al Teatro Olimpico ospitato da una fortezza medievale. (foto Teatro Olimpico Vicenza) Prospetto del Teatro Olimpico, primo esempio di teatro stabile coperto in età moderna. (foto Teatro Olimpico Vicenza)

Palazzo Chiericati, sede della Pinacoteca Civica. (foto Comune di Vicenza) Gli affreschi di Domenico Brusazorzi nella Sala del Firmamento a Palazzo Chiericati. (foto Musei Civici Vicenza) La Loggia del Capitaniato sulla Piazza dei Signori. (foto Palladio Museum) La facciata principale di Palazzo Thiene Bonin Longare. (foto Comune di Vicenza)

Villa Almerico Capra nota come La Rotonda, villa-tempio emblema dell'architettura palladiana. (foto Villa La Rotonda) Particolare di uno dei quattro frontoni. (foto Villa La Rotonda) L'interno della sala circolare centrale. (foto Villa La Rotonda)

Poche città al mondo possono abbinare il proprio nome, e la propria identità, a un grande personaggio della storia. In Italia, il binomio Vicenza-Palladio ha ricevuto uno straordinario omaggio 25 anni fa, nel dicembre 1994, quando l'Unesco ha inserito Vicenza città del Palladio nell'elenco del Patrimonio dell'Umanità. 

Nella motivazione, si legge che "Vicenza è una realizzazione artistica eccezionale in considerazione dei numerosi contributi architettonici di Andrea Palladio, integrati in un tessuto storico al quale conferiscono il suo carattere d'insieme" e che "per la sua architettura, la città ha esercitato una forte influenza sull'architettura e sulle regole urbanistiche nella maggior parte dei Paesi europei e del mondo intero". Due anni più tardi, l'Unesco ha voluto estendere il territorio del sito protetto aggiungendo le Ville palladiane del Veneto.

La Vicenza palladiana, dunque, festeggia il suo quarto di secolo come sito Unesco grazie al genio creativo del Palladio, che in realtà non era vicentino di origini né si chiamava con quel nome. Nasce infatti a Padova il 30 novembre 1508, come Andrea di Pietro della Gondola, figlio di un umile mugnaio. Ancora giovanissimo, a 15 anni, si trasferisce però a Vicenza, dove inizia l'apprendistato in alcune botteghe prima di conoscere, nel 1535, il conte Giangiorgio Trissino dal Vello d'Oro, che gli attribuisce lo pseudonimo del Palladio e che viene oggi riconosciuto come il suo protettore. Palladio, nel corso degli anni, modificherà con impareggiabile maestria l’impianto urbanistico della città, grazie a capolavori che riveleranno un nuovo concetto di architettura. L'ultimo omaggio alla sua arte è il film "Palladio", diretto da Giacomo Gatti e uscito nel maggio 2019 in centinaia di sale in tutta Italia.

Vicenza accoglie 23 edifici nel suo centro storico e tre ville fuori le mura che sono stati progettati dal Palladio e riconosciuti dall'Unesco. Nell'elenco sono compresi il Teatro Olimpico, il Palazzo Chiericati (sede del Museo Civico di Vicenza), la Cappella Valmarana, il Palazzo Barbaran da Porto, la Basilica Palladiana, la Loggia del Capitaniato, il Palazzo Thiene Bonin Longare, la Villa la Rotonda. Un sublime lascito che da quasi cinque secoli lascia stupefatti gli amanti della bellezza e dell'armonia, regalando a Vicenza un'atmosfera unica.



www.visitvicenza.org


www.vicenzae.org